Enogastronomia

A Borgomanero la De.Co. anche per i Brutti ma buoni

Dopo il tapulone, i brutti ma buoni sarebbero il secondo prodotto nella De.Co.

A Borgomanero la De.Co. anche per i Brutti ma buoni
Borgomanero, 13 Ottobre 2020 ore 10:23

Il 7 ottobre si è riunita la commissione comunale per la De.Co., la denominzione di origine comunale, per la proposta di assegnazione del riconoscimento all’altro prodotto tipico agognino, i Brutti ma buoni.

De.Co. per i Brutti ma buoni, a Borgomanero si riunisce la commissione

Dopo il “tapulone” ecco i Brutti, ma Buoni. Anzi i Brutti ma buj, come vuole il vernacolo borgomanerese. Nella mattinata di mercoledì 7 ottobre, nella sala degli Specchi di Palazzo Tornielli si è riunita la Commissione Comunale per la De.Co. presieduta dall’Assessore Annalisa Beccaria. La Commissione ha espresso parere favorevole sulla domanda di iscrizione al numero due del registro  De.Co. dei Brutti ma buoni, il dolce tipico di Borgomanero creato nel 1869 da un pasticcere cittadino. Il dolce è poi stato premiato in numerose fiere internazionali in tutta Europa. Ora la parola passa alla Giunta Comunale. Della Commissione  De.Co. fanno parte, oltre all’Assessore Beccaria delegata dal Sindaco, Tiziano Godio e Roberto Bernardelli. Lidio Duella era presente come proponente l’istanza in qualità di segretario dell’Associazione Pasticceri del Novarese.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità