A Trecate lo spettacolo benefico “Più forte del destino”

A Trecate lo spettacolo benefico “Più forte del destino”
Cultura 05 Aprile 2015 ore 11:48

NOVARA – Sabato 11 aprile al Teatro Silvio Pellico di Trecate l’attrice Antonella Ferrari in scena con la sua storia e la lotta contro la malattia 
Proseguono gli appuntamenti inseriti nel cartellone d’iniziative “La gioia del dono”, promosso dalla Fondazione Comunità del Novarese Onlus per celebrare 
i Quindici anni di attività. Un ricco calendario d’iniziative che ha preso il via nel mese di marzo e che andrà a toccare i temi più diversi: cultura, arte, scienza, cinema, gusto, intrattenimento e tanto 
altro.
Di questa rassegna fa parte anche lo spettacolo “Più forte del destino – Tra camici e paillette la mia lotta alla sclerosi multipla”, promosso da Fondazione Comunità del Novarese Onlus e Assessorato alla Cultura del Comune di Trecate, in scena al Cine 
Teatro “Silvio Pellico” (Piazza Cattaneo 24) di Trecate, sabato 11 aprile alle 21. 
Sul palcoscenico l’attrice e scrittrice Antonella Ferrari (testimonial Aism, Associazione italiana sclerosi multipla) che, dopo il grande successo del libro pubblicato nel 2012 da Mondadori 
giunto oggi alla sua quinta edizione, propone l’omonimo adattamento teatrale della sua prima opera letteraria. La protagonista racconterà, non senza emozionare, la sua storia e la lotta contro la malattia ma lo farà in maniera ironica, divertente.
In Italia le persone colpite da sclerosi multipla sono oltre 72.000 (le donne in misura doppia rispetto agli uomini) e, ogni anno, si registrano 2.000 nuovi casi. Il 50% dei malati sono persone con un’età inferiore ai 40 anni. 
Il monologo di Antonella Ferrari affronterà la malattia e il modo in cui questa si riflette sul quotidiano nel tentativo di diffondere un messaggio importante: la malattia, come tutte le 
difficoltà che il destino riserva, va affrontata per quello che è, come una sfida con noi stessi che possiamo anche vincere.  
Antonella Ferrari, milanese, volto noto e amato della tv (è stata diretta dal grande regista Pupi Avati nella fiction “Un matrimonio” e protagonista di “Centovetrine”, “Carabinieri” e “La 
squadra”), è l’incarnazione della volontà, della determinazione e della tenacia. Nonostante la malattia, infatti, non ha rinunciato al suo sogno più grande: la recitazione.
«E’ emozionante – commenta l’attrice – vedere come in ogni città io sia accolta con calore ed entusiasmo. Ho voluto mettere in scena la mia vita in modo ironico, proprio per dimostrare che la 
disabilità non fa solo piangere». 
L’ingresso è ad offerta libera e il ricavato sarà devoluto al progetto “Il pane 
quotidiano”, mensa gratuita per indigenti, nata per far fronte all’emergenza povertà sul territorio 
che vede sempre più famiglie vivere in condizioni difficili a causa della perdita del lavoro e del protrarsi della crisi economica, tanto da faticare a far fronte alle esigenze primarie del proprio nucleo. 
La Fondazione della Comunità del Novarese sostiene il progetto “Il pane quotidiano” già dal 2013. 
E’ consigliabile prenotare i biglietti per lo spettacolo nei giorni precedenti  alla Biblioteca Civica, via Clerici 1 (Villa Cicogna), Trecate, tel. 0321-783246; 
Teatro Silvio Pellico, piazza Cattaneo 24, Trecate; Fondazione Comunità del Novarese onlus, corso Italia 50/A (Barriera Albertina), Novara, tel. 0321- 
611781.
v.s.

NOVARA – Sabato 11 aprile al Teatro Silvio Pellico di Trecate l’attrice Antonella Ferrari in scena con la sua storia e la lotta contro la malattia 
Proseguono gli appuntamenti inseriti nel cartellone d’iniziative “La gioia del dono”, promosso dalla Fondazione Comunità del Novarese Onlus per celebrare  i Quindici anni di attività. Un ricco calendario d’iniziative che ha preso il via nel mese di marzo e che andrà a toccare i temi più diversi: cultura, arte, scienza, cinema, gusto, intrattenimento e tanto altro.
Di questa rassegna fa parte anche lo spettacolo “Più forte del destino – Tra camici e paillette la mia lotta alla sclerosi multipla”, promosso da Fondazione Comunità del Novarese Onlus e Assessorato alla Cultura del Comune di Trecate, in scena al Cine Teatro “Silvio Pellico” (Piazza Cattaneo 24) di Trecate, sabato 11 aprile alle 21. 
Sul palcoscenico l’attrice e scrittrice Antonella Ferrari (testimonial Aism, Associazione italiana sclerosi multipla) che, dopo il grande successo del libro pubblicato nel 2012 da Mondadori giunto oggi alla sua quinta edizione, propone l’omonimo adattamento teatrale della sua prima opera letteraria. La protagonista racconterà, non senza emozionare, la sua storia e la lotta contro la malattia ma lo farà in maniera ironica, divertente.
In Italia le persone colpite da sclerosi multipla sono oltre 72.000 (le donne in misura doppia rispetto agli uomini) e, ogni anno, si registrano 2.000 nuovi casi. Il 50% dei malati sono persone con un’età inferiore ai 40 anni. 
Il monologo di Antonella Ferrari affronterà la malattia e il modo in cui questa si riflette sul quotidiano nel tentativo di diffondere un messaggio importante: la malattia, come tutte le difficoltà che il destino riserva, va affrontata per quello che è, come una sfida con noi stessi che possiamo anche vincere.  
Antonella Ferrari, milanese, volto noto e amato della tv (è stata diretta dal grande regista Pupi Avati nella fiction “Un matrimonio” e protagonista di “Centovetrine”, “Carabinieri” e “La squadra”), è l’incarnazione della volontà, della determinazione e della tenacia. Nonostante la malattia, infatti, non ha rinunciato al suo sogno più grande: la recitazione.
«E’ emozionante – commenta l’attrice – vedere come in ogni città io sia accolta con calore ed entusiasmo. Ho voluto mettere in scena la mia vita in modo ironico, proprio per dimostrare che la disabilità non fa solo piangere». 
L’ingresso è ad offerta libera e il ricavato sarà devoluto al progetto “Il pane quotidiano”, mensa gratuita per indigenti, nata per far fronte all’emergenza povertà sul territorio che vede sempre più famiglie vivere in condizioni difficili a causa della perdita del lavoro e del protrarsi della crisi economica, tanto da faticare a far fronte alle esigenze primarie del proprio nucleo. 
La Fondazione della Comunità del Novarese sostiene il progetto “Il pane quotidiano” già dal 2013. 
E’ consigliabile prenotare i biglietti per lo spettacolo nei giorni precedenti  alla Biblioteca Civica, via Clerici 1 (Villa Cicogna), Trecate, tel. 0321-783246; 
Teatro Silvio Pellico, piazza Cattaneo 24, Trecate; Fondazione Comunità del Novarese onlus, corso Italia 50/A (Barriera Albertina), Novara, tel. 0321- 611781.

v.s.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli