Cultura
Cultura e Musica

A Verbania è tempo di Spaghetti Gipsy per Un paese a sei corde

Continua il calendario di iniziative di Un paese a sei corde.

A Verbania è tempo di Spaghetti Gipsy per Un paese a sei corde
Cultura VCO, 13 Luglio 2019 ore 11:34

E' previsto per questa sera alle 21 il concerto gratuito di Clan Zingaro Spaghetti Gipsy a Verbania.

Un paese a sei corde: stasera in concerto Spaghetti Gipsy di Clan Zingaro

I ritmi gitani, lo swing classico della canzone italiana e le composizioni più celebri del gigante Django Reinhardt sono il piatto principale di Spaghetti Gipsy, che viene insaporito da brani-manifesto storici Italiani (Carosone, Tagliavini), americani (Duke Hellington, Michael Jackson) e da un inedito di Gregolin dedicato a Reinhardt e alla sua passione per la pesca. Non mancano virate elettriche, atmosfere da big band swing e anche orchestrazioni cinematografiche “pulp”.

Cos'è Spaghetti Gipsy

Spaghetti Gipsy è un manifesto contemporaneo di una Italia in bianco e nero, pomposa e ricca ma anche spiritosa e naif, contaminata oggi da nuovi ritmi fusi dal comune denominatore jazz-swing. I ritmi zigani, francesi e le continue contaminazioni presenti non oscurano la forte italianità della musica ma al contrario ne fanno risaltare i tratti, la grandiosità ed eleganza storica di un’Italia riflessa in semplici canzoni.

Tradizione e nuove visioni musicali

Tradizione e un profondo senso di rispetto del passato lasciano libera strada a una visione musicale senza confini di tempo e di genere, la tradizione incontra la modernità in un flusso di contaminazione in un viaggio vitale per la musica che si proietta senza paura nel futuro con una valigia piena di cartoline ricordi e oggetti del passato che non può e non vuole dimenticare.

La nascita dalle contaminazioni

Nell’Europa dei primi ‘900 lo swing americano incontra le ballroom francesi e il ritmo swing gitano del Quintet Du Hot Jazz, capitanato da Django Reinhardt e Stephane Grappelli. Le contaminazioni con il valzer musette francese, il virtuosismo spagnolo, il fervore tzigano e il gusto per la melodia italiana danno vita ad una musica, il gipsy jazz o jazz manouche, che si evolve da più di un secolo. Cosa succederebbe se Renato Carosone e Michael Jackson si incontrassero in un ristorante italiano a Parigi, negli anni 30?

Formazione: Daniele Gregolin (chitarra e voce), Michele Gattoni (chitarra ritmica), Nadio Marenco (fisarmonica), Cesare Pizzetti (contrabbasso), Stefano Zeni (violino).

Per info:  info@unpaeseaseicorde.it .  Il programma completo è consultabile su www.unpaeseaseicorde.it.

Il concerto, gratuito, inizierà alle 21 a Villa Olimpia, in via Mazzini 19 a Verbania.

Seguici sui nostri canali