Cultura

Ad Ameno il Requiem di Mozart in versione “d’epoca”

Ad Ameno il Requiem di Mozart in versione “d’epoca”
Cultura 23 Aprile 2015 ore 11:29

AMENO - Il 25 aprile alle 21 ad Ameno nella chiesa di Santa Maria Assunta l'associazione “Le voci del Mesma” proporrà il Requiem in re min K626 di W.A. Mozart. Il capolavoro indiscusso di Mozart in questo concerto viene affidato a un'orchestra di musicisti professionisti specializzati nell'esecuzione del repertorio barocco e settecentesco che utilizzeranno preziosi strumenti d'epoca. Alcuni tra i musicisti coinvolti sono eccellenze del territorio novarese in quanto si sta sempre più consolidando a Novara un'ottima scuola di prassi esecutiva barocca e classica per diversi strumenti (archi, tromba, trombone, corno di bassetto). La parte corale è invece affidata al coro Le Voci del Mesma, un coro attivo sul territorio da diversi anni che stariscuotendo consensi, non solo a livello locale, per l'attenzione che dedica soprattutto a questo repertorio e alla riscoperta di capolavori dimenticati. I quattro solisti sono giovani cantanti, alcuni vincitori di importanti riconoscimenti internazionali, e sono stati scelti prestando molta attenzione alla conoscenza della prassi esecutiva dell'epoca e all'equilibrio tra le quattro voci. Una novità preziosa di questa esecuzione è la presenza di un controtenore che canterà la parte dell'alto, così come accadeva di prassi all'epoca della composizione del Requiem, dando al quartetto vocale una insolita potenza espressiva.Il concerto che ne scaturisce è un Requiem filologicamente corretto, agile e brillante, con grandi contrasti dinamici grazie all'utilizzo degli strumenti d’epoca come da anni avviene nelle più prestigiose sale da concerto e basiliche di tutta Europa. Il pubblico si troverà ad ascoltare dal vivo gli insoliti suoni degli archi con le corde di budello, del corno di bassetto, dei fagotti classici, dei timpani, delle trombe e dei tromboni antichi, e potrà apprezzare come questi strumenti si sposino perfettamente con le voci e quanta energia e vitalità conferiscano alla musica del capolavoro mozartiano. Chi sarà presente il 25 aprile ad Ameno potrà godere della meraviglia della musica di Mozart ascoltandola provenire dai preziosi strumenti per i quali il compositore l'aveva pensata. Questo tipo di esecuzione, ancora rara in Italia, è un evento unico nel territorio novarese. Lo stesso Requiem è stato recentemente eseguito per il Venerdì Santo nella Basilica di San Marco a Milano nell'ambito dei concerti e delle celebrazioni della Settimana Santa della prestigiosa basilica milanese.Il concerto del 25 aprile sarà ad ingresso libero grazie ai contributi provenienti da alcune aziende e professionisti presenti sul territorio e dai comuni di Ameno e Miasino, che hanno voluto in questo modo ricordare, in un anniversario significativo, i propri caduti nelle due guerre mondiali.

Redazione online

AMENO - Il 25 aprile alle 21 ad Ameno nella chiesa di Santa Maria Assunta l'associazione “Le voci del Mesma” proporrà il Requiem in re min K626 di W.A. Mozart. Il capolavoro indiscusso di Mozart in questo concerto viene affidato a un'orchestra di musicisti professionisti specializzati nell'esecuzione del repertorio barocco e settecentesco che utilizzeranno preziosi strumenti d'epoca. Alcuni tra i musicisti coinvolti sono eccellenze del territorio novarese in quanto si sta sempre più consolidando a Novara un'ottima scuola di prassi esecutiva barocca e classica per diversi strumenti (archi, tromba, trombone, corno di bassetto). La parte corale è invece affidata al coro Le Voci del Mesma, un coro attivo sul territorio da diversi anni che stariscuotendo consensi, non solo a livello locale, per l'attenzione che dedica soprattutto a questo repertorio e alla riscoperta di capolavori dimenticati. I quattro solisti sono giovani cantanti, alcuni vincitori di importanti riconoscimenti internazionali, e sono stati scelti prestando molta attenzione alla conoscenza della prassi esecutiva dell'epoca e all'equilibrio tra le quattro voci. Una novità preziosa di questa esecuzione è la presenza di un controtenore che canterà la parte dell'alto, così come accadeva di prassi all'epoca della composizione del Requiem, dando al quartetto vocale una insolita potenza espressiva.Il concerto che ne scaturisce è un Requiem filologicamente corretto, agile e brillante, con grandi contrasti dinamici grazie all'utilizzo degli strumenti d’epoca come da anni avviene nelle più prestigiose sale da concerto e basiliche di tutta Europa. Il pubblico si troverà ad ascoltare dal vivo gli insoliti suoni degli archi con le corde di budello, del corno di bassetto, dei fagotti classici, dei timpani, delle trombe e dei tromboni antichi, e potrà apprezzare come questi strumenti si sposino perfettamente con le voci e quanta energia e vitalità conferiscano alla musica del capolavoro mozartiano. Chi sarà presente il 25 aprile ad Ameno potrà godere della meraviglia della musica di Mozart ascoltandola provenire dai preziosi strumenti per i quali il compositore l'aveva pensata. Questo tipo di esecuzione, ancora rara in Italia, è un evento unico nel territorio novarese. Lo stesso Requiem è stato recentemente eseguito per il Venerdì Santo nella Basilica di San Marco a Milano nell'ambito dei concerti e delle celebrazioni della Settimana Santa della prestigiosa basilica milanese.Il concerto del 25 aprile sarà ad ingresso libero grazie ai contributi provenienti da alcune aziende e professionisti presenti sul territorio e dai comuni di Ameno e Miasino, che hanno voluto in questo modo ricordare, in un anniversario significativo, i propri caduti nelle due guerre mondiali.

Redazione online