Al Castello di Galliate tutti i colori e le musiche del mondo

Al Castello di Galliate tutti i colori e le musiche del mondo
Cultura 04 Luglio 2015 ore 16:11

GALLIATE - Mercoledì sera si sono accesi i riflettori nel castello di Galliate sull’“International folk” quindicesima edizione del Raduno Folkloristico Internazionale promosso ed organizzato dal gruppo galliatese “Manghin e Manghina”, con il supporto della Pro Loco di Galliate, di numerose associazioni di volontari  e con il patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Novara, dell’Atl e del Comune di Galliate. Come tradizione, nella serata inaugurale si sono presentati sul palco tutti i gruppi provenienti da ogni parte del mondo. I primi ad esibirsi sono stati gli argentini del “Ballet Folcórico Estampa Argentinas e Acompañamiento musical José Luis Tortone Y Su Comjunto Devoto”, a seguire la scena è passata agli italiani del “Gruppo Folkloristico Pro Loco Uta – Cagliari”, seguita dai tedeschi del “Trachtenverein Waldburg”. E poi gli egiziani del “Portsaid Group”, primo gruppo nordafricano ad esibirsi a Galliate, seguiti dai padroni di casa del “Gruppo Folkloristico Mnghin e Manghina”. L’esibizione è proseguita infine con i kenioti del “Sound of Arica” di Nairobi e dai neozelandesi del “Nag uri a te wai-o-taiki culture group” di Auckland.

Questa sera, alle ore 21.15 scenderanno sul palco i gruppi dell’Egitto, della Germania, della Sardegna e di Galliate. Domani, infine, in mattinata, a partire dalle 10, i gruppi sfileranno dal castello sino alla chiesa parrocchiale dove verrà officiata la messa. Alle 14, poi, il castello ospiterà il 14° Gran Premio “I baragieu pusé bòn”, concorso riservato ai viticoltori galliatesi. La manifestazione si concluderà alle 21.15, sempre nel quadriportico in castello, con l’esibizione di tutti i gruppi.

Andrea Campo

GALLIATE - Mercoledì sera si sono accesi i riflettori nel castello di Galliate sull’“International folk” quindicesima edizione del Raduno Folkloristico Internazionale promosso ed organizzato dal gruppo galliatese “Manghin e Manghina”, con il supporto della Pro Loco di Galliate, di numerose associazioni di volontari  e con il patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Novara, dell’Atl e del Comune di Galliate. Come tradizione, nella serata inaugurale si sono presentati sul palco tutti i gruppi provenienti da ogni parte del mondo. I primi ad esibirsi sono stati gli argentini del “Ballet Folcórico Estampa Argentinas e Acompañamiento musical José Luis Tortone Y Su Comjunto Devoto”, a seguire la scena è passata agli italiani del “Gruppo Folkloristico Pro Loco Uta – Cagliari”, seguita dai tedeschi del “Trachtenverein Waldburg”. E poi gli egiziani del “Portsaid Group”, primo gruppo nordafricano ad esibirsi a Galliate, seguiti dai padroni di casa del “Gruppo Folkloristico Mnghin e Manghina”. L’esibizione è proseguita infine con i kenioti del “Sound of Arica” di Nairobi e dai neozelandesi del “Nag uri a te wai-o-taiki culture group” di Auckland.

Questa sera, alle ore 21.15 scenderanno sul palco i gruppi dell’Egitto, della Germania, della Sardegna e di Galliate. Domani, infine, in mattinata, a partire dalle 10, i gruppi sfileranno dal castello sino alla chiesa parrocchiale dove verrà officiata la messa. Alle 14, poi, il castello ospiterà il 14° Gran Premio “I baragieu pusé bòn”, concorso riservato ai viticoltori galliatesi. La manifestazione si concluderà alle 21.15, sempre nel quadriportico in castello, con l’esibizione di tutti i gruppi.

Andrea Campo