Cultura

Al Coccia la Dubrovnik Symphony Orchestra

Al Coccia la Dubrovnik Symphony Orchestra
Cultura 09 Dicembre 2015 ore 19:04

NOVARA – Al Teatro Coccia si avvicinano importanti appuntamenti con la grande musica e il balletto. Domani, giovedì 10 dicembre, alle 21, per il Festival Cantelli, concerto della Dubrovnik Symphony Orchestra, organizzato dall’Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito. Direttore è Tao Fan, pianista, il giovane e talentuoso Jonathan Fournel. Il programma prevede Rossini (sinfonia da “Il Barbiere di Siviglia”), Chopin (Concerto n. 1 in Mi min. op. 11 per Pianoforte e Orchestra; Allegro maestoso – Romanza: Larghetto – Rondò: Vivace), Prokofiev (sinfonia n. 1 in Re magg. Op. 25 “Classica”; Allegro – Intermezzo. Larghetto – Gavotta. Non troppo allegro – Finale. Molto vivace), Kodaly (Danze di Galanta), Britten (Soirèe musicales op. 9 suite da Rossini).
La Dubrovnik Symphony Orchestra è un’orchestra stabile fondata nel 1925, come Filarmonica di Dubrovnik ed in seguito, fino al 1992, denominata Orchestra della città di Dubrovnik. La maggior parte dei componenti l’orchestra si è diplomata presso l’Accademia di Musica di Zagabria. Numerosi i concerti effettuati in tutta Europa e negli Stati Uniti. Recentemente l’orchestra si è esibita al Kennedy Center di Washington, Kurhaus – Bad Schwalbach, Herkules Saal – Monaco di Baviera, Basf – Ludwigshafen, Lisinski – Zagabria. I biglietti sono in vendita dai 20 ai 35 euro.

NOVARA – Al Teatro Coccia si avvicinano importanti appuntamenti con la grande musica e il balletto. Domani, giovedì 10 dicembre, alle 21, per il Festival Cantelli, concerto della Dubrovnik Symphony Orchestra, organizzato dall’Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito. Direttore è Tao Fan, pianista, il giovane e talentuoso Jonathan Fournel. Il programma prevede Rossini (sinfonia da “Il Barbiere di Siviglia”), Chopin (Concerto n. 1 in Mi min. op. 11 per Pianoforte e Orchestra; Allegro maestoso – Romanza: Larghetto – Rondò: Vivace), Prokofiev (sinfonia n. 1 in Re magg. Op. 25 “Classica”; Allegro – Intermezzo. Larghetto – Gavotta. Non troppo allegro – Finale. Molto vivace), Kodaly (Danze di Galanta), Britten (Soirèe musicales op. 9 suite da Rossini).
La Dubrovnik Symphony Orchestra è un’orchestra stabile fondata nel 1925, come Filarmonica di Dubrovnik ed in seguito, fino al 1992, denominata Orchestra della città di Dubrovnik. La maggior parte dei componenti l’orchestra si è diplomata presso l’Accademia di Musica di Zagabria. Numerosi i concerti effettuati in tutta Europa e negli Stati Uniti. Recentemente l’orchestra si è esibita al Kennedy Center di Washington, Kurhaus – Bad Schwalbach, Herkules Saal – Monaco di Baviera, Basf – Ludwigshafen, Lisinski – Zagabria. I biglietti sono in vendita dai 20 ai 35 euro.

Sabato 12 dicembre alle 20.30 e domenica 13 alle 16 per il Balletto arriva invece “La bella addormentata”, con il Balletto di Mosca. La stagione del Balletto è organizzata con il sostegno di Fondazione Live Piemonte dal Vivo. Si tratta di un balletto in tre atti su musica di P.I. Ciaikovskij, coreografie di Marius Petipa, costumi E. Melikov, scenografie E. Gurenko, direttore Elik Melikov.
Per il 23° anno consecutivo la prestigiosa compagnia di danza classica, riconosciuta dal Dipartimento della Cultura della Città di Mosca, consolida la sua presenza in Italia con una tournée invernale. “La nostra scelta è quella di mettere in scena balletti classici esattamente come apparirono nella loro produzione originale, quindi senza nessun tipo di adattamento alle situazioni moderne e al rinnovamento. D’altra parte il nome stesso della compagnia lascia intendere che ci atteniamo alla lunga e importante tradizione russa relativa alla danza classica.” Spiega il direttore. Fondato nel 1990, il Balletto di Mosca di Coreografia Classica “La Classique”, annovera fra le sue file danzatori di notevole tecnica classico – accademica provenienti dai maggiori teatri russi, dal Teatro Bolscioi di Mosca al Kirov di San Pietroburgo, da Kiev a Odessa e altri. Sempre molto richiesto il Balletto di Mosca La Classique ha entusiasmato le platee di tutto il mondo raccogliendo consensi ed ovazioni in Egito, Marocco, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Italia, Austria, Norvegia, Israele, Thailandia, Taiwan, Cina, Giappone, Nuova Zelanda e Australia. Composta da 48 elementi fra corpo di ballo, solisti e primi ballerini la compagnia, la cui direzione artistica è affidata a Elik Melikov, vanta in repertorio i più famosi titoli della tradizione.
Tra tutti i ballerini spicca la splendida étoile Nadejda Ivanova, ballerina affascinante per capacità interpretativa e padronanza tecnica.
I biglietti sono in vendita dai 21 ai 40 euro.
Per informazioni e prenotazioni tel. 0321 233200 o www.fondazioneteatrococcia.it.
v.s.