Cultura

Al Teatro Coccia ultimo dell'anno con "My Fair Lady"

Al Teatro Coccia ultimo dell'anno con "My Fair Lady"
Cultura 30 Dicembre 2015 ore 08:34

NOVARA - Come ogni anno il Teatro Coccia propone uno spettacolo speciale per l'ultimo dell'anno. Per salutare il passaggio dal 2015 al 2016 si è scelta l'operetta "My Fair Lady", messa in scena dalla Compagnia di Corrado Abbati. L’appuntamento è doppio: oltre al consueto Gran Galà di San Silvestro di giovedì 31 dicembre alle 22.30, lo spettacolo sarà di nuovo in scena il 1° gennaio alle 16. 
"My Fair Lady" è un classico del teatro musicale rappresentato per la prima volta a New York, al Mark Hellinger Theatre, il 15 marzo 1956. Testi e liriche sono di Alan Jay Lerner, le musiche di Frederick Loewe, con l'adattamento e la regia di Corrado Abbati, le scene di Stefano Maccarini, le coreografie di Giada Bardelli e i costumi di Artemio Cabassi. 
Molto celebre è anche la versione cinematografica del 1964, con Audrey Hepburn e Rex Harrison, che fece incetta di Oscar. Grazie al film, il musical ha fatto il giro del mondo e così tutti ricordano le sue musiche, i suoi eleganti costumi e la romantica e divertente storia di Eliza, la giovane fioraia che diventa una gran dama per merito delle cure del professor Higgins.
Questa edizione di My Fair Lady accompagna la “favola possibile” di Eliza con un ritmo serrato, un dialogo brillante, i movimenti coreografici energici e corali e, certamente non da ultimi, i ricchi e favolosi costumi e la scena capace di sottolineare sia i momenti burleschi che quelli romantici, ma ancor più di tutto: la musica! A lei, probabilmente, si deve una buona parte di quel miracolo che è My Fair Lady: un classico del teatro musicale che continua ad essere sempre giovane e seducente.
I biglietti per il 31 dicembre vanno dai 30 ai 60 euro, per il 1° gennaio dai 15 ai 30 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro, in via Rosselli, 47 a Novara, aperta dal martedì al sabato dalle 10.30 alle 18.30 (esclusi i festivi) e nell’area biglietteria online del sito del teatro accessibile da qualsiasi browser, anche attraverso dispositivi mobili, quali smartphone e tablet.

v.s.

NOVARA - Come ogni anno il Teatro Coccia propone uno spettacolo speciale per l'ultimo dell'anno. Per salutare il passaggio dal 2015 al 2016 si è scelta l'operetta "My Fair Lady", messa in scena dalla Compagnia di Corrado Abbati. L’appuntamento è doppio: oltre al consueto Gran Galà di San Silvestro di giovedì 31 dicembre alle 22.30, lo spettacolo sarà di nuovo in scena il 1° gennaio alle 16. 
"My Fair Lady" è un classico del teatro musicale rappresentato per la prima volta a New York, al Mark Hellinger Theatre, il 15 marzo 1956. Testi e liriche sono di Alan Jay Lerner, le musiche di Frederick Loewe, con l'adattamento e la regia di Corrado Abbati, le scene di Stefano Maccarini, le coreografie di Giada Bardelli e i costumi di Artemio Cabassi. 
Molto celebre è anche la versione cinematografica del 1964, con Audrey Hepburn e Rex Harrison, che fece incetta di Oscar. Grazie al film, il musical ha fatto il giro del mondo e così tutti ricordano le sue musiche, i suoi eleganti costumi e la romantica e divertente storia di Eliza, la giovane fioraia che diventa una gran dama per merito delle cure del professor Higgins.
Questa edizione di My Fair Lady accompagna la “favola possibile” di Eliza con un ritmo serrato, un dialogo brillante, i movimenti coreografici energici e corali e, certamente non da ultimi, i ricchi e favolosi costumi e la scena capace di sottolineare sia i momenti burleschi che quelli romantici, ma ancor più di tutto: la musica! A lei, probabilmente, si deve una buona parte di quel miracolo che è My Fair Lady: un classico del teatro musicale che continua ad essere sempre giovane e seducente.
I biglietti per il 31 dicembre vanno dai 30 ai 60 euro, per il 1° gennaio dai 15 ai 30 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro, in via Rosselli, 47 a Novara, aperta dal martedì al sabato dalle 10.30 alle 18.30 (esclusi i festivi) e nell’area biglietteria online del sito del teatro accessibile da qualsiasi browser, anche attraverso dispositivi mobili, quali smartphone e tablet.

v.s.