Alla corte della Marchesa, come in quel lontano 1651...

Alla corte della Marchesa, come in quel lontano 1651...
Cultura 25 Settembre 2015 ore 16:47

GALLIATE - E adesso sono proprio “Cronache d’altri tempi”. Lo scorso weekend le “cene con la marchesa” in Castello hanno ufficialmente aperto il programma della rievocazione storica organizzata dalla Pro loco per ricordare quel lontano settembre 1651 in cui la marchesa Maria Aldobrandina Sforza fece dono alla comunità di Galliate della reliquie dei Santi Martiri Giusto e Aurelio. Per tre sere, uno splendido Castello illuminato solo dalla luce delle fiaccole ha fatto da cornice alle cene seicentesche in compagnia della marchesa e della sua corte, con animazione in costume, danze di nobili e popolani, spettacoli di giocoleria e mangiafuoco (ad opera degli artisti di Dimidimitri).

Questo fine settimana la manifestazione entrerà nel vivo: si parte da questa sera, venerdì, con la cerimonia della donazione delle reliquie, preceduta, alle 21, dal corteo storico per le vie cittadine e seguita, alle 22, dallo spettacolo di laser “Suoni e luci dalle mura”. Sabato sera il sempre attesissimo spettacolo pirotecnico dalle mura del Castello (sia venerdì sia sabato sera i negozi potranno rimanere aperti) e domenica mattina la disputa del Palio dei Santi Martiri a suon di giochi popolari in piazza e l’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria.

l.c.

GALLIATE - E adesso sono proprio “Cronache d’altri tempi”. Lo scorso weekend le “cene con la marchesa” in Castello hanno ufficialmente aperto il programma della rievocazione storica organizzata dalla Pro loco per ricordare quel lontano settembre 1651 in cui la marchesa Maria Aldobrandina Sforza fece dono alla comunità di Galliate della reliquie dei Santi Martiri Giusto e Aurelio. Per tre sere, uno splendido Castello illuminato solo dalla luce delle fiaccole ha fatto da cornice alle cene seicentesche in compagnia della marchesa e della sua corte, con animazione in costume, danze di nobili e popolani, spettacoli di giocoleria e mangiafuoco (ad opera degli artisti di Dimidimitri).

Questo fine settimana la manifestazione entrerà nel vivo: si parte da questa sera, venerdì, con la cerimonia della donazione delle reliquie, preceduta, alle 21, dal corteo storico per le vie cittadine e seguita, alle 22, dallo spettacolo di laser “Suoni e luci dalle mura”. Sabato sera il sempre attesissimo spettacolo pirotecnico dalle mura del Castello (sia venerdì sia sabato sera i negozi potranno rimanere aperti) e domenica mattina la disputa del Palio dei Santi Martiri a suon di giochi popolari in piazza e l’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria.

l.c.