Cultura
Cultura

Alla Marazza oltre 800 storie da tutta Italia per il premio Storia di Natale

La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 17 dicembre nel Salone d'onore della Villa Marazza.

Alla Marazza oltre 800 storie da tutta Italia per il premio Storia di Natale
Cultura Borgomanero, 06 Dicembre 2022 ore 09:57

Premio Storia di Natale a Borgomanero oltre 800 lavori dalle scuole di tutta Italia per il concorso 2022 con "Le rane" di Interlinea.

Storia di Natale alla Marazza: oltre 800 lavori da tutta Italia

Sono stati circa 800 i racconti e le storie pervenute da tutta Italia alla giuria dell’edizione 2022 del premio Storia di Natale, sezione scuole, indetto dalla Fondazione Marazza in collaborazione con Le rane Interlinea. «In tutti questi anni - ha spiegato il direttore della Fondazione Giovanni Cerutti - a vincere questo premio sono stati tra i migliori autori e illustratori di letteratura italiana per l’infanzia. Tra di loro ci sono diversi premi Andersen, e questo non può che farci piacere. Con la Marazza c’è un legame storico per questa iniziativa, e con Interlinea è una struttura ben collaudata». Il premio, che non si è fermato neanche con la pandemia, si compone di due sezioni: una riservata alle scuole e un’altra per gli autori.

Il vincitore della sezione Autori è Anselmo Roveda

Il vincitore di questa edizione è Anselmo Roveda con «Il furto di Natale», opera illustrata da Maria Chiara Di Giorgio ed edita da Le rane Interlinea. «Siamo contenti di aver ricostruito questo legame - ha continuato Cerutti nella conferenza di presentazione della cerimonia del premio, che si svolgerà nel salone d’onore di Villa Marazza sabato 17 dicembre alle 15 - e ora cerchiamo di radicarlo sempre di più». Le opere vincitrici della sezione scuole saranno comunicate il 17, e saranno pubblicate in un’antologia sempre da Interlinea, che sarà disponibile sia in versione cartacea che online. «L’opera di Roveda - ha poi detto Alessandra Alva, curatrice della collana “Le rane” di Interlinea - è una storia di Natale ma senza Babbo Natale, nella quale il Natale entra da un’altra angolazione. Ha dei tratti gialli, ed è illustrata da Maria Chiara Di Giorgio che a sua volta ha vinto il premio Andersen per l’illustrazione. I testi pervenuti per la sezione riservata alle scuole primarie sono molti di più rispetto al solito, notiamo una partecipazione entusiasta. L’antologia sarà pubblicata e distribuita gratuitamente a chi ne farà richiesta, oltre a chi sarà presente alla premiazione. Da quest’anno è attiva anche una collaborazione con Radio Magica, un portale web che offre materiali didattici e contenuti ispirati al principio del “design for all”».

Il risvolto sociale del premio

« Da 3 anni inoltre effettuiamo anche grazie a Cef Publishing delle donazioni di libri agli ospedali pediatrici sia del territorio che a livello nazionale. Si aggiungono a questi alcuni libri donati da privati grazie a una raccolta fondi di “Eppelà”». Dal 3 dicembre al 6 gennaio torna anche il Natale Junior Festival, una mini rassegna natalizia per i più piccoli tra Novara, Borgomanero e la Bassa Valsesia con la collaborazione della rete di biblioteche: «Questa iniziativa - hanno spiegato le bibliotecarie Paola Borsa e Cristina Petruzza, rispettivamente della sezione ragazzi e del centro rete interbibliotecario della fondazione Marazza - si sposa con “Nati per leggere”, sono previsti diversi appuntamenti per bambini dai 3 ai 6 anni, con alcuni approfondimenti per bimbi da 0 a 3 anni sia in Marazza che nelle 22 biblioteche aderenti al centro rete. Cerchiamo di attirare diverse iniziative, tutte le proposte vengono girate a tutte le biblioteche del sistema. Il 10 dicembre ci sarà anche un laboratorio a tema natalizio per le fasce d’età più alte, dalla primaria alle scuole di secondo grado, con l’associazione Mamre».
«Come assessore ho appoggiato questa iniziativa - ha spiegato Francesco Valsesia, assessore alla cultura della città - si lavora con i bambini e l’evento è espressamente dedicato al Natale. E’ un premio accattivante e coinvolgente, tanto che ci sono state partecipazioni da tutta Italia. Già questo aspetto dà la cifra della bellezza dell’iniziativa e del grande valore che ha per la città. Da quest’anno c’è anche il patrocinio della Regione Piemonte, che dà ulteriore lustro all’evento».

Seguici sui nostri canali