Cultura

Allo Chalet di Villa Faraggiana: “Con la befana al Museo di Meina”

Allo Chalet di Villa Faraggiana: “Con la befana al Museo di Meina”
Cultura 03 Gennaio 2016 ore 15:46

MEINA - Proseguono gli eventi al Museo di Meina (chalet di Villa Faraggiana), nel Novarese, collegati all'allestimento multimediale "Natus Est!", promosso dalla Fondazione UniversiCà.

Mercoledì 6 gennaio, dalle 16 alle 18.30in occasione dell'Epifania si svolgerà un pomeriggio all'insegna del divertimento per tutta la famiglia.

Sarà, infatti, possibile visitare il racconto virtuale sulle origini del Natale, che, attraverso effetti di luci, suoni e videoproiezioni emozionali, narra la storia della festività più attesa dell'anno, ma non solo.

Per l'occasione, tra il parco e le sale dello Chalet, si potrà incontrare anche una simpatica befana che intratterrà le famiglie, riservando ai più piccoli alcune piacevoli sorprese.

L'allestimento, che sta richiamando visitatori da diverse zone del Piemonte e della Lombardia, grazie anche all'utilizzo di tecnologie innovative e alla particolare formula narrativa dello "spectacle", vede l'animazione virtuale del pastore Gelindo a fare da guida nelle sale del Museo.

Un percorso temporizzato che illustra lo sviluppo della figura di Babbo Natale, l'interpretazione nelle varie culture dei Magi e della cometa, oltre alla classica narrazione della natività, passando per i primi abeti della storia. Anche le manifestazioni organizzate nel mese di dicembre, in particolare i due presepi viventi, hanno registrato la presenza di un folto pubblico.

Natus Est sarà visitabile ancora fino al 24 gennaio, in particolare durante pomeriggi dei week-end del 9-10, 16-17, 22-23-24. Ingresso libero e parcheggio interno.

mo.c.


MEINA - Proseguono gli eventi al Museo di Meina (chalet di Villa Faraggiana), nel Novarese, collegati all'allestimento multimediale "Natus Est!", promosso dalla Fondazione UniversiCà.

Mercoledì 6 gennaio, dalle 16 alle 18.30, in occasione dell'Epifania si svolgerà un pomeriggio all'insegna del divertimento per tutta la famiglia.

Sarà, infatti, possibile visitare il racconto virtuale sulle origini del Natale, che, attraverso effetti di luci, suoni e videoproiezioni emozionali, narra la storia della festività più attesa dell'anno, ma non solo.

Per l'occasione, tra il parco e le sale dello Chalet, si potrà incontrare anche una simpatica befana che intratterrà le famiglie, riservando ai più piccoli alcune piacevoli sorprese.

L'allestimento, che sta richiamando visitatori da diverse zone del Piemonte e della Lombardia, grazie anche all'utilizzo di tecnologie innovative e alla particolare formula narrativa dello "spectacle", vede l'animazione virtuale del pastore Gelindo a fare da guida nelle sale del Museo.

Un percorso temporizzato che illustra lo sviluppo della figura di Babbo Natale, l'interpretazione nelle varie culture dei Magi e della cometa, oltre alla classica narrazione della natività, passando per i primi abeti della storia. Anche le manifestazioni organizzate nel mese di dicembre, in particolare i due presepi viventi, hanno registrato la presenza di un folto pubblico.

Natus Est sarà visitabile ancora fino al 24 gennaio, in particolare durante pomeriggi dei week-end del 9-10, 16-17, 22-23-24. Ingresso libero e parcheggio interno.

mo.c.