Cultura

Amici del centro storico di Arona confermano Giovanni Lai presidente

Al centro degli sforzi dell'associazione il restauro di Santa Marta

Amici del centro storico di Arona confermano Giovanni Lai presidente
Arona, 20 Settembre 2020 ore 07:00

Amici del centro storico hanno confermato le cariche del direttivo. Giovanni Lai è confermato nel ruolo di presidente.

Amici del centro storico rinnovano il direttivo

L’associazione Amici del centro storico ha rinnovato il suo direttivo, che resterà in carica fino al 2022, con le prossime elezioni a gennaio 2023. Il direttivo risulta quindi composto da Giovanni Lai nel ruolo di presidente del sodalizio, Roberto Bertolino come suo vice, Antonio Guccione come tesoriere e Raffaella Del Favero come segretaria. Nel ruolo di consigliere sono stati invece eletti Giancarlo Barberis, Giammaria Nicola, Angelo Nicotera, Marilena Pirali e Angelo Poletti. Lo scopo dell’associazione, nata nel 1996, è la difesa delle tradizioni storiche e della tutela del patrimonio artistico-culturale delle città di Arona.

Gli interventi condotti nel corso degli anni

“Negli anni – scrivono dal sodalizio – l’Associazione ha operato con passione per realizzare quanto prevede il proprio statuto, molteplici sono le attività e gli interventi svolti,ne cito uno per tutti, la presenza costante di uno o più soci presso la Chiesa di Santa Maria di Loreto (nota agli aronesi come Santa Marta) di Piazza del Popolo per tenere aperte le porta e permettere ai visitatori di ammirarne le bellezze. Ciò è in atto dal 2010, in modo che nei giorni festivi e prefestivi il prezioso presidio storico culturale ed artistico è visitato da numerosi turisti. Lo scorso anno si sono contati ben 40.000 visitatori. Nel febbraio 2019 sono iniziati importanti lavori di risanamento e restauro di tutte le pareti murarie ,della Santa Casa e del coro ligneo. Anche in questo caso la presenza nella Chiesa dei volontari della Associazione ha permesso ai visitatori di visionare lo stato di avanzamento dei lavori del recupero architettonico in atto.  Entro dicembre p.v. è prevista la riapertura della Chiesa con una cerimonia di inaugurazione che sarà certo degna del lavoro svolto per restaurare un bene così prezioso! Il costo totale di simili interventi di restauro è di circa 300.000 euro, messi a disposizione da donazioni di fondazioni bancarie e di privati”.

L’appello per le donazioni

“L’Associazione “Amici del Centro Storico” – proseguono i volontari  – si è affiancata alla raccolta che la Parrocchia si propone: raggiungere l’obiettivo di 30.000,00 euro. Al presente le offerte coprono già circa l’86% della cifra prevista, per un ammontare che si aggira sui 25.750,00 euro. Per questo l’Associazione ritiene di invitare tutti coloro che hanno a cuore la conservazione dei beni storici e culturali della Città a contribuire con una propria offerta. Non importa l’entità della donazione, anche una piccola somma può fare la differenza. Si tratta di avere consapevolezza ed orgoglio per avere messo del proprio in un bene che, conservato nel tempo a venire , potrà essere fruito dalle future generazioni. Per questo forniamo qui di seguito alcuni dati per eventuali offerte che sono fiscalmente deducibili secondo la normativa vigente:

BOLLETTINO POSTALE:versamento su c.c. n°18205146, a favore di Fondazione Comunità Novarese onlus.IMPORTANTE CAUSALE: “Restauriamo Santa Marta Arona”.
Oppure:
BONIFICO BANCARIO su conto banco posta a favore della Fondazione Comunità Novarese onlus , Codice IBAN: IT63T07 6011 0100 0000 1820 5146
IMPORTANTE CAUSALE “ Restauriamo Santa Marta Arona””.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità