Cultura
Evento

Biblioteca di Castelletto si prepara all'open day di sabato 23

L'iniziativa si svolgerà per tutto il giorno, a partire dalle 9.30

Biblioteca di Castelletto si prepara all'open day di sabato 23
Cultura Arona, 20 Ottobre 2021 ore 10:21

Biblioteca di Castelletto si prepara ad aprire le sue porte per un importante evento il prossimo 23 ottobre. Spazio all'open day, con eventi per bambini, ragazzi e adulti.

Tutto pronto per l'open day

L'open day della biblioteca di Castelletto quest'anno sarà dedicato, nel settimo centenario della morte di Dante Alighieri (1321-2021), al sommo poeta, con due spettacoli-animazioni, rivolti rispettivamente a bambini (Mostruoso Dante) ed adulti (Amor mi mosse). A complemento della giornata, lo spettacolo "A spasso con Rodari", vuole rappresentare un omaggio al noto scrittore per l'infanzia (Gianni Rodari), nel giorno del suo compleanno. L'evento avrà luogo a partire dalle 9.30 e fino alle 17.30 di sabato 23 nelle sale della biblioteca.

Alle 10.30 "Mostruoso Dante"

Il primo evento in programma sarà "Mostruoso Dante", la cronaca di un viaggio infernale di e con Franca Nicoletta Villa. Lo spettacolo nasce per raccontare al pubblico bambino (6 - 10 anni) il personaggio di Dante Alighieri, il suo viaggio all'Inferno e soprattutto l'incontro con le presenze mostruose. Franca Nicoletta Villa lavora dal 1989 al 2020 con la Cooperativa Teatrale La Baracca di Monza nel mondo del teatro ragazzi. E' animatrice teatrale e promotrice culturale, attrice, ideatrice e artigiana di piccole scenografie, pupazzi e materiali di scena, nonché organizzatrice di rassegne teatrali per le scuole di ogni ordine e grado e per il pubblico di bambini e genitori.

Alle 15.30 "A spasso con Rodari, storie per giocare a inventare storie"

A seguire nel pomeriggio ci sarà spazio per lo spazio a cura del Teatro del sole dal titolo "A spasso con Rodari, storie per giocare a inventare storie", particolarmente indicato per i bambini dai 5 anni in su. "Uno strano personaggio, al pubblico rodariano noto come professor Grammaticus - dicono gli organizzatori - già inventore della macchina ammazza-errori, presenterà al mondo intero la sua nuova invenzione: un robot capace di memorizzare, selezionare , leggere, correggere e consigliare centinaia di libri. E quali libri consigliare se non quelli di Gianni Rodari? Le sue storie sono lievi e scorrevoli, poesie veloci e divertenti: raccontano con occhi sempre nuovi le cose di tutti i giorni. Divertendo i bambini, le storie del "maestro" Rodari insegnano loro a giocare e padroneggiare il linguaggio, svelano la magia della parola che apre a possibilità e significati molteplici. Hanno spesso come protagonisti gli ultimi e i più sfortunati, invitano alla tolleranza, al rispetto e alla pace.
Recitate, lette e cantate dal professore e dal suo aiutante robot, che non sempre funziona alla perfezione, queste storie rivelano che gli errori "non stanno nelle parole", ma nelle cose: bisogna correggere i dettati, ma bisogna soprattutto correggere il mondo. Che faccia allora irruzione l'immaginazione, che si usi una grammatica della fantasia, capace di liberare la parola e acchiappare l'errore, dandogli la possibilità di aprire finestre su nuovi mondi e nuove narrazioni".

Alle 17.30 "Amor mi mosse", viaggio attraverso l'Inferno della Divina Commedia

L'ultimo spazio ospitato nel corso dell'open day sarà quello curato da Guido Tonetti, storico presidente e attore del Teatro dei passi. La Commedia di Dante come non l’avete mai ascoltata: proposta attraverso un linguaggio tipico del teatro di narrazione comprensibile a tutti, adulti e ragazzi. Guido Tonetti ha frequentato l’Accademia d’Arte Drammatica del Piccolo Teatro di Milano quando era diretta da Giorgio Streheler. Grazie a questa esperienza, ha fondato e diretto per otto anni ad Arona una Scuola d’Arte Drammatica e corsi di drammatizzazione per bambini e ragazzi, con la collaborazione e l’appoggio di alcuni docenti dell’Accademia del Piccolo Teatro. Con la compagnia "Teatro dei Passi", da lui fondata e di cui è ancora direttore artistico, ha curato la messinscena di numerosi spettacoli di teatro classico e contemporaneo nonché il musical su Freddie Mercury da lui scritto. Nell'anno 2011 ha inizio il sodalizio artistico con la sua allieva Eleonora Pizzoccheri, attrice dotata di una presenza scenica quasi magnetica, bellissima voce e notevoli qualità interpretative, sodalizio ancora in atto.