BpN e Cst insieme per portare il volontariato in piazza

BpN e Cst insieme per portare il volontariato in piazza
Cultura 08 Ottobre 2015 ore 07:39

NOVARA - «Ripetiamo qualcosa che in questi anni ha sempre dato un ottimo risultato. L’iniziativa è il nostro modo di banca del territorio per ringraziare chi opera a favore del volontariato tutti i giorni. E’ giusto che una volta l’anno si possa fornire questa vetrina alle associazioni che fanno del bene la loro missione. Apprezziamo quanto fanno e per questo riproponiamo l’evento». Sono le parole con cui Franco Zanetta, presidente della Fondazione Banca Popolare di Novara, ieri mattina, alla sede storica della BpN, ha introdotto la conferenza di presentazione della terza edizione de “Il Bene in piazza”. Un evento che, sotto lo slogan “Il Bene moltiplica il Bene”, porta in pieno centro città moltissime associazioni e molti gruppi di Novara e della Valsesia attivi nel mondo del volontariato con un impegno che dura tutto l’anno, senza soste, senza giorni festivi che tengano. L’appuntamento quest’anno è fissato per sabato 10 ottobre, dalle 10 alle 19. A illustrare i dettagli della giornata, insieme a Zanetta, Gigi Zacchi, responsabile relazioni esterne della Banca Popolare di Novara e Daniele Giaime, presidente del Cst Centro servizi per il territorio solidarietà e sussidiarietà (l’ex Centro servizi per il volontariato, che ora raduna Novara e Vco per complessive 634 realtà del Bene).

La festa del volontariato è realizzata dalla Fondazione Banca Popolare di Novara insieme al Cst. Gli stand delle associazioni saranno posizionati in piazza Puccini e in via Fratelli Rosselli, nella parte che dà verso piazza Martiri. Nell’intera giornata ci saranno incontri e animazioni, a cura delle stesse associazioni, che così si faranno conoscere ai novaresi, presentando obiettivi e attività. «Quest’anno – ha spiegato Zanetta – abbiamo a disposizione solo 84 stand. Non siamo riusciti a porre più gazebo, ma saranno comunque tante le associazioni. Ci sarà anche il nostro stand, come anche quello del Cst». Giaime: «Ringrazio la Fondazione per l’attenzione che pone al mondo del volontariato, alla prassi del dono, che va incrementata e fatta conoscere. Dobbiamo stimolare la partecipazione e un evento come quello di sabato è una grande occasione in tal senso. Dobbiamo stimolare, incentivare la cultura della solidarietà».

L’allestimento prevede uno spazio centrale, denominato “Lo spazio del Bene”, che ospiterà alcuni momenti di intrattenimento e, durante la giornata, sarà a disposizione delle associazioni che vorranno usarlo per raccontarsi, presentare il loro lavoro o altro. In tarda mattinata, proprio da questo spazio, ci saranno i saluti delle autorità. E’ atteso anche il vescovo, monsignor Franco Giulio Brambilla.

Monica Curino


NOVARA - «Ripetiamo qualcosa che in questi anni ha sempre dato un ottimo risultato. L’iniziativa è il nostro modo di banca del territorio per ringraziare chi opera a favore del volontariato tutti i giorni. E’ giusto che una volta l’anno si possa fornire questa vetrina alle associazioni che fanno del bene la loro missione. Apprezziamo quanto fanno e per questo riproponiamo l’evento». Sono le parole con cui Franco Zanetta, presidente della Fondazione Banca Popolare di Novara, ieri mattina, alla sede storica della BpN, ha introdotto la conferenza di presentazione della terza edizione de “Il Bene in piazza”. Un evento che, sotto lo slogan “Il Bene moltiplica il Bene”, porta in pieno centro città moltissime associazioni e molti gruppi di Novara e della Valsesia attivi nel mondo del volontariato con un impegno che dura tutto l’anno, senza soste, senza giorni festivi che tengano. L’appuntamento quest’anno è fissato per sabato 10 ottobre, dalle 10 alle 19. A illustrare i dettagli della giornata, insieme a Zanetta, Gigi Zacchi, responsabile relazioni esterne della Banca Popolare di Novara e Daniele Giaime, presidente del Cst Centro servizi per il territorio solidarietà e sussidiarietà (l’ex Centro servizi per il volontariato, che ora raduna Novara e Vco per complessive 634 realtà del Bene).

La festa del volontariato è realizzata dalla Fondazione Banca Popolare di Novara insieme al Cst. Gli stand delle associazioni saranno posizionati in piazza Puccini e in via Fratelli Rosselli, nella parte che dà verso piazza Martiri. Nell’intera giornata ci saranno incontri e animazioni, a cura delle stesse associazioni, che così si faranno conoscere ai novaresi, presentando obiettivi e attività. «Quest’anno – ha spiegato Zanetta – abbiamo a disposizione solo 84 stand. Non siamo riusciti a porre più gazebo, ma saranno comunque tante le associazioni. Ci sarà anche il nostro stand, come anche quello del Cst». Giaime: «Ringrazio la Fondazione per l’attenzione che pone al mondo del volontariato, alla prassi del dono, che va incrementata e fatta conoscere. Dobbiamo stimolare la partecipazione e un evento come quello di sabato è una grande occasione in tal senso. Dobbiamo stimolare, incentivare la cultura della solidarietà».

L’allestimento prevede uno spazio centrale, denominato “Lo spazio del Bene”, che ospiterà alcuni momenti di intrattenimento e, durante la giornata, sarà a disposizione delle associazioni che vorranno usarlo per raccontarsi, presentare il loro lavoro o altro. In tarda mattinata, proprio da questo spazio, ci saranno i saluti delle autorità. E’ atteso anche il vescovo, monsignor Franco Giulio Brambilla.

Monica Curino