Giovani promesse

Cantante borgomanerese in semifinale al premio Mia Martini

L'allievo dell'Accademia dei laghi ha dato una buona prova di sé alla gara di Scalea

Cantante borgomanerese in semifinale al premio Mia Martini
Borgomanero, 22 Settembre 2020 ore 08:35

Cantante borgomanerese Valerio Corvo approda in semifinale al premio canoro Mia Martini.

Cantante borgomanerese protagonista di un prestigioso concorso

E’ un risultato di grande prestigio quello che ha raggiunto il giovanissimo cantante borgomanerese Valerio Corvo, reduce dalla partecipazione alle semifinali del Premio canoro Mia Martini. 18 anni, allievo della prestigiosa Accademia dei laghi di Arona, del maestro Marino Mora e della maestra di canto castellettese Giusy Mosca, Valerio ha già alle spalle una gavetta importante nel mondo della musica. Ha iniziato ad appassionarsi al canto quando aveva solo 9 anni e da allora si è esibito nel corso di numerose manifestazioni. A gennaio ha superato le audizioni del premio dedicato alla memoria di Mia Martini, organizzate dalla sua maestra di canto e con la presenza in giuria di Debbie Summa, vocal coach di Suor Cristina, la vincitrice del talent “The Voice”.

Le parole della maestra Giusy Mosca

“Per lui che vorrebbe trasformare la passione per il canto nel suo futuro – dice la maestra Giusy Mosca – questo concorso ha rappresentato un’occasione di crescita importante e un’esperienza bellissima. Nonostante si sia esibito più volte a Villa Torretta per la manifestazione Volontariato in musica, questo è stato il suo primo concorso. Ci ha raggiunti a Scalea, in provincia di Cosenza, in compagnia della mamma. Non ha passato l’ostacolo della semifinale, ma per lui questo è stato comunque un grandissimo successo. La sua voce è quasi quella di un tenore e gli auguro di poter entrare per davvero a far parte di questo mondo nel suo futuro”. Al termine della manifestazione canora il giovane cantante è stato premiato dal patron del concorso, Nino Romeo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità