Volontariato

Castelletto accoglie un’associazione filantropica cavalleresca

La nuova associazione si chiama Portus Pauperum Commilitonum Christi

Castelletto accoglie un’associazione filantropica cavalleresca
Arona, 27 Ottobre 2020 ore 07:00

Castelletto accoglie una nuova associazione ispirata alla figura dei cavalieri medievali. Il suo nome è “Portus pauperum commilitonum Christi”.

L’inaugurazione della panchina rossa è solo rimandata

La presentazione del progetto della “panchina rossa” in programma per sabato al parco comunale Sibilia e organizzata dall’associazione Portus Pauperum Commilitonum Christi, è stata infatti rinviata, ma il gruppo non rinuncia a far sentire la sua voce organizzando iniziative su tutto il territorio. Sabato 17 ottobre il programma prevedeva l’inaugurazione di una mostra benefica in sala polivalente con un gruppo di artisti intenzionati a lanciare un messaggio forte contro la violenza sulle donne. Il pomeriggio avrebbe dovuto proseguire quindi con l’inaugurazione della panchina rossa e i fondi raccolti grazie alle donazioni dei partecipanti sarebbero stati utilizzati per finanziare un importante progetto benefico che prevede l’acquisto di apparecchiature per aerosol da donare ai medici del paese.

Il progetto continua

“E’ un progetto che portiamo avanti da tempo – dice il presidente dell’associazione, Marco Benedetti – e grazie alle donazioni raccolte abbiamo potuto acquistare 14 apparecchi per aerosol. Dodici apparecchi sono stati consegnati ai medici del paese, che li porteranno alle famiglie più bisognose, mentre i restanti due aerosol li abbiamo donati alla comunità mamma-bambino di Casalbeltrame, sulla quale stiamo concentrando i nostri sforzi”.

Castelletto accoglie un gruppo filantropico

Quella presieduta da Benedetti è una tipica associazione filantropica, sulla falsariga dell’esperienza dei circoli Lions e Rotary. “Il gruppo – continua Benedetti – è stato fondato a luglio. E’ un’associazione no profit di ispirazione cavalleresca. Ci autofinanziamo con i nostri eventi e le risorse dei soci per fare del bene e aiutare chi ha maggiore bisogno. Il Gran Consiglio dell’associazione è partito con sei persone, ma attualmente il gruppo comprende in totale una decina di soci. Tra di noi è presente anche un arciduca tedesco. In questo momento ci siamo concentrati sui bisogni della comunità di Casalbeltrame, per la quale organizzeremo un pranzo natalizio e altre iniziative benefiche”. I rappresentanti dell’associazione vorrebbero poter organizzare in futuro una cerimonia di accoglienza in chiesa, con il giuramento dei nuovi membri, che in questo modo si impegnano ad adoperarsi per le persone bisognose. Nel gruppo si può entrare come soci simpatizzanti, oppure si può scegliere di diventare soci a tutti gli effetti. Per farlo è necessario contattare la segreteria dell’associazione in via Santa Lucia, 15 o chiamando al numero di cellulare 334.7444626. Se le condizioni lo permetteranno l’associazione vorrebbe presto organizzare anche gite, incontri informativi e culturali.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità