Cultura

“Che tempo che fa” a Novara con Luca Mercalli

“Che tempo che fa” a Novara con Luca Mercalli
Cultura 10 Novembre 2015 ore 16:47

NOVARA – Sarà il presidente della Società Meteorologica Italiana, il volto noto di “Che tempo che fa”, Luca Mercalli, il primo “ospite” illustre della mostra “Dalla pietra alla rete”, a cura di Roberto Cicala su un secolo di cartografia novarese, che si inaugura giovedì 12 novembre alle ore 17 nella Sala Casorati in via Silvio Pellico 15 a Novara (nelle foto in anteprima l’allestimento).
“Le migliori mappe della nostra vita” è il titolo della serata di venerdì 13 novembre, con inizio alle ore 21. Mercalli dialogherà con Sergio Conti, presidente della Società Geografica Italiana, nella stessa sede espositiva di via Silvia Pellico, a fianco del Liceo artistico. Il pubblico che arriverà per le 20,30 potrà fare una visita guidata alla mostra apertasi.

NOVARA – Sarà il presidente della Società Meteorologica Italiana, il volto noto di “Che tempo che fa”, Luca Mercalli, il primo “ospite” illustre della mostra “Dalla pietra alla rete”, a cura di Roberto Cicala su un secolo di cartografia novarese, che si inaugura giovedì 12 novembre alle ore 17 nella Sala Casorati in via Silvio Pellico 15 a Novara (nelle foto in anteprima l’allestimento).
“Le migliori mappe della nostra vita” è il titolo della serata di venerdì 13 novembre, con inizio alle ore 21. Mercalli dialogherà con Sergio Conti, presidente della Società Geografica Italiana, nella stessa sede espositiva di via Silvia Pellico, a fianco del Liceo artistico. Il pubblico che arriverà per le 20,30 potrà fare una visita guidata alla mostra apertasi.
Luca Mercalli è editorialista della “Stampa” e dirige la rivista “Nimbus” occupandosi di ricerca sulla storia del clima e dei ghiacciai delle Alpi. Noto al pubblico televisivo italiano per la partecipazione alla trasmissione Rai di Fabio Fazio, collabora con Climate Broadcast Network dell’Unione Europea ed è componente del comitato scientifico di ASPO Italia, associazione per lo studio del picco del petrolio. Ricercatore su paleoclimi, ghiacciai, sostenibilità ambientale e comunicazione scientifica, tra i suoi libri si segnalano: Filosofia delle nuvole (Rizzoli, 2008), Che tempo che farà (Rizzoli, 2009) e Viaggi nel tempo che fa (Einaudi, 2010), Prepariamoci (Chiarelettere, 2011, premio Selezione Bancarella 2012), Clima bene comune (Bruno Mondadori, 2013).
Sergio Conti, insegna Geografia economica presso l’Università degli Studi di Torino ed è stato docente presso diverse università straniere, dalla Columbia University di New York alla Sorbona di Parigi, collaborando con organismi internazionali quali l’OCSE e l’Unione Europea. È presidente del FAI Piemonte e Valle d’Aosta e membro del Consiglio Direttivo di Europa Nostra.
La mostra “Dalla pietra alla rete” sarà inaugurata dal presidente della Provincia di Novara Matteo Besozzi che ha promosso il progetto culturale e didattico affidato al Laboratorio di editoria dell’Università cattolica di Milano: la mostra storica e didattica sull’evoluzione della cartografia dell’Istituto Geografico De Agostini che ha passato il testimone l’anno scorso a Geo4Map resterà aperta fino al 12 dicembre con ingresso libero e con un ricco programma collaterale di conferenze serali e incontri per le scuole.
Dopo la prima serata di venerdì, giovedì 26 novembre, alle 21, è in programma l’incontro su “L’evoluzione e il paesaggio raccontati dalle carte geografiche” con Telmo Pievani, dell’Università di Padova, e Marcella Schmidt di Friedberg, dell’Università di Milano Bicocca; modera Stefano Giuliani, di Geo4Map.

Quindi la serata di lunedì 30 novembre, sempre alle 21, sarà dedicata a “Guidàti dalle mappe tra storia ed economia” con Alessandro Barbero e Cesare Emanuel, rispettivamente storico e rettore dell’Università del Piemonte Orientale; modera Roberto Cicala, dell’Università Cattolica di Milano.

v.s.