Dal 14 maggio la mostra fotografica "L’uomo e l'ambiente"

Dal 14 maggio la mostra fotografica "L’uomo e l'ambiente"
Cultura 05 Maggio 2015 ore 13:53

NOVARA – Sarà allestita a partire dal prossimo 14 maggio al Broletto la mostra fotografica “L’uomo e l’ambiente. Fotografi italiani e internazionali dalle collezioni fotografiche novaresi” organizzata dal Comitato dei Clubs Novaresi insieme al Comune di Novara e la Diocesi di Novara.
In esclusiva cinque imprenditori aprono i loro archivi alla città. Una grande occasione per conoscere i patrimoni culturali privati, dedicata ai cittadini e a tutti i visitatori italiani e internazionali attesi durante Expo 2015.
In armonia con la tradizione dei Clubs di servizio, i proventi della mostra saranno devoluti all’Associazione Gocce di Solidarietà Onlus, che fa parte della Diocesi di Novara. In particolare il contributo sarà destinato a supporto del Progetto Emporio Solidale che ha lo scopo di rispondere concretamente alle nuove condizioni di povertà che, con l’aggravarsi della crisi, vedono coinvolte sempre più famiglie.

NOVARA – Sarà allestita a partire dal prossimo 14 maggio al Broletto la mostra fotografica “L’uomo e l’ambiente. Fotografi italiani e internazionali dalle collezioni fotografiche novaresi” organizzata dal Comitato dei Clubs Novaresi insieme al Comune di Novara e la Diocesi di Novara.
In esclusiva cinque imprenditori aprono i loro archivi alla città. Una grande occasione per conoscere i patrimoni culturali privati, dedicata ai cittadini e a tutti i visitatori italiani e internazionali attesi durante Expo 2015.
In armonia con la tradizione dei Clubs di servizio, i proventi della mostra saranno devoluti all’Associazione Gocce di Solidarietà Onlus, che fa parte della Diocesi di Novara. In particolare il contributo sarà destinato a supporto del Progetto Emporio Solidale che ha lo scopo di rispondere concretamente alle nuove condizioni di povertà che, con l’aggravarsi della crisi, vedono coinvolte sempre più famiglie.
L’esposizione, che si terrà fino al 31 ottobre 2015, si declina attraverso un percorso che si snoda nel complesso Monumentale del Broletto. Una panoramica di più di 70 fotografie tratte da un patrimonio culturale di rilievo dove le opere di grandi esponenti della fotografia italiana, da Gabriele Basilico a Luigi Ghirri, s’intrecciano a nomi di rilevanza internazionale, da Annie Leibovitz a Mona Hatoum, da Tomas Saraceno a Becky Beasley.
Le curatrici Kitti Bolognesi, Mariateresa Cerretelli e Samantha Primati che fanno parte del GRIN (Gruppo Redattori Iconografici Nazionale), hanno operato una precisa selezione per permettere ai visitatori una riflessione sulla fotografia. Strumento efficace nel raccontare luoghi, ma anche sentimenti. Potente nella registrazione di memoria ed emozioni.
Il filo rosso che attraversa questa carrellata di immagini è lo sguardo degli autori impegnato a raccontare intimamente lo spazio della loro realtà. Non ci sono confini. Qui lo spazio è inteso in senso assoluto, analitico. È rappresentato dai luoghi che circondano l’uomo Spazio naturale, dalle sue emozioni Spazio intimo, e dalla sua immaginazione Spazio immaginato. Una geometria euclidea dell’individuo nella realtà.
Il progetto espositivo è stato reso possibile grazie al sostegno di: Fondazione Banca Popolare di Novara, Comoli, Ferrari & C. Spa, De Agostini, Igor Srl, Italgrafica Srl, Mirato Spa, KPMG Spa, Ponti Spa, Sermedia Srl, Studio Miazzo.
L’iniziativa gode del patrocinio della Società Fotografica Novarese. Per l’occasione è stato realizzato un catalogo con tutte le opere presentate alla mostra. Gli orari di visita sono: martedì/venerdì dalle 9 alle 12,30 e dalle 14 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 19 (chiuso il lunedì). Il biglietto d’ingresso costa 3 euro, sono previste visite guidate e laboratori per la scuola primaria.

v.s.