Cultura
Fino al 17 ottobre

E' iniziato da Arona il tour della mostra “Liberi di imparare”

Nella sede della Pro Loco di Largo Vidale

E' iniziato da Arona il tour della mostra “Liberi di imparare”
Cultura Arona, 17 Settembre 2021 ore 06:55

E' approdata ad Arona il 10 settembre la mostra “Liberi di imparare”, frutto della collaborazione iniziata nel 2018 tra il Museo Egizio, la Direzione della Casa Circondariale ‘Lorusso e Cutugno’ e l’Ufficio del Garante dei diritti delle persone private della libertà del Comune di Torino.

La mostra

Si tratta della prima tappa di un tour dell’esposizione, ideato in collaborazione con Unpli Piemonte, comitato regionale dell’Unione nazionale pro loco d’Italia, e con il patrocinio della Regione Piemonte.

Fino al 17 ottobre 2021 la Pro Loco di Arona ospiterà, presso l’ufficio turistico della località sul Lago Maggiore, la mostra, che proseguirà il suo viaggio sul territorio piemontese, trovando ospitalità di volta in volta presso altre Pro Loco. Un’opportunità molto apprezzata dal Museo Egizio, che da anni dedica attenzione e risorse alla promozione della sua collezione anche in Piemonte.

“Liberi di imparare” espone le copie di alcuni reperti dell’antico Egitto, realizzate dai detenuti delle sezioni scolastiche della Casa Circondariale dell’Istituto tecnico “Plana” e del Primo Liceo Artistico, tra cui la Cappella di Maia, gli affreschi della tomba di Iti e Neferu, i ritratti del Fayyum, l’ostrakon della ballerina. Gli oggetti riprodotti fedelmente dai detenuti, al termine di un corso di formazione con egittologi del Museo torinese, hanno ricevuto l’apprezzamento dei vertici del Museo Egizio.

“E’ un orgoglio, ma soprattutto un onore per la nostra città poter ospitare la mostra ‘Liberi di Imparare’ - dichiara Chiara Autunno, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Arona - I valori culturali e sociali che incarna rappresentano il connubio ideale per un importante arricchimento personale che sono certa i visitatori sapranno apprezzare. Ringrazio gli enti e i soggetti che direttamente o indirettamente ne hanno permesso la realizzazione”.