Fedelissimi: 50 anni da ricordare

Fedelissimi: 50 anni da ricordare
Cultura 18 Maggio 2015 ore 17:46

NOVARA - Ieri sera poco prima delle 18 la squadra di Toscano ha ricevuto l’ennesimo abbraccio da parte dei propri tifosi radunati sotto il palco di Piazza Martiri. Il pomeriggio di Evacuo e compagni era cominciato con una ricca grigliata a Novarello; una fila interminabile di salamelle componevano una gigantesca “B”. Il tempo di smaltire… le libagioni ed ecco giocatori e staff tecnico scendere dall’ormai celebre pullman nero per ricevere gli ultimi applausi di una settimana indimenticabile.
Il primo a parlare è stato il presidente De Salvo che non si è voluto perdere un solo minuto dei festeggiamenti. Ma il vero boato è stato quello che ha accolto il mister salutato da un prolungato coro “Mimmo-Mimmo”. Poi il microfono è passato ai giocatori. A partire da “Charlie” Ludi cui la gente ha voluto tributare un riconoscimento speciale per aver sofferto lontano dal campo. Sul proscenio è salito presto Pablo Gonzalez che ha inaugurato il “tormentone” di questo caldo pomeriggio : i compagni volevano che Bergamelli replicasse la proposta di matrimonio fatta da Donnarumma del Teramo alla propria fidanzata allo stadio contro l’Ascoli. Dario se l’è cavata con eleganza, limitandosi a dire “sono un tipo riservato….”. A togliere le castagne dal fuoco ci ha pensato Faragò che ha annunciato delle nozze rese improbabili dalla sua giovane età. Poi tutti i giocatori hanno acclamato l’immancabile De Mani gridando al cielo “Lorenzo uno di noi” a ringraziamento del grande lavoro svolto da tutto lo staff che opera dietro le quinte.
Poi è salita sul palco anche l’intera squadra della Igor Volley Novara accolta dal commovente sostegno dei ragazzi del “Baluardo” e da qualche isolata contestazione, spenta subito dal puntuale intervento del presidente Durante. Marchioni, Pedullà e la capitana Guiggi hanno voluto ringraziare il pubblico che li ha sostenuti con la promessa di portare presto a Novara lo scudetto che sfugge dall’ormai lontano 2002.
A margine si sono svolte le premiazioni dei tornei di Calcio a 5 (vinto dall’Unione Veterani davanti ai “Fedelissimi”) e di “Calcio balilla umano” (ha trionfato la selezione del “Coordinamento”). Ultimo evento la partita di Football Sala con El Salvador che ha piegato la rappresentativa lombardo-piemontese.
In mattinata erano salite sul palco anche le ragazze del Pgs Issa Novara promosse in serie C nonchè rappresentanti del Volley Novara e dell’Amatori Rugby Novara ancora in attesa di disputare la partita decisiva. Non c’è che dire, la festa per i 50 anni del “Club Fedelissimi” è arrivata in un week end di grande fermento per tutto lo sport novarese!
Massimo Barbero

NOVARA - Ieri sera poco prima delle 18 la squadra di Toscano ha ricevuto l’ennesimo abbraccio da parte dei propri tifosi radunati sotto il palco di Piazza Martiri. Il pomeriggio di Evacuo e compagni era cominciato con una ricca grigliata a Novarello; una fila interminabile di salamelle componevano una gigantesca “B”. Il tempo di smaltire… le libagioni ed ecco giocatori e staff tecnico scendere dall’ormai celebre pullman nero per ricevere gli ultimi applausi di una settimana indimenticabile.
Il primo a parlare è stato il presidente De Salvo che non si è voluto perdere un solo minuto dei festeggiamenti. Ma il vero boato è stato quello che ha accolto il mister salutato da un prolungato coro “Mimmo-Mimmo”. Poi il microfono è passato ai giocatori. A partire da “Charlie” Ludi cui la gente ha voluto tributare un riconoscimento speciale per aver sofferto lontano dal campo. Sul proscenio è salito presto Pablo Gonzalez che ha inaugurato il “tormentone” di questo caldo pomeriggio : i compagni volevano che Bergamelli replicasse la proposta di matrimonio fatta da Donnarumma del Teramo alla propria fidanzata allo stadio contro l’Ascoli. Dario se l’è cavata con eleganza, limitandosi a dire “sono un tipo riservato….”. A togliere le castagne dal fuoco ci ha pensato Faragò che ha annunciato delle nozze rese improbabili dalla sua giovane età. Poi tutti i giocatori hanno acclamato l’immancabile De Mani gridando al cielo “Lorenzo uno di noi” a ringraziamento del grande lavoro svolto da tutto lo staff che opera dietro le quinte.
Poi è salita sul palco anche l’intera squadra della Igor Volley Novara accolta dal commovente sostegno dei ragazzi del “Baluardo” e da qualche isolata contestazione, spenta subito dal puntuale intervento del presidente Durante. Marchioni, Pedullà e la capitana Guiggi hanno voluto ringraziare il pubblico che li ha sostenuti con la promessa di portare presto a Novara lo scudetto che sfugge dall’ormai lontano 2002.
A margine si sono svolte le premiazioni dei tornei di Calcio a 5 (vinto dall’Unione Veterani davanti ai “Fedelissimi”) e di “Calcio balilla umano” (ha trionfato la selezione del “Coordinamento”). Ultimo evento la partita di Football Sala con El Salvador che ha piegato la rappresentativa lombardo-piemontese.
In mattinata erano salite sul palco anche le ragazze del Pgs Issa Novara promosse in serie C nonchè rappresentanti del Volley Novara e dell’Amatori Rugby Novara ancora in attesa di disputare la partita decisiva. Non c’è che dire, la festa per i 50 anni del “Club Fedelissimi” è arrivata in un week end di grande fermento per tutto lo sport novarese!
Massimo Barbero