Dal 3 all’8 settembre

Festival sull’acqua 2024: grandi nomi internazionali ad Arona

Direzione artistica di Dacia Maraini

Festival sull’acqua 2024: grandi nomi internazionali ad Arona
Pubblicato:

Il festival sull’acqua 2024 è stato immaginato dalla direttrice artistica Dacia Maraini come un incontro tra artisti di fama nazionale e internazionale, la generazione emergente del teatro italiano e la partecipazione attiva della comunità locale alla produzione artistica.
E’ il senso più profondo di Act, di una comunità teatrale che con le sue onde si propaga oltre i confini della città, e nella città porta elementi nuovi che ne ampliano i legami e le relazioni.

Dal 3 all’8 settembre ad Arona

“Quest’anno abbiamo il più alto numero di spettacoli e artisti mai ospitati in città - dice il presidente di Act, Luca Petruzzelli - con 15 proposte diverse e un centinaio di interpreti coinvolti. Per noi il Festival è una vera festa che vuole portare bellezza, gioia, creatività e partecipazione”.
“Se non crediamo nel futuro e nella creatività di un Paese come l’Italia, tutto muore - commenta la direttrice artistica Dacia Maraini - La nostra iniziativa ad Arona è basata sulla credibilità e sulla costruzione del futuro. Abbiamo delle cose da dire, da comunicare e questo è il Festival Teatro sull’acqua. La città di Arona è nei miei pensieri e nel mio immaginario durante tutto l’anno, anche se non vivo lì, per scegliere e realizzare quanto vedrete”.

L’illustrazione di Andrea Tarella, manifesto del festival 2024, racconta le suggestioni della nuova produzione e la bellezza stessa del lago, dei suoi misteri, delle sue storie. Una di queste è dunque il progetto di dialogo artistico tra acqua e teatro che vedrà la messa in scena, sul lagoscenico di piazza del Popolo, di “RANOTTE - La fiaba del lago”, testo di Alberto Fumagalli e regia di Ludovica D’Auria. Il progetto sarà co-prodotto con la compagnia Les Moustaches vincitori nel 2023 del premio Iceberg di Hystrio come miglior compagnia under 35 italiana.
Accanto ai professionisti, anche il coinvolgimento di artisti e comparse locali e degli immancabili remattori.

 

Il programma dettagliato QUI.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali