Il Carnevale Novarese non è ancora finito

Il Carnevale Novarese non è ancora finito
18 Febbraio 2015 ore 14:09

NOVARA – Il “Gran ballo dei bambini” che si è tenuto ieri pomeriggio al Palazzetto dello Sport di viale Verdi per festeggiare Martedì Grasso doveva essere l’ultimo atto del Carnevale Novarese 2015. E invece la città vivrà ancora una giornata di festa sabato 21 febbraio quando verrà recuperata la grande sfilata dei carri. L’evento non si era potuto infatti tenere sabato scorso a causa del maltempo ed era stato sostituito da una festa al Palazzetto di viale Verdi con la presenza del gruppo folcloristico Brighella di Bergamo, dei volontari della Croce Rossa e dell’associazione “Un sorriso per Luca” di Cameri. La sfilata partirà alle ore 14.30 da via Ardemagni-viale Kennedy, proseguirà lungo corso Vercelli, largo Cantelli, largo Leonardi, corso Torino, via Biglieri, corso XX Settembre, piazza Martiri della Libertà, via F.lli Rosselli, Angolo delle Ore, corso Cavour. I carri si fermeranno in piazza Cavour dove avverrà l’esibizione della banda musicale e saranno consegnati i premi dedicati al poeta dialettale novarese Enrico Occhetti.  La poesia più bella sarà letta sul palco e saranno premiate la classe più numerosa, le mascherine più spiritose e riconoscimenti sotto forma di targhe con il nuovo logo di Carnevale disegnato dall’artista Silviano Meroni saranno consegnati agli sponsor che con i loro contributi hanno consentito la realizzazione del Carnevale. Non mancheranno la musica da ballare tutti insieme e la merenda e tante caramelle per tutti i bambini. Il Carnevale Novarese, lo ricordiamo, è stato organizzato dall’Associazione culturale Re Biscottino in collaborazione con il Comune di Novara. Sarà proprio la corte settecentesca del Re Sandrino Berutti e della Regina Cuneta (un’instancabile e sempre sorridente Giusy Sardo) ad aprire la sfilata a cui parteciperanno i carri e i gruppi a tema degli oratori novaresi e anche provenienti dai paesi della provincia. Ad esempio l’associazione Carnevalspettacolo di Ghemme sarà presente con i suoi costumi ispirati all’enogastronomia novarese e ne presterà anche agli alunni della scuola “Rigutini” di Novara. Oltre a essere impegnati nei vari appuntamenti del Carnevale a Novara e dintorni il Re, la Regina e il loro seguito hanno in questo periodo intrapreso un vero e proprio “tour de force”: durante la settimana al mattino sono andati a trovare i bambini delle scuole elementari e al pomeriggio gli anziani delle case di riposo, inoltre hanno partecipato alle sfilate dei Carnevali di Modena, Verona, Loano, Cambiano, Trofarello e tanti altri ancora sempre molto apprezzati e fotografati.

Valentina Sarmenghi

NOVARA – Il “Gran ballo dei bambini” che si è tenuto ieri pomeriggio al Palazzetto dello Sport di viale Verdi per festeggiare Martedì Grasso doveva essere l’ultimo atto del Carnevale Novarese 2015. E invece la città vivrà ancora una giornata di festa sabato 21 febbraio quando verrà recuperata la grande sfilata dei carri. L’evento non si era potuto infatti tenere sabato scorso a causa del maltempo ed era stato sostituito da una festa al Palazzetto di viale Verdi con la presenza del gruppo folcloristico Brighella di Bergamo, dei volontari della Croce Rossa e dell’associazione “Un sorriso per Luca” di Cameri. La sfilata partirà alle ore 14.30 da via Ardemagni-viale Kennedy, proseguirà lungo corso Vercelli, largo Cantelli, largo Leonardi, corso Torino, via Biglieri, corso XX Settembre, piazza Martiri della Libertà, via F.lli Rosselli, Angolo delle Ore, corso Cavour. I carri si fermeranno in piazza Cavour dove avverrà l’esibizione della banda musicale e saranno consegnati i premi dedicati al poeta dialettale novarese Enrico Occhetti.  La poesia più bella sarà letta sul palco e saranno premiate la classe più numerosa, le mascherine più spiritose e riconoscimenti sotto forma di targhe con il nuovo logo di Carnevale disegnato dall’artista Silviano Meroni saranno consegnati agli sponsor che con i loro contributi hanno consentito la realizzazione del Carnevale. Non mancheranno la musica da ballare tutti insieme e la merenda e tante caramelle per tutti i bambini. Il Carnevale Novarese, lo ricordiamo, è stato organizzato dall’Associazione culturale Re Biscottino in collaborazione con il Comune di Novara. Sarà proprio la corte settecentesca del Re Sandrino Berutti e della Regina Cuneta (un’instancabile e sempre sorridente Giusy Sardo) ad aprire la sfilata a cui parteciperanno i carri e i gruppi a tema degli oratori novaresi e anche provenienti dai paesi della provincia. Ad esempio l’associazione Carnevalspettacolo di Ghemme sarà presente con i suoi costumi ispirati all’enogastronomia novarese e ne presterà anche agli alunni della scuola “Rigutini” di Novara. Oltre a essere impegnati nei vari appuntamenti del Carnevale a Novara e dintorni il Re, la Regina e il loro seguito hanno in questo periodo intrapreso un vero e proprio “tour de force”: durante la settimana al mattino sono andati a trovare i bambini delle scuole elementari e al pomeriggio gli anziani delle case di riposo, inoltre hanno partecipato alle sfilate dei Carnevali di Modena, Verona, Loano, Cambiano, Trofarello e tanti altri ancora sempre molto apprezzati e fotografati.

Valentina Sarmenghi

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità