Cultura
Cultura locale

Il nuovo calendario dialettale di Borgomanero con la Loggia dei 13 orchi

Il calendario in burbanellu rigoroso, è stato curato da Daniele Godio.

Il nuovo calendario dialettale di Borgomanero con la Loggia dei 13 orchi
Cultura Borgomanero, 03 Dicembre 2022 ore 07:31

Dato alle stampe il calendario dialettale di Borgomanero a cura della Loggia dei 13 orchi.

Con la Loggia dei 13 orchi il calendario dialettale di Borgomanero

Arriva dalla borgomaneresissima «Loggia dei 13 Orchi» il Calendario 2023 rigorosamente in dialetto. Dopo due anni di stop causato dalla pandemia di Covid-19, ritorna il calendario in vernacolo locale: giorni, Santi, lune e feste patronali (vicine e lontane), unitamente all’avvenimento del mese riferito all’anno con finale 3. Un esempio: nel giugno 1963 celebra, nella chiesetta di San Marco, la prima messa don Enrico Masseroni, divenuto poi Vescovo di Mondovì e successivamente di Vercelli. A Monsignor Masseroni si aggiungono altri personaggi: il Ciclone, Re Faruk e tante altre realtà del nostro territorio.

Sarà donato alle associazioni di volontariato che lo distribuiranno

Il Calendario 2023 dei “Trozz’orchi” sarà donato alle associazioni di volontariato del territorio, per volere appunto del direttivo del sodalizio. Saranno poi le Onlus cittadine che lo distribuiranno.
«E’ nostra intenzione – dicono dal direttivo dei 13 Orchi – fare in modo che, da uno strumento della tradizione come il calendario, possa nascere una beneficenza a favore della città; siamo orgogliosi di questa realizzazione». Aggiunge Tiziano Godio (alias la mitica Sciora Togna): «Tutto questo per mantenere vive le nostre tradizioni grazia alla Loggia degli orchi e all’impegno dell’amico Daniele».

Il calendario 2023 è stato realizzato da Daniele Godio, che con un lavoro di ricerca certosino ogni anno ripercorre la storia degli eventi più e dei personaggi più celebri del territorio, consultando anche molti archivi di fotografie e documenti per corredare le storie con immagini d’epoca molto suggestive e rare.

Seguici sui nostri canali