Cultura

In biblioteca con Telefono Azzurro laboratori sui diritti dei bambini

In biblioteca con Telefono Azzurro laboratori sui diritti dei bambini
Cultura 28 Ottobre 2015 ore 17:39

NOVARA – Inizierà sabato 14 novembre e proseguirà per tre sabati consecutivi il progetto “L’ABC dei Diritti dei Bambini” condotto da Telefono Azzurro Novara in collaborazione con la Biblioteca Civica Carlo Negroni – sezione ragazzi. I laboratori – che avranno luogo sabato 14, sabato 21 e sabato 28 novembre dalle 10:30 alle 12 – si propongono di avvicinare i bambini dai 6 agli 8 anni alla lettura e comprensione della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
Attraverso brevi letture di gruppo e attività grafico-manipolative i piccoli partecipanti verranno sensibilizzati su tre grandi temi toccati dalla Convenzione, ovvero: il diritto al nome e all’identità, il diritto all’espressione di sé e delle proprie emozioni, il diritto all’ascolto. In maniera autonoma e giocosa i bambini saranno dunque portati a riflettere sull’importanza di conoscere, rispettare e garantire questi diritti a sé stessi e agli altri senza alcuna discriminazione, assecondando i principi generali della Convenzione Onu.

NOVARA – Inizierà sabato 14 novembre e proseguirà per tre sabati consecutivi il progetto “L’ABC dei Diritti dei Bambini” condotto da Telefono Azzurro Novara in collaborazione con la Biblioteca Civica Carlo Negroni – sezione ragazzi. I laboratori – che avranno luogo sabato 14, sabato 21 e sabato 28 novembre dalle 10:30 alle 12 – si propongono di avvicinare i bambini dai 6 agli 8 anni alla lettura e comprensione della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
Attraverso brevi letture di gruppo e attività grafico-manipolative i piccoli partecipanti verranno sensibilizzati su tre grandi temi toccati dalla Convenzione, ovvero: il diritto al nome e all’identità, il diritto all’espressione di sé e delle proprie emozioni, il diritto all’ascolto. In maniera autonoma e giocosa i bambini saranno dunque portati a riflettere sull’importanza di conoscere, rispettare e garantire questi diritti a sé stessi e agli altri senza alcuna discriminazione, assecondando i principi generali della Convenzione Onu.
Pensato in occasione del ventiseiesimo anniversario della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza – promulgata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 Novembre 1989 – il progetto verrà realizzato con l’importante sostegno della Fondazione della Comunità del Novarese Onlus, attraverso l’erogazione di un contributo del Fondo Minori.
Proprio grazie al generoso contributo della Fondazione e alla gentile ospitalità della Biblioteca, l’accesso ai laboratori sarà totalmente gratuito. Ricordiamo tuttavia l’iscrizione obbligatoria e il numero massimo di 20 partecipanti per incontro.
Per informazioni e iscrizioni rivolgersi alla Sezione Ragazzi della Biblioteca Civica Carlo Negroni tel. 0321-3702819, biblioteca.ragazzi@comune.novara.it.

Sempre la Biblioteca Civica Carlo Negroni propone con l’Associazione culturale Muse e con il sostegno ancora una volta della Fondazione Comunità del Novarese Onlus, della Fondazione Faraggiana e dell’Ordine dei medici Veterinari della provincia di Novara, il percorso “Ti affido Fido, il rispetto per gli animali come lievito di convivenza civile”. L’iniziativa è dedicata alle scuole novaresi e a quelle di alcuni paesi che aderiscono al sistema bibliotecario del basso novarese. Viene ripetuta quest’anno dopo il successo del progetto pilota, che ha visto alcune classi del territorio avvicinarsi agli animali sotto la guida di una veterinaria esperta e la 3a B della scuola Bellini di Novara realizzare con le proprie mani uno spot con più di 2400 visualizzazioni.

Il nuovo percorso prevede un ampliamento della rete di collaborazione con le istituzioni scolastiche del territorio, che vedrà coinvolte classi della scuola secondaria di primo grado, della scuola primaria, della scuola d’infanzia, con l’obiettivo di sostenerle nel compito di educare i ragazzi all’assunzione di comportamenti consapevoli e responsabili attraverso la promozione di attività dedicate al rispetto dei diritti di tutti gli esseri viventi. L’edizione 2015-2016 vedrà, inoltre, nuove collaborazioni con l’ Associazione L’Ontano e la Ca’ di Asu e il Liceo Artistico Casorati – Gruppo H.Le due fasi del progetto anche questa volta prevedono una proposta educativa di zooantropologia didattica condotta dalla dottoressa Fabrizia Canepa e una formativa sulla comunicazione visuale a cura di Associazione Muse.

Gli incontri di zooantropologia didattica consentiranno agli studenti di entrare in modo dinamico in relazione con gli animali. Le lezioni saranno interattive e porteranno all’acquisizione attiva di competenze che inducono alla cooperazione, alla comunicazione, all’ascolto. Le attività laboratoriali muovono dall’importanza riconosciuta all’immagine dalle nuove generazioni, che usano documentare attraverso foto e video molteplici momenti della propria quotidianità per poi condividerli con i coetanei attraverso la rete. Si realizzeranno una serie di mini video sul rapporto uomo-animale che permettano ai ragazzi delle scuole secondarie di primo livello di esercitare competenze di stampo giornalistico, oltre a fornire le basi della tecnica di realizzazione video e alle conoscenze necessarie per un primo approccio con software specifici, così da stimolare le loro creatività attraverso un uso più consapevole e “maturo” della nuove tecnologie. Il risultato sarà una web serie che sarà visibile sia su un canale youtube dedicato, sulla pagina Facebook e sul sito web già esistente tiaffidofido.org.
Per i bambini più piccoli della scuola dell’infanzia è previsto un percorso di letture ad alta voce sia nella sede della Biblioteca di Corso Cavallotti sia presso le scuole d’infanzia del sistema, che sono coinvolte con letture espressive affidate ad animatori.
A conclusione del percorso educativo–culturale sarà realizzato un evento pubblico di restituzione alla cittadinanza delle attività realizzate che prevede la visione del materiale video prodotto dai ragazzi.

v.s.