Cultura

"La musica è pericolosa"

"La musica è pericolosa"
Cultura 18 Marzo 2016 ore 12:34

NOVARA - Il cartellone 2015/2016 del Teatro Coccia si arricchisce con un evento fuori stagione molto speciale: si tratta dello spettacolo musicale con protagonista Nicola Piovani dal titolo "La musica è pericolosa – Concertato", un racconto musicale, narrato dagli strumenti che agiscono in scena – pianoforte, contrabbasso, percussioni, sassofono, clarinetto, chitarra, violoncello, fisarmonica. A scandire le stazioni di questo viaggio musicale in libertà, Nicola Piovani racconta al pubblico il senso di questi frastagliati percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di De André, di Fellini, di Magni, di registi spagnoli, francesi, olandesi, per teatro, cinema, televisione, cantanti strumentisti, alternando l’esecuzione di brani teatralmente inediti a nuove versioni di brani più noti, riarrangiati per l’occasione. Nel racconto teatrale la parola arriva dove la musica non può arrivare, ma, soprattutto, la musica la fa da padrona là dove la parola non sa e non può arrivare. I video di scena integrano il racconto con immagini di film, di spettacoli e, soprattutto, immagini che artisti come Luzzati e Manara hanno dedicato all’opera musicale di Piovani.

Con il grande compositore, che sarà sul palco al pianoforte, ci saranno Marina Cesari al sax e clarinetto,Pasquale Filastò violoncello, chitarra e mandoloncello, Ivan Gambini alla batteria e alle percussioni, Marco Loddo al contrabbasso e Rossano Baldini alle tastiere e alla fisarmonica.

I biglietti saranno in vendita a partire da giovedì 24 marzo presso la biglietteria del teatro e online su www.fondazioneteatrococcia.it. I prezzi vanno da 15 a 30 euro interi e da 12 a 24 i ridotti a seconda dei settori.  

v.s.

 

NOVARA - Il cartellone 2015/2016 del Teatro Coccia si arricchisce con un evento fuori stagione molto speciale: si tratta dello spettacolo musicale con protagonista Nicola Piovani dal titolo "La musica è pericolosa – Concertato", un racconto musicale, narrato dagli strumenti che agiscono in scena – pianoforte, contrabbasso, percussioni, sassofono, clarinetto, chitarra, violoncello, fisarmonica. A scandire le stazioni di questo viaggio musicale in libertà, Nicola Piovani racconta al pubblico il senso di questi frastagliati percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di De André, di Fellini, di Magni, di registi spagnoli, francesi, olandesi, per teatro, cinema, televisione, cantanti strumentisti, alternando l’esecuzione di brani teatralmente inediti a nuove versioni di brani più noti, riarrangiati per l’occasione. Nel racconto teatrale la parola arriva dove la musica non può arrivare, ma, soprattutto, la musica la fa da padrona là dove la parola non sa e non può arrivare. I video di scena integrano il racconto con immagini di film, di spettacoli e, soprattutto, immagini che artisti come Luzzati e Manara hanno dedicato all’opera musicale di Piovani.

Con il grande compositore, che sarà sul palco al pianoforte, ci saranno Marina Cesari al sax e clarinetto,Pasquale Filastò violoncello, chitarra e mandoloncello, Ivan Gambini alla batteria e alle percussioni, Marco Loddo al contrabbasso e Rossano Baldini alle tastiere e alla fisarmonica.

I biglietti saranno in vendita a partire da giovedì 24 marzo presso la biglietteria del teatro e online su www.fondazioneteatrococcia.it. I prezzi vanno da 15 a 30 euro interi e da 12 a 24 i ridotti a seconda dei settori.  

v.s.

 

 

Seguici sui nostri canali