Cultura

Land Art al Parco del Ticino e Lago Maggiore

Land Art al Parco del Ticino e Lago Maggiore
Cultura 16 Giugno 2015 ore 10:16

CAMERI - Nell’ambito della splendida cornice di Villa Picchetta, sede del Parco del Ticino e Lago Maggiore, si è inaugurata sabato 13 giugno un’opera di Land Art - l’arte fatta con la natura e nella natura - installata dal duo artistico Opla+ composto da Giorgio Chiarello e Marco Pasian e liberamente visitabile dal pubblico nel Parco e idealmente collegata a Expo Milano 2015 e agli altri Parchi su cui si svolge il progetto “Land Art in Cascina”.

Questo progetto culturale, sviluppato dall’Associazione Arte in Cascina, insieme con Fondazione Triulza e con il sostegno di AzzeroCO2, presenta cinque artisti vincitori di una Call internazionale lanciata con l’obiettivo di selezionare un’opera di Land Art da installare ed esporre nell’area verde del Padiglione della Società Civile in Expo Milano 2015, e altre quattro in parchi e oasi naturali di Piemonte e Lombardia. Lo scopo è raccontare visivamente l'intersezione tra arte e natura. Oltre al Parco del Ticino e del Lago Maggiore, gli altri parchi coinvolti nel progetto sono il Bosco del WWF di Vanzago, il Bosco il Città di Milano e la Scuola Agraria del Parco di Monza.

Secondo Marco Mario Avanza - il Commissario Straordinario Ente Parchi Ticino Lago Maggiore – “la cultura e l’arte, strettamente correlate alla natura, attraggono a conoscere e visitare il Parco Piemontese del Ticino, luogo unico di percezioni sensoriali che dona una carica di energia ai propri fruitori".

L’intento del Parco del Ticino e Lago Maggiore è anche quello di dare ulteriore valore al territorio attraverso il mezzo della Land Art come espressione dell'uomo in armonia con la natura, offrendo uno spazio di visita e fruizione delle opere artistiche nei parchi coinvolgendo il pubblico, oltre a promuovere la sostenibilità, tema centrale di Expo Milano 2015.

«Le opere vincitrici - spiega Marcello Donini, Presidente dell’Associazione Arte in Cascina - offriranno l’occasione per avvicinarsi e lasciarsi coinvolgere da questa forma d’arte innovativa e sempre sorprendente che utilizza materiali come rami, legno, paglia, pietre, per la realizzazione di installazioni e opere inserite nella natura».

In Cascina Triulza a Expo Milano 2015, oltre alla presentazione dell’opera vincitrice del “Premio Cascina Triulza” intitolata “Foglia” della giovane artista valtellinese Elena Milani, è previsto il 25 giugno un workshop dal titolo "La Land Art come strumento di promozione del territorio" sul tema delle opportunità di sviluppo turistico e culturale offerte da questa forma d’arte a cui parteciperà il Commissario Straordinario Ente Parchi Ticino Lago Maggiore, Marco Mario Avanza,  che porterà la testimonianza del Parco piemontese.

v.s.

 

CAMERI - Nell’ambito della splendida cornice di Villa Picchetta, sede del Parco del Ticino e Lago Maggiore, si è inaugurata sabato 13 giugno un’opera di Land Art - l’arte fatta con la natura e nella natura - installata dal duo artistico Opla+ composto da Giorgio Chiarello e Marco Pasian e liberamente visitabile dal pubblico nel Parco e idealmente collegata a Expo Milano 2015 e agli altri Parchi su cui si svolge il progetto “Land Art in Cascina”.

Questo progetto culturale, sviluppato dall’Associazione Arte in Cascina, insieme con Fondazione Triulza e con il sostegno di AzzeroCO2, presenta cinque artisti vincitori di una Call internazionale lanciata con l’obiettivo di selezionare un’opera di Land Art da installare ed esporre nell’area verde del Padiglione della Società Civile in Expo Milano 2015, e altre quattro in parchi e oasi naturali di Piemonte e Lombardia. Lo scopo è raccontare visivamente l'intersezione tra arte e natura. Oltre al Parco del Ticino e del Lago Maggiore, gli altri parchi coinvolti nel progetto sono il Bosco del WWF di Vanzago, il Bosco il Città di Milano e la Scuola Agraria del Parco di Monza.

Secondo Marco Mario Avanza - il Commissario Straordinario Ente Parchi Ticino Lago Maggiore – “la cultura e l’arte, strettamente correlate alla natura, attraggono a conoscere e visitare il Parco Piemontese del Ticino, luogo unico di percezioni sensoriali che dona una carica di energia ai propri fruitori".

L’intento del Parco del Ticino e Lago Maggiore è anche quello di dare ulteriore valore al territorio attraverso il mezzo della Land Art come espressione dell'uomo in armonia con la natura, offrendo uno spazio di visita e fruizione delle opere artistiche nei parchi coinvolgendo il pubblico, oltre a promuovere la sostenibilità, tema centrale di Expo Milano 2015.

«Le opere vincitrici - spiega Marcello Donini, Presidente dell’Associazione Arte in Cascina - offriranno l’occasione per avvicinarsi e lasciarsi coinvolgere da questa forma d’arte innovativa e sempre sorprendente che utilizza materiali come rami, legno, paglia, pietre, per la realizzazione di installazioni e opere inserite nella natura».

In Cascina Triulza a Expo Milano 2015, oltre alla presentazione dell’opera vincitrice del “Premio Cascina Triulza” intitolata “Foglia” della giovane artista valtellinese Elena Milani, è previsto il 25 giugno un workshop dal titolo "La Land Art come strumento di promozione del territorio" sul tema delle opportunità di sviluppo turistico e culturale offerte da questa forma d’arte a cui parteciperà il Commissario Straordinario Ente Parchi Ticino Lago Maggiore, Marco Mario Avanza,  che porterà la testimonianza del Parco piemontese.

v.s.