Novara

"Le Notti di Cabiria": primo spettacolo nel segno dell'impegno civile

Parte la settima edizione, tante le iniziative collegate: dal "biglietto sospeso" alle audiodescrizioni, e anche una proposta per incentivare l'uso della bici

"Le Notti di Cabiria": primo spettacolo nel segno dell'impegno civile
Pubblicato:
Aggiornato:

Il primo appuntamento de “Le Notti di Cabiria”, giunte alla settima edizione andrà in scena nello Spazio Nòva con Lorena Ranieri e il suo spettacolo di impegno civile: “Nel tuo nome” in programma venerdì 17 maggio alle 21.

Lo spettacolo "Nel tuo nome"

Si alza il sipario sulla settima edizione della rassegna teatrale che proseguirà fino al 15 novembre 2024. Un progetto organizzato in collaborazione con Piemonte dal Vivo nell’ambito del bando Corto Circuito.

Lo spettacolo, proposto da Teatro dell’alveo BabELF Teatro, per la regia di Sara Valerio e con la collaborazione di Rosanna Piemontese ed Eugenio Piemontese, nel 2023 ha vinto il Premio JAM GALA 2023 Bab*ELF Teatro.

La rappresentazione viene presentata così: "Ad un anno dall’ennesima strage lungo le coste di Steccato di Cutro, l’opinione pubblica e le cariche più alte dello Stato italiano discutono ancora le responsabilità di chi avrebbe potuto evitare queste morti. Neppure identificare un colpevole basterebbe a restituire la vita alle centinaia di persone scomparse in mare e mai identificate, né a risvegliare in noi una nuova umanità, presente ma troppo annegata nel raggiungimento di obiettivi sempre più individualistici, dimentica dell’altro che ci viene incontro, portatore degli stessi bisogni e desideri che viviamo quotidianamente".

"Questa umanità smarrita - prosegue il racconto dello spettacolo - vive nel cuore di Maria, abitante di un piccolo paese di mare in Calabria, che come un’Antigone di oggi, tenta di dare un nome alle vittime, vuole seppellirle, e vincere la propria indifferenza di donna tranquilla, devota al lavoro e alle piccole cose che ama. Maria siamo noi spettatori che gridiamo con lei: che cosa posso fare io?".

Il racconto avviene in forma di monologo dove l’attrice rivive il ricordo del marito in un dialogo immaginario con lui. L’intero racconto è svolto in italiano con alcuni passaggi importanti nella narrazione in dialetto calabrese adattato per permettere allo spettatore di comprendere il significato. La forza di questo monologo è affidata interamente ad una recitazione, in un racconto vissuto in prima persona dall’attrice e portato con autenticità, come tramandato da una zia o una madre presente sulla scena a servizio e in dialogo con lo spettatore.

Parte importante è la lavorazione della rete da pesca che diventa un racconto nel racconto attraverso la manipolazione sensoriale e la storia di artigianalità. Il racconto avviene di notte, in cui Maria da tempo non riesce a dormire e cerca di scrivere ovunque, dalle pareti della sua stanza agli oggetti, i nomi delle vittime che nessuno è riuscito a salvare, come a lasciare ai posteri una traccia della propria umanità e del desiderio di non dimenticarli.

Aperitivo

A chi arriva un’ora prima dello spettacolo i direttori artistici Elena Ferrari e Mariano Arenella presenteranno la stagione, spettacolo per spettacolo, rispondendo a tutte le tue domande, bevendo una birra e mangiando in compagnia.

Audiodescrizioni, omaggi per chi arriva in bici e "biglietto sospeso"

Audiodescrizioni in diretta a ci sarà anche una visita sensoriale sul palco condotta dalla stessa attrice Lorena Ranieri. Per prenotazioni  infocabiriateatro@gmail.com Tel e whatsapp: 3382387395.

Anche quest'anno il pubblico è invitato a raggiungere i luoghi degli spettacolo in bici.  Alle prime cinque persone che arriveranno in bici e pubblicheranno su Ig e Fb una storia taggata #lenottidicabiriasarà verrà offerta una birra.

E c'è anche il "Biglietto sospeso": "Chi può pagare paghi, chi non può riceva. Potrete lasciare un biglietto sospeso per chi ne ha più bisogno"​.

Biglietti in vendita su VIVATICKET.COM : intero 12,00€, ridotto 10,00€ (per chi acquista con prevendita consigliata su vivaticket.com e per pubblico under 20).

Apertura cassa nei giorni di spettacolo a partire da due ore prima dell'inizio dello spettacolo

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali