Cultura

Notte di San Lorenzo, tutti gli appuntamenti per stare col naso all’insù

Notte di San Lorenzo, tutti gli appuntamenti per stare col naso all’insù
Cultura 08 Agosto 2016 ore 15:05

Incontrare l’amore, risolvere un problema di salute occorso noi o ai cari, trovare un posto di lavoro o semplicemente un po’ di gioia: ognuno di noi ha di certo un desiderio che spera di veder realizzato. E chi più o chi meno guarderà al cielo mercoledì 10 agosto sperando che una stella cadente lo aiuti a realizzarlo. Come sempre, poi, sono diversi gli appuntamenti per osservare il cielo in occasione della notte di San Lorenzo, la prima in cui diventa più visibile la caduta dello sciame delle Perseidi (così sono definite dai tecnici le stelle cadenti). Mercoledì sera, ad esempio, sarà aperto a tutti l’osservatorio Galileo di Suno. E gli esperti astrofili del gruppo saranno anche all’oratorio di San Giacomo a Trontano e in località Cavenago a Ghemme con i loro telescopi. Se, invece, preferite una serata più poetica, ecco la notte bianca delle stelle di Maggiora (leggi qui http://www.corrierediborgomanero.it/it/web/non-solo-stelle-a-san-lorenzo-a-maggiora-tanti-eventi-e-uno-sguardo-al-passato-30785/sez/borgomanero). Se, invece, vi è venuta voglia di approfondire il tema dell’osservazione astronomica, l’Associazione Supervulcano Valsesia promuoverà venerdì 12 un incontro sul tema. Relatore sarà Marco Cotogni, ingegnere aeronautico e collaborazione di agenzie spaziali nazionali ed internazionali. Alle 18 presso l’Info Point di Prato Sesia affronterà il tema “L’osservazione astronomica. Immersi nell’oscurità”.l.pa.

Incontrare l’amore, risolvere un problema di salute occorso noi o ai cari, trovare un posto di lavoro o semplicemente un po’ di gioia: ognuno di noi ha di certo un desiderio che spera di veder realizzato. E chi più o chi meno guarderà al cielo mercoledì 10 agosto sperando che una stella cadente lo aiuti a realizzarlo. Come sempre, poi, sono diversi gli appuntamenti per osservare il cielo in occasione della notte di San Lorenzo, la prima in cui diventa più visibile la caduta dello sciame delle Perseidi (così sono definite dai tecnici le stelle cadenti). Mercoledì sera, ad esempio, sarà aperto a tutti l’osservatorio Galileo di Suno. E gli esperti astrofili del gruppo saranno anche all’oratorio di San Giacomo a Trontano e in località Cavenago a Ghemme con i loro telescopi. Se, invece, preferite una serata più poetica, ecco la notte bianca delle stelle di Maggiora (leggi qui http://www.corrierediborgomanero.it/it/web/non-solo-stelle-a-san-lorenzo-a-maggiora-tanti-eventi-e-uno-sguardo-al-passato-30785/sez/borgomanero). Se, invece, vi è venuta voglia di approfondire il tema dell’osservazione astronomica, l’Associazione Supervulcano Valsesia promuoverà venerdì 12 un incontro sul tema. Relatore sarà Marco Cotogni, ingegnere aeronautico e collaborazione di agenzie spaziali nazionali ed internazionali. Alle 18 presso l’Info Point di Prato Sesia affronterà il tema “L’osservazione astronomica. Immersi nell’oscurità”.l.pa.

Seguici sui nostri canali