Educazione

Patentino per smartphone: la nuova iniziativa dell’Asl e della Regione

Coinvolti nel progetto mille studenti del Novarese

Patentino per smartphone: la nuova iniziativa dell’Asl e della Regione
Novara, 19 Febbraio 2020 ore 09:47

Patentino per smartphone: è questa l’idea lanciata dall’Asl di Novara in collaborazione con le istituzioni del territorio.

Patentino per smartphone: ecco il nuovo progetto

La Regione, con la collaborazione delle Asl, dell’Ufficio scolastico territoriale di Novara , delle Forze dell’ordine, dell’Arpa Piemonte e degli enti locali, lancia una nuova iniziativa destinata a consapevolizzare i giovani sulle responsabilità nell’uso dello smartphone. Un percorso educativo e formativo per rendere più consapevoli i ragazzi sull’uso del cellulare, partendo dalla formazione del corpo docente, da parte degli operatori dell’Asl  (Psicologia, Neuropsichiatria Infantile e Dipartimento Materno Infantile) e delle Forze dell’ordine e una parte di formazione online realizzata da Arpa Piemonte.  Successivamente gli insegnanti formeranno gli studenti, i quali, così come per poter guidare il ciclomotore, dovranno dotarsi di un “patentino”.

Il coinvolgimento delle famiglie

“Il patentino per lo smartphone – scrivono infatti dall’Asl – sarà consegnato dopo avere partecipato al corso tenuto dall’insegnante, superato uno specifico esame e aver sottoscritto un patto come assunzione di Responsabilità condivisa tra genitori e figli. Questo a significare l’importanza del coinvolgimento della famiglia in una alleanza operativa a tutela dei ragazzi con il mondo della scuola, le forze dell’ordine, gli operatori della sanità pubblica. Il progetto, finalizzato ad un uso consapevole e alla prevenzione dei rischi di un uso inadeguato dello smartphone, si inserisce nell’area tematica del benessere e prevenzione di rischi del fenomeno del bullismo e cyberbullismo”.

Coinvolti mille studenti

Nella provincia di Novara attualmente sono stati coinvolti gli Istituti Comprensivi di Cerano (Vespolate e Cerano), di Cameri, di Gattico, di Borgomanero 2 (Borgomanero e Boca), di Galliate e di San Maurizio d’Opaglio, nonché il Convitto Carlo Alberto Novara, l’Istituto “Montalcini” di Novara, il “Duca d’Aosta” di Novara e l’Istituto “Fornara Ossola” di Novara, per un numero complessivo circa 1000 studenti. I corsi sono partiti lunedì 17 febbraio e il prossimo è previsto il 27 febbraio 2020 alle 14.30, presso l’Istituto Tecnico Industriale Giacomo Fauser di Novara.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità