Cultura

Per S. Valentino, Casa Bossi .... in love

Per S. Valentino, Casa Bossi .... in love
Cultura 15 Febbraio 2016 ore 02:00

Ieri, 14 febbraio, Casa Bossi ha ospitato la seconda edizione dell’Indie Market, evento dedicato alla produzione artistica artigianale indipendente e rivolto ai nuovi operatori della creatività artigianale come designers, makers, editori e produttori di innovazione, che hanno potuto così cogliere quest’occasione per presentare al pubblico le loro creazioni. Una manifestazione che si è svolta in un giorno speciale, quello di San Valentino, tradizionalmente dedicato agli innamorati, in cui l’edificio dell’Antonelli è  diventato “Casa Bossi in love”. 

“Questa manifestazione –ha spiegato Domenico Amoroso, volontario del Comitato d’amore per Casa Bossi – ha un duplice scopo, fare di Casa Bossi un centro di eventi per la città e far riscoprire l’artigianato ai novaresi, abbiamo poi voluto sfruttare la ricorrenza di San Valentino per dichiarare il nostro amore per Casa Bossi e per la città. L’affluenza nel complesso è positiva, abbiamo espositori del nostro territorio e provenienti anche da altre parti d’Italia, per il futuro siamo aperti anche ad altre collaborazioni”.

Nel corso della giornata vi sono stati anche momenti di spettacolo e intrattenimento per grandi e piccoli ad opera di Danza Viva, Happy Days di Trecate, Nora Photo Booth di Torino e Trattoria dello Stadio di Novara, che insieme ad Atl della Provincia di Novara hanno sponsorizzato l’evento, oltre a momenti “golosi” come l’offerta di cioccolata calda e macarons da parte della stessa Trattoria dello Stadio. Particolarmente originale il flashmob dal titolo “Un bacio sotto la cupola”, promosso dall’Associazione InNovara, lo scatto di una foto all’interno di una cornice da condividere sui social network. Infine spazio per la cultura, con la lettura di sonetti di Shakespeare e di brani poetici dedicati a Novara ad opera dell’Associazione InNovara e dell’Associazione Nuares.it, entrambe partner della manifestazione, e le visite guidate gratuite di Casa Bossi, alle quali hanno partecipato numerosi.

Questo a Novara. Intanto ad Arona incuranti del freddo e della giornata che certo tutto ispirava tranne che... un bagno, sono stati ben 55, ieri mattina, i temerari che si sono tuffati nell’acqua gelida del Lago Maggiore per il tradizionale “Cimento invernale” aronese, giunto quest’anno alla quarantesima edizione. Il tuffo di gruppo nel lago, che come sempre ha visto la partecipazione di grandi (la veterana ha 72 anni) e piccini, si è colorato quest’anno di rosso:

vista la coincidenza con San Valentino, tutti si sono immersi nel lago con un palloncino (nella foto di Sandon).

Benedetta Rosina

Ieri, 14 febbraio, Casa Bossi ha ospitato la seconda edizione dell’Indie Market, evento dedicato alla produzione artistica artigianale indipendente e rivolto ai nuovi operatori della creatività artigianale come designers, makers, editori e produttori di innovazione, che hanno potuto così cogliere quest’occasione per presentare al pubblico le loro creazioni. Una manifestazione che si è svolta in un giorno speciale, quello di San Valentino, tradizionalmente dedicato agli innamorati, in cui l’edificio dell’Antonelli è  diventato “Casa Bossi in love”. 

“Questa manifestazione –ha spiegato Domenico Amoroso, volontario del Comitato d’amore per Casa Bossi – ha un duplice scopo, fare di Casa Bossi un centro di eventi per la città e far riscoprire l’artigianato ai novaresi, abbiamo poi voluto sfruttare la ricorrenza di San Valentino per dichiarare il nostro amore per Casa Bossi e per la città. L’affluenza nel complesso è positiva, abbiamo espositori del nostro territorio e provenienti anche da altre parti d’Italia, per il futuro siamo aperti anche ad altre collaborazioni”.

Nel corso della giornata vi sono stati anche momenti di spettacolo e intrattenimento per grandi e piccoli ad opera di Danza Viva, Happy Days di Trecate, Nora Photo Booth di Torino e Trattoria dello Stadio di Novara, che insieme ad Atl della Provincia di Novara hanno sponsorizzato l’evento, oltre a momenti “golosi” come l’offerta di cioccolata calda e macarons da parte della stessa Trattoria dello Stadio. Particolarmente originale il flashmob dal titolo “Un bacio sotto la cupola”, promosso dall’Associazione InNovara, lo scatto di una foto all’interno di una cornice da condividere sui social network. Infine spazio per la cultura, con la lettura di sonetti di Shakespeare e di brani poetici dedicati a Novara ad opera dell’Associazione InNovara e dell’Associazione Nuares.it, entrambe partner della manifestazione, e le visite guidate gratuite di Casa Bossi, alle quali hanno partecipato numerosi.

Questo a Novara. Intanto ad Arona incuranti del freddo e della giornata che certo tutto ispirava tranne che... un bagno, sono stati ben 55, ieri mattina, i temerari che si sono tuffati nell’acqua gelida del Lago Maggiore per il tradizionale “Cimento invernale” aronese, giunto quest’anno alla quarantesima edizione. Il tuffo di gruppo nel lago, che come sempre ha visto la partecipazione di grandi (la veterana ha 72 anni) e piccini, si è colorato quest’anno di rosso:

vista la coincidenza con San Valentino, tutti si sono immersi nel lago con un palloncino (nella foto di Sandon).

Benedetta Rosina

Seguici sui nostri canali