Menu
Cerca
Ricordo

Per San Defendente l’Aib di Invorio ha ricordato padre Marciano Morra

Padre Marciano Morra aveva portato la testimonianza della vita di Padre Pio a Invorio.

Per San Defendente l’Aib di Invorio ha ricordato padre Marciano Morra
Cultura Alto Novarese, 04 Febbraio 2021 ore 09:35

Con la celebrazione per il patrono San Defendente, la squadra Aib di Invorio ha ricordato la figura di padre Marciano Morra, recentemente scomparso.

L’Aib di Invorio ha ricordato padre Marciano Morra per San Defendente

E’ sempre capillare il raggio d’azione dell’Aib (Anti incendi boschivi), che ricorda la recente scomparsa di padre Marciano Morra: «Era il segretario generale dei gruppi di preghiera di Padre Pio che ci portarono la statua per il trentesimo anniversario della nostra fondazione – dice il caposquadra Alfonso Curella – emergono i nostri nostalgici ricordi, quando dieci anni fa, in occasione di San Defendente, abbiamo avuto l’onore di averlo tra di noi. Ci consegnarono le statue di San Pio, da collocare nella piccola cappella in sede e per il cippo all’inizio della zona del Duno. Ognuno di noi ebbe l’opportunità di dialogare con lui e ricevere parole di sostegno. Padre Marciano visse oltre vent’anni insieme a Padre Pio: nei suoi racconti ci offrì testimonianze sulla sua vita e simpatici aneddoti del santo». Ed è ancora viva la memoria dei festeggiamenti per l’edizione 2021 di San Defendente, svoltasi domenica 10 gennaio per la 15ª volta in frazione Mescia. Con la presenza di molte autorità intervenute anche via streaming, è andata in scena una buona rappresentanza di volontari e personalità, limitata al periodo, afferente a quasi tutte le squadre della Provincia. Il parroco invoriese don Marco Annovazzi ha impartito la benedizione ai mezzi con cui l’Aib svolge le proprie attività a beneficio del bene comune. «Siamo attivi di supporto all’Amministrazione comunale per le attività legate alla pandemia. I volontari non vedono l’ora di riprendere la manutenzione del verde e di prevenzione. E speriamo di poter organizzare martedì 16 febbraio “Trippartiamo”, evento culinario rimandato per ben due volte nel 2020. Per l’estate si sta valutando la “Festa del riso” il primo sabato di luglio e la celebrazione del 40° anniversario della nostra fondazione. La squadra nacque i primi giorni di luglio 1981, io ero un ragazzino ma ero già presente – spiega Curella, presidente del gruppo dal 1994 – mi occupavo del magazzino e delle radio in dotazione. Il primo magazzino era sotto le scuole elementari, venne poi spostato l’anno dopo per un allagamento».