Cultura

Percorso teatrale per l'ambiente: lo spettacolo diffuso sul territorio (e tra gli atti ci si sposta in bicicletta)

Per informazioni sugli spettacoli (che pure raccontano il territorio nelle sue specialità da punti di vista molto particolari ed esclusivi) e approfondimenti è possibile consultare il sito www.accademiadeifolli.com.

Percorso teatrale per l'ambiente: lo spettacolo diffuso sul territorio (e tra gli atti ci si sposta in bicicletta)
Cultura Alto Novarese, 06 Luglio 2021 ore 09:49

E' partita domenica 4 luglio la prima edizione dell'iniziativa che sarà replicata ancora il 18 luglio e in agosto.

Percorso teatrale per l'ambiente: via allo spettacolo diffuso sul territorio

Toccherà anche i due centri di Meina e Lesa, e più precisamente di Ghevio e Solcio, lo spettacolo teatrale organizzato dall’accademia dei Folli. L’iniziativa, oltre a essere caratterizzata dall’essere un unico spettacolo in 5 atti e in 5 territori diversi (Castelletto, Dormelletto, Oleggio Castello, Meina e Lesa, tra i quali ci si dovrà spostare o in bicicletta oppure con un servizio navetta con auto elettrica), affianca all’innovazione teatrale anche un forte intento ambientalista. All’organizzazione dell’iniziativa infatti partecipa anche il circolo locale di Legambiente. «Il progetto artistico - spiegano gli organizzatori - infatti, è stato ideato anche e soprattutto per valorizzare un territorio molto pregiato dal punto di vista naturalistico, sia nelle zone più lacustri sia nell’entroterra. Oleggio Castello, Ghevio, Solcio e Castelletto Ticino, oltre ad ospitare due importanti riserve naturali protette ed essere inseriti in un’area MAB riconosciuta dall’Unesco, sono anche percorsi da torrenti che sono dei veri e propri corridoi ecologici che mettono in comunicazione le colline dell’entroterra con il lago: zone umide che accolgono la più grande biodiversità della Terra ma che sono sensibili anche all’impatto della pressione antropica e dunque vanno maggiormente tutelate. Il percorso proposto da TOURtheater diventa quindi un’occasione per scoprire, attraverso l’arte e la cultura, una delle ricchezze inestimabili del nostro Paese. Per questo motivo Legambiente ha deciso di sostenere il progetto, ritenendolo un esempio concreto di valorizzazione di una comunità, di un territorio e della sua biodiversità. È in questa logica che si inserisce la scelta di affidarsi alla bicicletta per rispondere alla mission di portare il teatro in strada, anzi sul Lago. TOURtheater è stato pensato come un tour ciclabile cadenzato da tappe teatrali, per un’ora e mezza circa di pedalata complessiva. Tuttavia, gli itinerari proposti e organizzati attraverso una mappa, la guida del viandante-spettatore, prevedono due possibili modalità di spostamento: in bici, appunto, con un itinerario di quasi 25 km in bici per 95 minuti di pedalata, per spostamenti rapidi e una contestuale riscoperta del territorio; oppure con le speciali navette elettriche messe a disposizione gratuitamente dall’Accademia dei Folli, in partenza alle 14.40 (alla fine della prima scena). Per chi non fosse in possesso di bicicletta, inoltre, è possibile noleggiare una bici a prezzo agevolato (15% di sconto in un noto negozio aronese) grazie alla collaborazione con Fiab». «A completare la filosofia green del progetto, la collaborazione con il presidio soci di Arona di Nova Coop, che distribuisce gratuitamente al pubblico succhi di frutta biologici, e la scelta di mettere in scena lo spettacolo in orario pomeridiano, evitando così di utilizzare luci elettriche, per un evento a impatto zero».
L’iniziativa sarà replicata per 4 giornate: domenica 4 e 18 luglio e sabato 7 e 14 agosto, dalle 14.30 alle 18.30. Per informazioni sugli spettacoli (che pure raccontano il territorio nelle sue specialità da punti di vista molto particolari ed esclusivi) e approfondimenti è possibile consultare il sito www.accademiadeifolli.com.