Cultura
Lettura

Premio "Crescere con i libri": anche le scuole aronesi partecipano

Coinvolte le scuole dell'infanzia

Cultura Arona, 24 Gennaio 2023 ore 06:37

La Sezione Crescere con i libri del Premio nazionale Nati per Leggere seleziona ogni anno una rosa di libri, editi in Italia per la fascia di età dai 3 ai 6 anni, individuando un tema differente per ogni edizione del premio, il tema scelto dal comitato nazionale per il 2023 è: Insieme è più bello.

L’amicizia nei libri per bambini e bambine

A decretare il libro vincitore saranno chiamati centinaia di bambine e bambini di diverse regioni, che voteranno il loro preferito fra una rosa di dieci libri.
I libri sono sati selezionati tra le diverse proposte dei comitati che si sono riuniti a livello nazionale, cercando di proporre dieci libri diversi, ma anche dieci case editrici differenti in modo da seguire anche le linee editoriali particolari.

Il coordinamento Ovest Ticino per il secondo anno partecipa attivamente insieme ad altri
coordinamenti italiani per la scelta dei libri da proporre e per decretare il vincitore, che è definito da una giuria composta esclusivamente da bambini tra i 3 e i 5 anni sul territorio nazionale.
Per il coordinamento Nati per Leggere Ovest Ticino i giurati saranno tutti i bambini che
frequentano le scuole dell’infanzia dei comuni aderenti.

I libri sono stati scelti tra quelli facilmente reperibili e disponibili sul mercato.
L’amicizia viene trattata attraverso sfaccettature diverse: amicizia tra bambini, tra animali, tra colori, in modo da poter collegare alla lettura una serie di proposte differenti e letture a più livelli dello stesso albo.

Chiara Autunno, Assessore alla Cultura e Istruzione, evidenzia: “Crescere con i libri” è una grande opportunità che possiamo dare ai nostri bambini e alle nostre bambine, è la possibilità di sviluppare al meglio molteplici doti e abilità che li accompagneranno lungo il corso della loro vita.
Grazie a questa iniziativa particolare che, rivolgendosi agli alunni delle scuole dell’infanzia, vede coinvolti anche chi, magari non è un abituale frequentatore della biblioteca, i piccoli lettori diventano parte attiva esprimendo le loro preferenze e inclinazioni”.

Seguici sui nostri canali