Cultura
Curiosità

Sancarlino torna a vivere grazie agli Amici del centro storico

Per il momento la statua lignea è conservata nella sede originale della chiesa di Santa Marta

Sancarlino torna a vivere grazie agli Amici del centro storico
Cultura Arona, 06 Aprile 2021 ore 07:00

Sancarlino torna integro in seguito a un importante intervento di restauro da parte degli Amici del centro storico di Arona.

Sancarlino torna a vivere

E’ ritornato in città dopo un’assenza di un mese e mezzo il Sancarlino del Corso. Una volta terminato il restauro ad opera della ditta Dino Petrizzi Restauri di Verbania la statua lignea fa ritorno al suo posto. L’intervento si era reso necessario a seguito di un atto sconsiderato da parte di ignoti che aveva provocato il distacco del braccio benedicente, andato poi perduto.

Una soluzione provvisoria prima del trasferimento sul Corso

"Di concerto con il parroco don Claudio Leonardi che gentilmente ci ha dato il permesso, abbiamo deciso di collocare la statua provvisoriamente nella chiesa dei Santissimi Martiri, nella prima cappella entrando a sinistra, la stessa che per lungo tempo ha ospitato la statua di Sant’Ambrogio, tornato ora nella sua sede originale di Santa Marta – spiega Giovanni Lai  presidente degli Amici del Centro Storico – una scelta questa che è stata dettata dall’emergenza sanitaria in atto, al fine di evitare assembramenti, come spiega il cartello che è stato affisso ai piedi della statua. Rimandato quindi a data da destinarsi il ritorno in corso Cavour".

Un'impresa non semplice

"Non è stato facile copiare il braccio da una foto dell’originale collocato in sala consiliare e neppure identico alla sua copia – spiega il restauratore Gerardo Petrizzi, che si è occupato del lavoro – l’ideale infatti sarebbe stato fare un calco, da cui fare il modello in gesso da copiare, ma la Soprintendenza vieta di effettuare calchi su manufatti antichi, lignei soprattutto. Ho quindi dovuto impiegare tutta la mia esperienza, ma sono contento del risultato". In occasione del restauro, gli Amici del centro storico hanno anche stampato un libretto che racconta la storia del Sancarlino e della sua copi.a e invitano tutti a visitare la statua restaurata  nella chiesa dei Santi Martiri aperta nelle giornate di sabato domenica e festivi dalle 15 alle 18.