Street dance e integrazione

Street dance e integrazione
Cultura 30 Marzo 2015 ore 14:55

NOVARA - Persone di razza, cultura e religione diversa possono convivere in pace e abbattere i pregiudizi legati alla diversità: lo dimostrano i membri della compagnia multietnica dei “Mnai's” attraverso lo spettacolo di street dance “Around”, che andrà in scena al Teatro Coccia di Novara mercoledì 1 e giovedì 2 aprile. Presentato martedì scorso prima al Liceo Classico e Linguistico “Carlo Alberto” e poi al Liceo delle Scienze Umane “Contessa Tornielli Bellini” davanti a un numeroso pubblico di studenti, “Around” è il primo spettacolo teatrale che racconta una storia attraverso la danza in tutte le sue forme, dalla danza classica all'hip hop, con protagonista una valigia che, smarrita in aeroporto, viene rimbalzata in ogni angolo del mondo, entrando così in contatto con Paesi e culture diverse. «Lo show è caratterizzato dall'internazionalità -  ha spiegato il regista Marco Silvestre, presente insieme alla coreografa Mirella Rosso, galliatese, e ad alcuni membri della compagnia - in quanto il gruppo è composto da persone di nazionalità diverse: il nostro intento è farci portabandiera dell'integrazione e la danza, in particolare la street dance, riesce ad abbattere le barriere, la paura del prossimo è per noi qualcosa in bianco e nero, ma è importante parlarne, perché non è ancora stata superata e voi giovani dovete fare in modo che la paura del diverso diventi qualcosa di obsoleto. Nella nostra compagnia ci siamo arricchiti interiormente grazie al confronto con persone provenienti da altre culture e attraverso il nostro spettacolo vogliamo dare una nuova immagine del mondo». Oltre alla danza, nello spettacolo è presente anche l'elemento del racconto, in cui la valigia rappresenta l'anima dell'uomo che si confronta con mondi diversi e non ha paura di ciò che incontra: una storia ispirata a quella del ballerino Carlos Kamizele, membro della compagnia che, dopo aver vissuto anni difficili, è riuscito a trovare il suo riscatto attraverso la danza, diventando uno dei ballerini hip hop più apprezzati al mondo. “Around” rappresenta un esempio di come, attraverso la danza, l'integrazione sia possibile, in cui la paura del diverso lascia il posto al confronto e la diversità di ognuno diventa un punto di forza, un messaggio che ora più che mai è importante diffondere per vivere in un mondo migliore. Composta da 7 ballerini e 3 ballerine di fama internazionale e vincitrice di tre edizioni di seguito dello Street Fighters World Tour, la compagnia dei “Mnai's” si esibirà in una performance che sarà arricchita anche dalla proiezione di immagini e cortometraggi, con le coreografie di Mirella Rosso e Cristiano Buzzi. Biglietti da 21 a 35 euro a seconda del settore, per i gruppi riduzione del 30%: per info e prenotazioni contattare Milena Rosso 339 7421824.
Benedetta Rosina

NOVARA - Persone di razza, cultura e religione diversa possono convivere in pace e abbattere i pregiudizi legati alla diversità: lo dimostrano i membri della compagnia multietnica dei “Mnai's” attraverso lo spettacolo di street dance “Around”, che andrà in scena al Teatro Coccia di Novara mercoledì 1 e giovedì 2 aprile. Presentato martedì scorso prima al Liceo Classico e Linguistico “Carlo Alberto” e poi al Liceo delle Scienze Umane “Contessa Tornielli Bellini” davanti a un numeroso pubblico di studenti, “Around” è il primo spettacolo teatrale che racconta una storia attraverso la danza in tutte le sue forme, dalla danza classica all'hip hop, con protagonista una valigia che, smarrita in aeroporto, viene rimbalzata in ogni angolo del mondo, entrando così in contatto con Paesi e culture diverse. «Lo show è caratterizzato dall'internazionalità -  ha spiegato il regista Marco Silvestre, presente insieme alla coreografa Mirella Rosso, galliatese, e ad alcuni membri della compagnia - in quanto il gruppo è composto da persone di nazionalità diverse: il nostro intento è farci portabandiera dell'integrazione e la danza, in particolare la street dance, riesce ad abbattere le barriere, la paura del prossimo è per noi qualcosa in bianco e nero, ma è importante parlarne, perché non è ancora stata superata e voi giovani dovete fare in modo che la paura del diverso diventi qualcosa di obsoleto. Nella nostra compagnia ci siamo arricchiti interiormente grazie al confronto con persone provenienti da altre culture e attraverso il nostro spettacolo vogliamo dare una nuova immagine del mondo». Oltre alla danza, nello spettacolo è presente anche l'elemento del racconto, in cui la valigia rappresenta l'anima dell'uomo che si confronta con mondi diversi e non ha paura di ciò che incontra: una storia ispirata a quella del ballerino Carlos Kamizele, membro della compagnia che, dopo aver vissuto anni difficili, è riuscito a trovare il suo riscatto attraverso la danza, diventando uno dei ballerini hip hop più apprezzati al mondo. “Around” rappresenta un esempio di come, attraverso la danza, l'integrazione sia possibile, in cui la paura del diverso lascia il posto al confronto e la diversità di ognuno diventa un punto di forza, un messaggio che ora più che mai è importante diffondere per vivere in un mondo migliore. Composta da 7 ballerini e 3 ballerine di fama internazionale e vincitrice di tre edizioni di seguito dello Street Fighters World Tour, la compagnia dei “Mnai's” si esibirà in una performance che sarà arricchita anche dalla proiezione di immagini e cortometraggi, con le coreografie di Mirella Rosso e Cristiano Buzzi. Biglietti da 21 a 35 euro a seconda del settore, per i gruppi riduzione del 30%: per info e prenotazioni contattare Milena Rosso 339 7421824.
Benedetta Rosina