Successo per la mostra "I giornali della Grande Guerra"

Successo per la mostra "I giornali della Grande Guerra"
Cultura 17 Giugno 2015 ore 16:33

NOVARA – Si è conclusa domenica 14 giugno l’esposizione sui giornali della Grande Guerra che ha occupato per un mese le sale della galleria Giannoni, nel complesso monumentale del Broletto.
La mostra ha registrato successo ben oltre le previsioni più ottimistiche, con un migliaio di presenze effettive, ed ha addirittura superato le precedenti edizioni di Parigi, nello scorso novembre, all’Istituto Italiano di cultura sotto l’egida del premier Hollande e quella di Milano, nel mese di gennaio, alla Biblioteca Sormani, voluta dal sindaco Pisapia.
Grazie alla passione dimostrata dal curatore, Alberto Toscano, novarese, giornalista e scrittore, che da 30 anni risiede a Parigi e che dalla stessa data colleziona giornali antichi, tutti originali, che offrono al visitatore di percorrere sia l’itinerario storico delle vicende militari, politiche e diplomatiche della grande guerra, sia di rivivere gli sviluppi del giornalismo in un periodo di boom dell’informazione in Italia ed in Europa, Novara ha potuto offrire molto ai visitatori nella Galleria Giannoni.
A Novara poi ,giornalisti-artisti, come Achille Beltrame o Georges Scott che hanno prodotto le più note illustrazioni di copertina, hanno ricevuto una sorta di nuova consacrazione entrando per un mese in una prestigiosa pinacoteca come la Giannoni.
L’edizione novarese, infine, ha riportato la testimonianza anche della nostra stampa locale dell’epoca, grazie al prezioso contributo, offerto dalle tre volontarie degli “Amici della Biblioteca Negroni”.
Il bilancio registra una grande soddisfazione per gli organizzatori, il Comune, con l’Assessorato alla Cultura, e l’Associazione culturale organizzatrice ogni anno del “Premio P.Piazzano” di giornalismo.

v.s.

NOVARA – Si è conclusa domenica 14 giugno l’esposizione sui giornali della Grande Guerra che ha occupato per un mese le sale della galleria Giannoni, nel complesso monumentale del Broletto.
La mostra ha registrato successo ben oltre le previsioni più ottimistiche, con un migliaio di presenze effettive, ed ha addirittura superato le precedenti edizioni di Parigi, nello scorso novembre, all’Istituto Italiano di cultura sotto l’egida del premier Hollande e quella di Milano, nel mese di gennaio, alla Biblioteca Sormani, voluta dal sindaco Pisapia.
Grazie alla passione dimostrata dal curatore, Alberto Toscano, novarese, giornalista e scrittore, che da 30 anni risiede a Parigi e che dalla stessa data colleziona giornali antichi, tutti originali, che offrono al visitatore di percorrere sia l’itinerario storico delle vicende militari, politiche e diplomatiche della grande guerra, sia di rivivere gli sviluppi del giornalismo in un periodo di boom dell’informazione in Italia ed in Europa, Novara ha potuto offrire molto ai visitatori nella Galleria Giannoni.
A Novara poi ,giornalisti-artisti, come Achille Beltrame o Georges Scott che hanno prodotto le più note illustrazioni di copertina, hanno ricevuto una sorta di nuova consacrazione entrando per un mese in una prestigiosa pinacoteca come la Giannoni.
L’edizione novarese, infine, ha riportato la testimonianza anche della nostra stampa locale dell’epoca, grazie al prezioso contributo, offerto dalle tre volontarie degli “Amici della Biblioteca Negroni”.
Il bilancio registra una grande soddisfazione per gli organizzatori, il Comune, con l’Assessorato alla Cultura, e l’Associazione culturale organizzatrice ogni anno del “Premio P.Piazzano” di giornalismo.

v.s.