Tornano gli Nrb: il gruppo di harleysti del cuore in aiuto dell’Agbd di Arona

Tornano gli Nrb: il gruppo di harleysti del cuore in aiuto dell’Agbd di Arona
Cultura 14 Aprile 2016 ore 22:05

NOVARA - Saranno davvero tantissime.  Più di quante Novara, la sua piazza Martiri e la provinciale che da Novara si snoda fino a Meina ne abbiano mai viste, e soprattutto mai sentite prima, tutte assieme. Il II° Only Custom Day si annuncia come uno degli eventi più rumorosi e spettacolari della primavera novarese.  Del resto l’Asd NRevolution Bikers, compagnia di harleysti dal cuore tenero, non è certo nuova a eventi, appunto, “rumorosi”. Il rumore, come sempre, è quello delle Harley Davidson; e basterebbe questo per garantire scenografia ed emozione ma, come sempre, c’è di più, molto di più.

L’appuntamento, presentato mercoledì pomeriggio in Comune, a Novara, si terrà domenica 24 aprile. Il ritrovo sarà nella centralissima piazza Martiri. Chiusa al traffico per l’occasione, offrirà un panorama unico fatto di cromatismi scintillanti, di “pezzi” esclusivi, di accessori originali e di sorprendenti personalizzazioni: una straordinaria distesa di Harley Davidson e di Custom. Da qui la colonna di moto muoverà attraversando la provincia con una breve sosta a Briga Novarese: una specie di pit-stop per un breve aperitivo in compagnia, oltre la benedizione dei caschi e delle moto da parte del parroco di Briga.

Da qui via tutto d’un fiato a Meina su un percorso che si snoda tra le colline novaresi, fino a giungere sulle rive del lago Maggiore: un panorama tanto splendido quanto vario e piacevole per la guida e per gli occhi. A Meina sarà poi festa grande, nell’area del campo sportivo, dove verrà allestito un palco, un’area ristoro e, va da sé, un parcheggio esclusivo per quelle che certo non sono semplici moto ma veri e propri gioielli della meccanica.

“Il successo della prima edizione, lo scorso anno – spiega Giovanni Montipò a nome degli Nrb – ma anche degli eventi che abbiamo organizzato dopo Garbagna 2015 (quando il motoraduno era stato dedicato all’Angsa Novara-Vercelli onlus), ci ha spinto a osare di più: un giro più lungo, una piazza più grande per partenza e arrivo. In questo ci sono stati straordinariamente accanto sia il Comune di Novara con l’assessorato allo Sport, sia il Comune di Meina e, naturalmente la Pro Loco Meina. Senza di loro, senza il supporto di Casa Alessia, con la quale collaboriamo in maniera stabile da quasi un anno, nulla avrebbe potuto essere”.

L’obiettivo è quello di aiutare l’Agbd di Arona (Associazione Genitori Bambini Down) a portare a termine il “Ristoro Primavera” di Meina, uno spazio bar-ristorante dove potranno lavorare i ragazzi dell’associazione. “Un grande evento per un grande progetto – continua Montipò – che ha registrato da subito l’adesione e il supporto fattivo anche della Fondazione Comunità Novarese e la Fondazione Banca Popolare di Intra”. E l’elenco dei ringraziamenti non finisce qui; prima di tutti i partner “storici”: il birrificio Hordeum da sempre vicino a Nrb e lo 049 Cafe', che offrirà a tutti i bikers presenti alla partenza una ricca colazione. Ha voluto esser con noi in prima linea anche la rubinetteria Bellosta che ci ospiterà a Briga Novarese e offrirà un gustoso aperitivo a cura del Catering Ladiemme e Richard Cafe' di Galliate. Un ringraziamento speciale anche a Rocco Baruffaldi: in primis harleysta ma anche fornitore ufficiale del gorgonzola per Nrb, che potremo gustare sia all’aperitivo che all’arrivo, nell’area ristoro al campo sportivo. Per il gran finale, anche quest’anno non ha voluto mancare il gran maestro della pasticceria novarese Gianfranco Mercuri: sua sarà la torta record offerta dalla pasticceria Calabrò di Trecate”. “Per me – conclude Giovanni Montipò - ogni evento è l’occasione per ringraziare tutti quelli che a diverso titolo collaborano oggi, hanno collaborato ieri, non solo alla crescita di Nrb, ma all’attività benefica che Nrb ha svolto in questo primo anno di vita. A loro e alle associazioni che abbiamo sostenuto e conosciuto in questo breve ma intenso percorso va il nostro grazie per quello che hanno fatto e che stanno facendo per il sorriso dei bambini”.

Monica Curino


NOVARA - Saranno davvero tantissime.  Più di quante Novara, la sua piazza Martiri e la provinciale che da Novara si snoda fino a Meina ne abbiano mai viste, e soprattutto mai sentite prima, tutte assieme. Il II° Only Custom Day si annuncia come uno degli eventi più rumorosi e spettacolari della primavera novarese.  Del resto l’Asd NRevolution Bikers, compagnia di harleysti dal cuore tenero, non è certo nuova a eventi, appunto, “rumorosi”. Il rumore, come sempre, è quello delle Harley Davidson; e basterebbe questo per garantire scenografia ed emozione ma, come sempre, c’è di più, molto di più.

L’appuntamento, presentato mercoledì pomeriggio in Comune, a Novara, si terrà domenica 24 aprile. Il ritrovo sarà nella centralissima piazza Martiri. Chiusa al traffico per l’occasione, offrirà un panorama unico fatto di cromatismi scintillanti, di “pezzi” esclusivi, di accessori originali e di sorprendenti personalizzazioni: una straordinaria distesa di Harley Davidson e di Custom. Da qui la colonna di moto muoverà attraversando la provincia con una breve sosta a Briga Novarese: una specie di pit-stop per un breve aperitivo in compagnia, oltre la benedizione dei caschi e delle moto da parte del parroco di Briga.

Da qui via tutto d’un fiato a Meina su un percorso che si snoda tra le colline novaresi, fino a giungere sulle rive del lago Maggiore: un panorama tanto splendido quanto vario e piacevole per la guida e per gli occhi. A Meina sarà poi festa grande, nell’area del campo sportivo, dove verrà allestito un palco, un’area ristoro e, va da sé, un parcheggio esclusivo per quelle che certo non sono semplici moto ma veri e propri gioielli della meccanica.

“Il successo della prima edizione, lo scorso anno – spiega Giovanni Montipò a nome degli Nrb – ma anche degli eventi che abbiamo organizzato dopo Garbagna 2015 (quando il motoraduno era stato dedicato all’Angsa Novara-Vercelli onlus), ci ha spinto a osare di più: un giro più lungo, una piazza più grande per partenza e arrivo. In questo ci sono stati straordinariamente accanto sia il Comune di Novara con l’assessorato allo Sport, sia il Comune di Meina e, naturalmente la Pro Loco Meina. Senza di loro, senza il supporto di Casa Alessia, con la quale collaboriamo in maniera stabile da quasi un anno, nulla avrebbe potuto essere”.

L’obiettivo è quello di aiutare l’Agbd di Arona (Associazione Genitori Bambini Down) a portare a termine il “Ristoro Primavera” di Meina, uno spazio bar-ristorante dove potranno lavorare i ragazzi dell’associazione. “Un grande evento per un grande progetto – continua Montipò – che ha registrato da subito l’adesione e il supporto fattivo anche della Fondazione Comunità Novarese e la Fondazione Banca Popolare di Intra”. E l’elenco dei ringraziamenti non finisce qui; prima di tutti i partner “storici”: il birrificio Hordeum da sempre vicino a Nrb e lo 049 Cafe', che offrirà a tutti i bikers presenti alla partenza una ricca colazione. Ha voluto esser con noi in prima linea anche la rubinetteria Bellosta che ci ospiterà a Briga Novarese e offrirà un gustoso aperitivo a cura del Catering Ladiemme e Richard Cafe' di Galliate. Un ringraziamento speciale anche a Rocco Baruffaldi: in primis harleysta ma anche fornitore ufficiale del gorgonzola per Nrb, che potremo gustare sia all’aperitivo che all’arrivo, nell’area ristoro al campo sportivo. Per il gran finale, anche quest’anno non ha voluto mancare il gran maestro della pasticceria novarese Gianfranco Mercuri: sua sarà la torta record offerta dalla pasticceria Calabrò di Trecate”. “Per me – conclude Giovanni Montipò - ogni evento è l’occasione per ringraziare tutti quelli che a diverso titolo collaborano oggi, hanno collaborato ieri, non solo alla crescita di Nrb, ma all’attività benefica che Nrb ha svolto in questo primo anno di vita. A loro e alle associazioni che abbiamo sostenuto e conosciuto in questo breve ma intenso percorso va il nostro grazie per quello che hanno fatto e che stanno facendo per il sorriso dei bambini”.

Monica Curino