Menu
Cerca
Da rituale a snack

Tortillas alla Bagna Cauda? Giapponesi, non esagerate!

Un singolare pacchetto di snack è apparso sui social scatenando l'ilarità e la curiosità di tutti.

Tortillas alla Bagna Cauda? Giapponesi, non esagerate!
Cultura 28 Gennaio 2021 ore 07:01

Sui social da qualche tempo sono diventate argomento di discussione: le tortillas alla bagna cauda made in Japan con tanto di personaggio manga a far da testimonial, impazzano a colpi di “meme” da un profilo all’altro e sono commentatissime!
Lo riportano i colleghi di primatorino.it

Cosa c’entra una chips con il rito della bagna cauda?

La bagna cauda – il più famoso dei piatti tipici piemontesi – è una preparazione a base di aglio e acciughe dissalate e diliscate, cotta a fuoco lento in olio extravergine d’oliva, riducendo il tutto a salsa. Si consuma intingendovi vari tipi di verdure di stagione solitamente divise tra crude e cotte. Per tradizione è un piatto tipico del periodo della vendemmia, da consumare prevalentemente in autunno e in inverno: una delle “leggende” sulla sua nascita vuole proprio che venisse preparato per ricompensare i vendemmiatori del lavoro prestato.

Più che un piatto, si può tranquillamente affermare che sia un rito conviviale che prevede la condivisione del cibo in forma collettiva da parte dei commensali, che lo attingono tutti insieme da un unico recipiente. Dunque la versione snack snaturerebbe di un bel po’ la sua originaria vocazione.

Le reazioni sui social

Le reazioni intorno al misterioso pacchettino sono state molteplici così come gli interrogativi: sarà un fake? Sarà vero? Se è vero era proprio necessario? Cosa c’entra Sailor Moon in tutto questo? Tutte domande legittime si si osserva la confezione di tortillas all’aglio e acciughe. Ebbene, approfondendo l’argomento sul web si scopre che è tutto vero: i giapponesi amano la bagna cauda quasi quanto la pizza e hanno pensato di poterne catturare l’essenza in uno snack. Ci saranno riusciti? Bisognerebbe provarle di persona, ma per il momento tocca rimandare l’assaggio di questo singolare tributo al piatto d’eccellenza regionale.

 

 

Una dichiarazione d’amore

Qualche amante della cultura giapponese, e in particolare di anime (i cartoni animati giapponesi) e manga (l’equivalente in fumetto), d’altronde ha immediatamente colto un’importante citazione sul pacchetto: la Sailor presente sulla confezione è Sailor Jupiter che nel gruppo delle famosissime studentesse in divisa marinaretta è “quella brava a cucinare”, praticamente una dichiarazione d’amore nei confronti del piatto piemontese.

Ebbene, approfondendo ancora la questione su siti e blog di cucina si scopre che a Tokyo, già da parecchi anni, migliaia di ristoratori giapponesi di cucina italiana promuovono la bagna cauda nelle versioni più disparate sdoganando un gusto che in Italia ha forse più detrattori che amanti convinti anche a causa della lunga preparazione e della pesantezza del piatto che, si sa, tende a riproporsi per diverse ore dopo essere stato consumato.

La dimostrazione che in Asia la bagna cauda ha messo d’accordo tutti come la pizza sarebbero proprio le tortillas presenti nei supermercati e proposte come perfetto accompagnamento per un aperitivo.

Insomma, tra qualche commento divertito, qualche titubanza e critica alla globalizzazione l’apprezzamento nei confronti del piatto piemontese è stata colta e magari avrà anche risvegliato l’appetito di qualcuno che questa sera la farà a modo suo, d’altra parte:

“Parlarne bene o parlarne male non importa, purché se ne parli” vale anche per la Bagna Cauda, ma senza esagerare…