Cultura

Trifolia, un nuovo modo di fare fiera

Trifolia, un nuovo modo di fare fiera
Cultura 05 Luglio 2015 ore 12:57

ARONA - Flora, design e acqua si fondono e danno vita a “Trifolia”. Così l’Ente Fiera e la Pro loco con l’azienda dei fratelli Leonelli, in collaborazione con diversi partner tra cui il patrocinio del Comune di Arona, mettono a frutto una nuova idea di mostra mercato, rivolta al settore florovivaistico, che strizza però l’occhio anche alle progettazioni, al buon cibo e a tanti eventi. Insomma, un nuovo modo di fare il giardino. Presentato martedì 30 giugno nella sede dell’associazione turistica aronese di Largo Vidale, l’evento sarà di scena il prossimo 19 e 20 settembre nella città del Sancarlone nei giardini di corso Repubblica. Una due giorni di eventi per chi coltiva la passione del giardinaggio tra fiori e piante rare, ma anche altri appuntamenti quali ad esempio l’ascolto di un concerto di musica classica o la partecipazione ad un laboratorio di composizione floreale, gli incontri con gli autori e gli esperti del settore o le installazioni. Un evento ricco, quello messo in piedi, che coinvolge l’intera città. «L’Ente Fiera del Lago Maggiore si rinnova esplorando nuove vie e dando vita a una nuova manifestazione», ha spiegato in apertura il presidente Piero Oberto. «Tre gli elementi che la caratterizzano: in primo piano il verde, con la flora come evento centrale, il lago e la sua declinazione e il design che ne ha dato le linee guida con la scelta delle strutture agili, leggere, non invasive e trasparenti», ha spiegato la vice presidente della Pro loco Camilla Botteselle. All’interno della Fiera l’argomento floreale sarà protagonista per gli amanti del settore, ma anche un momento ludico non solo rivolto ad esperti. «Non si tratta solo di una mostra mercato come ce ne sono tante in giro, ma abbiamo voluto costruire qualcosa di stimolante e di nuovo. C’è molto entusiasmo. Abbiamo sentito la necessità di comunicare che i giardini sono belli anche quando sono progettati e pensati. Da qui l’idea anche di coinvolgere architetti paesaggisti, molti di fama, in un percorso verde nella piazza San Graziano che li sta entusiasmando», ha spiegato Stefania Pluchino. «Abbiamo già una quarantina di adesioni di espositori, speriamo di arrivare a quota 100. La qualità del prodotto sarà rappresentata dall’esposizione di produttori propri, non sarà una vendita di piante – ha spiegato Paolo Leonelli, titolare dell’azienda florovivaistica e responsabile commerciale di Trifolia - Portiamo per la prima volta sul Lago Maggiore un evento fino ad ora escluso e che ben conosce il Nord Italia, ma sarà del tutto particolare». «La vera discriminante sarà il tempo. L’evento si preannuncia precursore di molti altri, manifestazione non a spot ma che è stata pensata per gli anni a venire», ha aggiunto il sindaco Gusmeroli. Accurata la scaletta della due giorni che non lascerà nulla al caso: «Incontri con gli autori ed esperti, quattro laboratori per i più piccoli e di flora design, esposizione di fotografie». Eventi in fiera, ma anche fuori: «Ci sarà un concorso con architetti paesaggisti in piazza San Graziano e la musica classica con un concerto che sarà una poesia alla Rocca Borromea di Arona con un’orchestra di trenta elementi diretta da Chiara Pavan», ha aggiunto Botteselle. Sono state poi coinvolte anche le realtà commerciali locali «per interagire con chi lavora ad Arona. Un percorso enogastronomico, tra menu, cocktail e piatti specifici a tema floreale per allietare anche dal punto di vista del gusto i visitatori», ha aggiunto il presidente dei commercianti Stefano Rota. Anche l’acqua protagonista con boat show e l’esposizione di motoscafi eleganti ma retrò da vedere ma pure provare, esposti nell’area dello scalo dell’Idrovia .

Maria Nausica Bucci

ARONA - Flora, design e acqua si fondono e danno vita a “Trifolia”. Così l’Ente Fiera e la Pro loco con l’azienda dei fratelli Leonelli, in collaborazione con diversi partner tra cui il patrocinio del Comune di Arona, mettono a frutto una nuova idea di mostra mercato, rivolta al settore florovivaistico, che strizza però l’occhio anche alle progettazioni, al buon cibo e a tanti eventi. Insomma, un nuovo modo di fare il giardino. Presentato martedì 30 giugno nella sede dell’associazione turistica aronese di Largo Vidale, l’evento sarà di scena il prossimo 19 e 20 settembre nella città del Sancarlone nei giardini di corso Repubblica. Una due giorni di eventi per chi coltiva la passione del giardinaggio tra fiori e piante rare, ma anche altri appuntamenti quali ad esempio l’ascolto di un concerto di musica classica o la partecipazione ad un laboratorio di composizione floreale, gli incontri con gli autori e gli esperti del settore o le installazioni. Un evento ricco, quello messo in piedi, che coinvolge l’intera città. «L’Ente Fiera del Lago Maggiore si rinnova esplorando nuove vie e dando vita a una nuova manifestazione», ha spiegato in apertura il presidente Piero Oberto. «Tre gli elementi che la caratterizzano: in primo piano il verde, con la flora come evento centrale, il lago e la sua declinazione e il design che ne ha dato le linee guida con la scelta delle strutture agili, leggere, non invasive e trasparenti», ha spiegato la vice presidente della Pro loco Camilla Botteselle. All’interno della Fiera l’argomento floreale sarà protagonista per gli amanti del settore, ma anche un momento ludico non solo rivolto ad esperti. «Non si tratta solo di una mostra mercato come ce ne sono tante in giro, ma abbiamo voluto costruire qualcosa di stimolante e di nuovo. C’è molto entusiasmo. Abbiamo sentito la necessità di comunicare che i giardini sono belli anche quando sono progettati e pensati. Da qui l’idea anche di coinvolgere architetti paesaggisti, molti di fama, in un percorso verde nella piazza San Graziano che li sta entusiasmando», ha spiegato Stefania Pluchino. «Abbiamo già una quarantina di adesioni di espositori, speriamo di arrivare a quota 100. La qualità del prodotto sarà rappresentata dall’esposizione di produttori propri, non sarà una vendita di piante – ha spiegato Paolo Leonelli, titolare dell’azienda florovivaistica e responsabile commerciale di Trifolia - Portiamo per la prima volta sul Lago Maggiore un evento fino ad ora escluso e che ben conosce il Nord Italia, ma sarà del tutto particolare». «La vera discriminante sarà il tempo. L’evento si preannuncia precursore di molti altri, manifestazione non a spot ma che è stata pensata per gli anni a venire», ha aggiunto il sindaco Gusmeroli. Accurata la scaletta della due giorni che non lascerà nulla al caso: «Incontri con gli autori ed esperti, quattro laboratori per i più piccoli e di flora design, esposizione di fotografie». Eventi in fiera, ma anche fuori: «Ci sarà un concorso con architetti paesaggisti in piazza San Graziano e la musica classica con un concerto che sarà una poesia alla Rocca Borromea di Arona con un’orchestra di trenta elementi diretta da Chiara Pavan», ha aggiunto Botteselle. Sono state poi coinvolte anche le realtà commerciali locali «per interagire con chi lavora ad Arona. Un percorso enogastronomico, tra menu, cocktail e piatti specifici a tema floreale per allietare anche dal punto di vista del gusto i visitatori», ha aggiunto il presidente dei commercianti Stefano Rota. Anche l’acqua protagonista con boat show e l’esposizione di motoscafi eleganti ma retrò da vedere ma pure provare, esposti nell’area dello scalo dell’Idrovia .

Maria Nausica Bucci