Cultura

Vita, cimeli e ricordi di Enzio Julitta

Vita, cimeli e ricordi di Enzio Julitta
Cultura 05 Agosto 2016 ore 11:45

OLEGGIO - Rinviato a settembre, causa maltempo, lo spettacolo “Enzio Julitta… una vita sospesa nel ricordo di Lei”. Doveva tornare a essere il protagonista della cultura oleggese insieme alla Palestrini per festeggiare i cinquant’anni della biblioteca ma, a causa del cattivo tempo, lo spettacolo firmato da Longhi è stato spostato a settembre.Inaugurata, invece, domenica 31 luglio la mostra di cimeli e ricordi per raccontare la vita di Julitta. ?La mostra nasce dallo spettacolo – spiega l’assessore alla Cultura Andrea Baldassini – un’idea di Longhi. Per l’anniversario del Museo abbiamo esposto a Palazzo Bellini la vita di Rina Palestrini, quest’anno invece lo dedichiamo a lui, Enzio Julitta?. Personaggio eclettico, morto prima di arrivare ai 40 con tante passioni e studi,  esporremo – continua Baldassini – scritti del poeta, libri, ma anche alcuni pannelli tematici che raccontano le sue passioni, come la storia, soprattutto quella locale, la politica, il suo essere commediografo, la sua passione e le sue conoscenze in medicina e così via?. A lui attribuita la prima raccolta di oggetti per il Museo Civico di Oleggio, ?quando ancora- sottolinea Alessandro Valli, presidente della Biblitoeca – non c’era l’idea di raccolta degli oggetti?. La mostra espone il duro lavoro anche dei volontari della biblioteca, Giorgia Rabellotti, Luca Monfrinotti ed Eda Dini, che hanno “scartabellato” gli scritti per farne uscire le passioni e la vita di Julitta. ?Il carteggio è stato conservato e portato in Biblioteca proprio da Rina Palestrini – spiega Tiziana Fonio, bibliotecaria – per questo ci piace immaginare che sia proprio lei a raccontarlo?. Come da programma invece la chiesa del Museo ha ospitato due grandi nomi del panorama musicale internazionale che hanno fatto tappa in città prima di ripartire, ad aprire la serata i due musicisti professionisti di New York, Elizabeth Chang al violino e Nardo Poi alla viola.
Silvia Biasio

OLEGGIO - Rinviato a settembre, causa maltempo, lo spettacolo “Enzio Julitta… una vita sospesa nel ricordo di Lei”. Doveva tornare a essere il protagonista della cultura oleggese insieme alla Palestrini per festeggiare i cinquant’anni della biblioteca ma, a causa del cattivo tempo, lo spettacolo firmato da Longhi è stato spostato a settembre.Inaugurata, invece, domenica 31 luglio la mostra di cimeli e ricordi per raccontare la vita di Julitta. ?La mostra nasce dallo spettacolo – spiega l’assessore alla Cultura Andrea Baldassini – un’idea di Longhi. Per l’anniversario del Museo abbiamo esposto a Palazzo Bellini la vita di Rina Palestrini, quest’anno invece lo dedichiamo a lui, Enzio Julitta?. Personaggio eclettico, morto prima di arrivare ai 40 con tante passioni e studi,  esporremo – continua Baldassini – scritti del poeta, libri, ma anche alcuni pannelli tematici che raccontano le sue passioni, come la storia, soprattutto quella locale, la politica, il suo essere commediografo, la sua passione e le sue conoscenze in medicina e così via?. A lui attribuita la prima raccolta di oggetti per il Museo Civico di Oleggio, ?quando ancora- sottolinea Alessandro Valli, presidente della Biblitoeca – non c’era l’idea di raccolta degli oggetti?. La mostra espone il duro lavoro anche dei volontari della biblioteca, Giorgia Rabellotti, Luca Monfrinotti ed Eda Dini, che hanno “scartabellato” gli scritti per farne uscire le passioni e la vita di Julitta. ?Il carteggio è stato conservato e portato in Biblioteca proprio da Rina Palestrini – spiega Tiziana Fonio, bibliotecaria – per questo ci piace immaginare che sia proprio lei a raccontarlo?. Come da programma invece la chiesa del Museo ha ospitato due grandi nomi del panorama musicale internazionale che hanno fatto tappa in città prima di ripartire, ad aprire la serata i due musicisti professionisti di New York, Elizabeth Chang al violino e Nardo Poi alla viola.
Silvia Biasio

Seguici sui nostri canali