8 e 9 ottobre due giorni di chimica internazionale. L’evento parte da Novara

8 e 9 ottobre due giorni di chimica internazionale. L’evento parte da Novara
Economia 04 Ottobre 2015 ore 23:07

NOVARA – A Novara farà tappa la due giorni della chimica internazionale. A promuovere l’evento, Provincia e Comune di Novara, con Fondazione Novara Sviluppo e Polo Ibis, che stanno lavorando per l’organizzazione dell’European Chemical Regions Network Congress, che si terrà in città proprio giovedì 8 ottobre.

Partirà dal capoluogo novarese la due giorni (il 9 ottobre l’evento si trasferirà a Milano) che qui raccoglierà le massime istituzioni, imprese, centri di ricerca, associazioni a vocazione chimica dell’Unione Europea per un confronto, un dibattito e una presentazione delle ultime novità, proposte e opportunità che il settore può offrire.

NOVARA – A Novara farà tappa la due giorni della chimica internazionale. A promuovere l’evento, Provincia e Comune di Novara, con Fondazione Novara Sviluppo e Polo Ibis, che stanno lavorando per l’organizzazione dell’European Chemical Regions Network Congress, che si terrà in città proprio giovedì 8 ottobre.

Partirà dal capoluogo novarese la due giorni (il 9 ottobre l’evento si trasferirà a Milano) che qui raccoglierà le massime istituzioni, imprese, centri di ricerca, associazioni a vocazione chimica dell’Unione Europea per un confronto, un dibattito e una presentazione delle ultime novità, proposte e opportunità che il settore può offrire.
Si tratta del più significativo evento internazionale collegato all’Expo, nato dalla collaborazione tra le forze che il territorio ha saputo mettere in campo. Da un lato la Provincia di Novara, da sempre iscritta, unica istituzione piemontese, all’Ecrn, network delle regioni e delle realtà associative e produttive più attive e innovative della chimica europea. Dall’altro il Polo di Innovazione Regionale della Chimica Sostenibile Ibis e la Fondazione Novara Sviluppo che hanno sempre preso parte attiva agli eventi dell’Ecrn, presentando progetti, attività e prospettive delle proprie aziende. Il Comune di Novara, poi, consapevole dell’eccellenza del proprio settore chimico, ha da subito sostenuto attivamente l’iniziativa mettendo a disposizione strutture, opportunità. Insieme Provincia di Novara, Comune di Novara, Polo Ibis e Fondazione Novara Sviluppo hanno in tempi rapidi e operativi presentato un progetto approvato in toto dall’esecutivo Ecrn ben lieto di venire in Italia a vistare l’Expo (nella seconda giornata del congresso) e di venire in quella che a tutti gli effetti è la culla della chimica italiana.

L’8 e il 9 ottobre, dunque, si svolgerà il 13 Ecrn Congress sul tema “Sustainable Chemistry for food and life” – Food Safety and Food Security in the context of the bioeconomy in Europe: the role of chemistry” (La chimica sostenibile per il cibo e la vita – Cibo salutare e sicurezza alimentare nel contesto della bioeconomia in Europa: il ruolo della Chimica(. Un’occasione importante per la nostra città che qui vedrà riunirsi le maggiori realtà europee sul tema della chimica sostenibile, un’occasione importante per le nostre aziende per presentare i propri progetti più innovativi.

L’agenda prevede l’intervento di Novamont, leader mondiale delle bioplastiche e della chimica verde, di Federchimica, del Gruppo Mossi Ghisolfi, di Versalis, ma anche dell’Università e del Polo di Innovazione Ibis per la Chimica Sostenibile, accanto a quelli di realtà di primo piano della Germania, Olanda, Belgio, Polonia e Regno Unito. Al congresso sarà collegata non solo un’area espositiva dove sarà possibile incontrare e approfondire le diverse proposte affrontate dai relatori, ma anche un vero e proprio “Market of Ideas” ovvero una sessione aperta e interattiva per il networking e la ricerca di nuovi contatti e nuovi partner. Fornisce agli attori regionali e industriali, alle PMI, agli istituti di ricerca e ai cluster un’opportunità per dimostrare la propria attività mostrare i propri risultati e le loro storie.

Per questa ragione la prima parte delle presentazioni, nella mattinata dell’8 ottobre, si svolgerà presso l’Auditorium della Banca Popolare di Novara, mentre la seconda, il pomeriggio, trasformerà l’Arengo del Broletto in una vera e propria Expo della Chimica. Grazie anche alla collaborazione con l’Atl di Novara sarà possibile, al termine dei lavori della prima giornata, coordinare visite guidate ai tesori dell’arte e dell’architettura novarese. “Alla vigilia di questa importante due giorni – spiegano dall’organizzazione – ancora una volta è risultato fondamentale il supporto di alcune realtà locali e non”. La Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio ha infatti prontamente riconosciuto nell’iniziativa un’opportunità per il settore della chimica, fiore all’occhiello dell’economia novarese, con essa Federchimica, Novamont la stessa Fondazione Novara Sviluppo e il Polo Ibis per la Chimica Sostenibile. Anche il Consorzio per la tutela del Formaggio Gorgonzola, ha supportato l’evento, nell’ottica della promozione ben oltre i confini nazionali.

mo.c.