A Elettrica 2016 più di 12.000 visitatori

A Elettrica 2016 più di 12.000 visitatori
Economia 15 Aprile 2016 ore 12:51

NOVARA - Più di 12 mila visitatori, oltre 2000 persone ai convegni e agli incontri tecnici, 230 stand, 185 fornitori: sono i numeri dell'edizione 2016 di Elettrica, la fiera di settore organizzata da Comoli e Ferrari, giunta quest'anno all'ottava edizione. La manifestazione si è svolta dal 7 al 10 aprile nella zona del PalaIgor con una struttura espositiva di 12.000 metri quadrati. E' stata una crescita costante quella di Elettrica se si pensa che alla prima edizione del 2002 gli stand erano 119, i visitatori erano stati 3.500 su una superfice espositiva di 3.500 metri quadri. Il claim di questa edizione era "Tecnologie smart per un mondo smart": la fiera ha focalizzato l’attenzione dei principali produttori di apparecchiature e materiali di installazione, richiamando gli operatori del settore del nord e centro Italia, Sardegna compresa, senza dimenticare il pubblico giunto dalla Svizzera e anche dal Marocco. Le proposte commerciali sono state create appositamente per permettere al più largo numero di clienti di acquisire soluzioni innovative e complete per la domotica, l’automazione, la sicurezza, la quadristica, la climatizzazione, le energie rinnovabili. Un esempio per tutti Isaac, il server per la domotica che permette di integrare e programmare da uno smartphone i più complessi sistemi domotici, offerto con specifici kit: una vera soluzione da smart city disponibile subito. Particolari spunti per favorire la ripresa dell’economia sono venuti dal convegno che Comoli Ferrari ha organizzato in collaborazione con UCIMU, l’associazione di costruttori di macchine utensili di Confindustria, che ha evidenziato con i dati di una ricerca approfondita la necessità di rinnovare il parco macchine e le linee di produzione delle industrie italiane, oltremodo obsoleti. Opportunità per la ripresa dell’impiantistica sono venute anche dall’incontro di formazione organizzato dal Comitato Elettrotecnico Italiano che ha visto la partecipazione di centinaia di periti e ingegneri che hanno fatto emergere le opportunità che possono scaturire dall’ammodernamento degli impianti per ottenere prestazioni più funzionali, energeticamente più efficienti e maggiore sicurezza per i beni ma soprattutto per operatori e utilizzatori. “Dopo il primo pomeriggio di apertura – ha commentato Paolo Ferrari, amministratore delegato di Comoli Ferrari – abbiamo con piacere constatato che molti nuovi clienti sono venuti per il passa parola dei loro colleghi. In particolare dall’Emilia e dalla parte est della Lombardia, zone nuove per noi, entrate nella nostra area operativa con l’acquisizione del Gruppo Mauri Elettroforniture del gennaio scorso.” E proprio i dipendenti di Mauri hanno subito una ulteriore carica motivazionale dalla partecipazione attiva a Elettrica 2016. Oltre ad aver conservato il proprio posto di lavoro, sono stati coinvolti subito in un evento che ha riportato tutti a ricercare il top delle prestazioni in un team vincente da quasi 90 anni. Comoli Ferrari dal 1929 continua a cercare di anticipare l’evoluzione del mercato impiantistico, proponendosi come fornitore di materiali, soluzioni, contenuti, risorse, e costruttore di relazioni fra i produttori e gli impiantisti. 1200 collaboratori, 110 filiali in otto regioni, una logistica d’avanguardia fanno dell’azienda novarese uno dei principali operatori del mercato italiano che sta guardando all’estero con acquisizioni e joint venture in Marocco e Svizzera. Con una forte attenzione alle persone e al territorio. Il territorio e le sue istituzioni sono stati rappresentati dal Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che ha visitato la fiera nella giornata di sabato dimostrando grande interesse e apprezzamento, mentre Sergio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte, intervenendo alla serata di apertura ha sottolineato: “Questa attenzione all’impresa, alle persone e al territorio non è comune”. 

v.s.

NOVARA - Più di 12 mila visitatori, oltre 2000 persone ai convegni e agli incontri tecnici, 230 stand, 185 fornitori: sono i numeri dell'edizione 2016 di Elettrica, la fiera di settore organizzata da Comoli e Ferrari, giunta quest'anno all'ottava edizione. La manifestazione si è svolta dal 7 al 10 aprile nella zona del PalaIgor con una struttura espositiva di 12.000 metri quadrati. E' stata una crescita costante quella di Elettrica se si pensa che alla prima edizione del 2002 gli stand erano 119, i visitatori erano stati 3.500 su una superfice espositiva di 3.500 metri quadri. Il claim di questa edizione era "Tecnologie smart per un mondo smart": la fiera ha focalizzato l’attenzione dei principali produttori di apparecchiature e materiali di installazione, richiamando gli operatori del settore del nord e centro Italia, Sardegna compresa, senza dimenticare il pubblico giunto dalla Svizzera e anche dal Marocco. Le proposte commerciali sono state create appositamente per permettere al più largo numero di clienti di acquisire soluzioni innovative e complete per la domotica, l’automazione, la sicurezza, la quadristica, la climatizzazione, le energie rinnovabili. Un esempio per tutti Isaac, il server per la domotica che permette di integrare e programmare da uno smartphone i più complessi sistemi domotici, offerto con specifici kit: una vera soluzione da smart city disponibile subito. Particolari spunti per favorire la ripresa dell’economia sono venuti dal convegno che Comoli Ferrari ha organizzato in collaborazione con UCIMU, l’associazione di costruttori di macchine utensili di Confindustria, che ha evidenziato con i dati di una ricerca approfondita la necessità di rinnovare il parco macchine e le linee di produzione delle industrie italiane, oltremodo obsoleti. Opportunità per la ripresa dell’impiantistica sono venute anche dall’incontro di formazione organizzato dal Comitato Elettrotecnico Italiano che ha visto la partecipazione di centinaia di periti e ingegneri che hanno fatto emergere le opportunità che possono scaturire dall’ammodernamento degli impianti per ottenere prestazioni più funzionali, energeticamente più efficienti e maggiore sicurezza per i beni ma soprattutto per operatori e utilizzatori. “Dopo il primo pomeriggio di apertura – ha commentato Paolo Ferrari, amministratore delegato di Comoli Ferrari – abbiamo con piacere constatato che molti nuovi clienti sono venuti per il passa parola dei loro colleghi. In particolare dall’Emilia e dalla parte est della Lombardia, zone nuove per noi, entrate nella nostra area operativa con l’acquisizione del Gruppo Mauri Elettroforniture del gennaio scorso.” E proprio i dipendenti di Mauri hanno subito una ulteriore carica motivazionale dalla partecipazione attiva a Elettrica 2016. Oltre ad aver conservato il proprio posto di lavoro, sono stati coinvolti subito in un evento che ha riportato tutti a ricercare il top delle prestazioni in un team vincente da quasi 90 anni. Comoli Ferrari dal 1929 continua a cercare di anticipare l’evoluzione del mercato impiantistico, proponendosi come fornitore di materiali, soluzioni, contenuti, risorse, e costruttore di relazioni fra i produttori e gli impiantisti. 1200 collaboratori, 110 filiali in otto regioni, una logistica d’avanguardia fanno dell’azienda novarese uno dei principali operatori del mercato italiano che sta guardando all’estero con acquisizioni e joint venture in Marocco e Svizzera. Con una forte attenzione alle persone e al territorio. Il territorio e le sue istituzioni sono stati rappresentati dal Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che ha visitato la fiera nella giornata di sabato dimostrando grande interesse e apprezzamento, mentre Sergio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte, intervenendo alla serata di apertura ha sottolineato: “Questa attenzione all’impresa, alle persone e al territorio non è comune”. 

v.s.