Economia

A Torino la XXXII Assemblea annuale dell’Anci

A Torino la XXXII Assemblea annuale dell’Anci
Economia 28 Ottobre 2015 ore 10:19

NOVARA – Le riforme istituzionali, il fisco locale, le questioni dell’accoglienza, la domanda di welfare sempre crescente nei territori. E’ una fase che vede il sistema dei Comuni protagonista di rilevanti cambiamenti, quella in cui si aprirà la XXXII Assemblea annuale dell’ANCI: l’appuntamento è dal 28 al 30 ottobre al Lingotto di Torino.
Il titolo della manifestazione, “L’Italia che crede, che ama, che lotta, l’Italia che vince”, dà la misura della responsabilità con cui i Comuni si ritroveranno in occasione dell’assise annuale dell’Associazione. E la vasta piattaforma di proposte e idee dei Comuni, che verrà presentata e discussa nel corso dell’Assemblea, sarà il mezzo con cui i primi cittadini italiani faranno sentire al Paese e alle Istituzioni la forza, la determinazione, lo spirito di sacrificio e la voglia di futuro che anima l’azione amministrativa degli Enti locali. Questo appuntamento, il più autorevole dell’Associazione, prevede anche quest’anno l’accesso gratuito ai lavori dell’Assemblea per tutti gli amministratori locali. Insieme alle migliaia di sindaci e amministratori che, come ogni anno, parteciperanno attivamente ai lavori dell’assise, protagonisti del confronto e della discussione saranno anche i principali attori sociali e i più alti rappresentanti delle Istituzioni e del Governo, a partire dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che chiuderà la tre giorni insieme al presidente dell’ANCI Piero Fassino.

NOVARA – Le riforme istituzionali, il fisco locale, le questioni dell’accoglienza, la domanda di welfare sempre crescente nei territori. E’ una fase che vede il sistema dei Comuni protagonista di rilevanti cambiamenti, quella in cui si aprirà la XXXII Assemblea annuale dell’ANCI: l’appuntamento è dal 28 al 30 ottobre al Lingotto di Torino.
Il titolo della manifestazione, “L’Italia che crede, che ama, che lotta, l’Italia che vince”, dà la misura della responsabilità con cui i Comuni si ritroveranno in occasione dell’assise annuale dell’Associazione. E la vasta piattaforma di proposte e idee dei Comuni, che verrà presentata e discussa nel corso dell’Assemblea, sarà il mezzo con cui i primi cittadini italiani faranno sentire al Paese e alle Istituzioni la forza, la determinazione, lo spirito di sacrificio e la voglia di futuro che anima l’azione amministrativa degli Enti locali. Questo appuntamento, il più autorevole dell’Associazione, prevede anche quest’anno l’accesso gratuito ai lavori dell’Assemblea per tutti gli amministratori locali. Insieme alle migliaia di sindaci e amministratori che, come ogni anno, parteciperanno attivamente ai lavori dell’assise, protagonisti del confronto e della discussione saranno anche i principali attori sociali e i più alti rappresentanti delle Istituzioni e del Governo, a partire dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che chiuderà la tre giorni insieme al presidente dell’ANCI Piero Fassino.
Protagonista sarà anche il Piemonte nel saluto istituzionale del presidente regionale Andrea Ballarè, negli interventi dei sindaci di grandi città e di piccoli comuni, nello stand appositamente gestito dall’Associazione in cui, nei tre giorni, si susseguiranno le presentazioni di progetti e iniziative delle amministrazioni locali. “Il Piemonte, terra operosa e storicamente ospitale – dice Ballarè, che è anche sindaco di Novara – si prepara all’Assemblea con una chiara consapevolezza: per i Comuni non è più tempo di soli sacrifici. E’ questo il primo messaggio di cui mi farò interprete a nome dei 1206 Municipi piemontesi”. Ballarè porterà il proprio saluto istituzionale alla platea mercoledì 28 alle 15,30, in occasione dell’apertura ufficiale dell’assise. “I Comuni in questi ultimi anni – ricorda – sono stati i protagonisti assoluti del risanamento dei conti dello Stato. E lo hanno fatto sapendo di essere un tassello importante della nostra Repubblica: il senso di profonda responsabilità che da sempre investe le amministrazioni locali e la credibilità degli amministratori ha consentito ai sindaci di governare momenti assai difficili, contenendo tensioni sociali che in altre nazioni sono state molto meno controllate. Adesso bisogna invertire la rotta”.
“L’Italia è ripartita – conclude Ballarè – ed è indispensabile mettere benzina nel motore dei Comuni. Per esempio annullando il patto di stabilità per i Municipi sotto i 5 mila abitanti, lasciandoli investire i soldi che hanno in cassa. Ne hanno bisogno i loro territori e ne hanno bisogno le comunità che li abitano”.
La tre giorni di Torino sarà inaugurata la mattina del 28 con un convegno ANCI-Ministero dell’Interno sui temi dell’accoglienza dei migranti e dell’asilo. Nel pomeriggio apriranno ufficialmente i lavori dell’Assemblea. L’importante e ormai consolidata presenza dei membri del Governo sarà garantita per tutta la durata dei lavori.
Venerdì 30 è previsto l’intervento del presidente del Consiglio, Matteo Renzi.
Insieme ai moltissimi sindaci, ai rappresentanti di Regioni, Province, parti sociali e mondo imprenditoriali, le diverse sessioni di discussione ospiteranno anche, tra gli altri, i ministri Angelino Alfano (Interno), Graziano Delrio (Infrastrutture e dei Trasporti), Giuliano Poletti (Lavoro e delle Politiche sociali), Stefania Giannini (Istruzione), Gian Luca Galletti (Ambiente), Dario Franceschini (Beni culturali e Turismo), Federica Guidi (Sviluppo economico), Pier Carlo Padoan (Economia), Andrea Orlando (Giustizia).
Anche in questa edizione le aziende e i partner istituzionali avranno un ruolo di rilievo attraverso il  ricco spazio espositivo, oltre 10.000 mq circa 150 realtà, che affianca storicamente i lavori dell’Assemblea e ogni anno rinnova il rapporto tra ANCI, istituzioni e imprenditoria italiana.
Oltre 30 eventi a latere animeranno le giornate dei 5 mila amministratori attesi nel corso delle tre giornate, con focus su tematiche specifiche, completando il quadro di un’Assemblea che, ancora una volta, inaugurerà la ripresa a pieni giri dell’attività politica e istituzionale del Paese.

Nello stand del Piemonte, inoltre, protagonisti i progetti dei Comuni. Ci saranno anche video, degustazioni, conversazioni e lo “Speakers Corner”. E’ ampio il ventaglio di iniziative che animeranno lo stand di ANCI Piemonte allestito al Lingotto di Torino in occasione della XXXII Assemblea nazionale. Lo “Speakers’ Corner” (angolo degli oratori) costituirà forse la maggiore attrattiva: “Sindaci e amministratori – spiega Ballarè, presidente regionale dell’Associazione – avranno la possibilità di esprimere opinioni, segnalare problemi, fare proposte: sarà un canale aperto tra i Comuni e l’ANCI, un modo in più che abbiamo voluto per dialogare e confrontarci”. Nei tre giorni al Lingotto, inoltre, una quindicina di Comuni (dalla città metropolitana di Torino ad alcuni capoluoghi, fino a piccole località) presenteranno ad amministratori e giornalisti un loro particolare progetto. Ci si potrà far conoscere anche attraverso filmati o materiali promozionali, mentre non mancheranno degustazioni di prodotti tipici.
E poi si rifletterà su cosa significa, oggi, fare politica con e per i cittadini.

Mercoledì 28 ottobre

Ore 14 – Essere amministratori oggi
Cosa vuol dire amministrare una grande città o un piccolo comune?
Su questo tema Andrea Ballarè, alla guida di ANCI Piemonte, e i vicepresidenti dell’Associazione Gianluca Forno e Michele Pianetta converseranno con il giornalista Marco Giacosa. Quest’ultimo è autore del libro “L’Italia dei sindaci” (Add editore), in cui racconta undici storie di primi cittadini (tra cui, per il Piemonte, il sindaco di Ivrea Carlo Della Pepa) e intervista il presidente ANCI Piero Fassino.

Quali progetti presenteranno i Comuni

Mercoledì 28 ottobre

Ore 15 – Comune di Alessandria: Ponte Meier sul Tanaro
Un ponte tra passato e futuro, progettato dall’architetto statunitense di fama internazionale Richard Meier per collegare il centro storico alla “Cittadella”, tra i pochi esempi di fortificazioni del XVIII secolo ancora esistenti in Europa. In fase di ultimazione, il ponte, con il suo particolare profilo, modifica in modo distintivo lo skyline della città, conferendo ulteriore valorizzazione architettonico-urbanistica al territorio.

Mercoledì 29 ottobre

Ore 10 – Comune di Vercelli: lotta alle slot machine
Il Comune guarda alle scuole per dare un logo e uno slogan alla campagna di sensibilizzazione contro le slot machine e per prevenire la ludopatia. Il concorso grafico e letterario, promosso sotto al titolo “Vercelli no-slot”, coinvolgerà gli alunni delle scuole elementari e medie di diversi istituti cittadini. In programma anche altre iniziative, come lo sgravio di 250 euro dalle tasse per gli esercizi che rinunceranno alle slot machine.

Ore 11 – Comune di Torino: “Mi presti la tua famiglia? La mia è un po’ in difficoltà”
Le politiche di accompagnamento e sostegno all’affido familiare sono, da anni, una priorità strategica del Comune di Torino in tema di tutela dei minori. In primo piano la campagna per il reclutamento di nuove famiglie con l’intervento degli operatori del settore, i responsabili della Casa dell’affidamento, i genitori affidatari, la cui esperienza può aiutare a far comprendere il significato profondo della loro scelta.

Ore 12 – Comune di San Salvatore Monferrato: “Tante facce per un solo volto”
Una raccolta di figurine dedicata agli abitanti del paese con un fine particolare: destinare il ricavato alle associazioni di volontariato e sportive attive sul territorio. Un grande successo: da marzo a settembre la raccolta è stata ristampata 8 volte per un totale di oltre 200 mila figurine vendute. Il progetto, che ha ottenuto vari riconoscimenti, punta a rafforzare l’idea di “comunità”.

Ore 13 – ANCI Piemonte: le buone pratiche nella Pubblica Amministrazione
Presentazione del nuovo servizio di informazione telefonica, promosso da ANCI Piemonte e Alert System, che permetterà all’Associazione dei Comuni di comunicare direttamente con gli amministratori.

Ore 14.30 – Comune di Volvera: Feudo dei Nove Merli
Nove Comuni promuovono insieme il territorio: Airasca, Candiolo, Castagnole Piemonte, None, Piobesi Torinese, Piossasco, Scalenghe, Virle Piemonte, Volvera. Quest’ultimo è capofila del progetto finalizzato, in particolare, a far conoscere le eccellenze enogastronomiche, artistiche e architettoniche.

Ore 15 – Comune di Lu Monferrato: richiami di un territorio Unesco
La bellezza del paesaggio, la tradizione enogastronomica, la cultura: sono i richiami di Lu Monferrato, impegnato in un’azione costante di valorizzazione del territorio. Attenzione puntata, in particolare, su PianoEchos, il festival musicale di artisti affermati e giovani di grande talento patrocinato dalla Comunità Europea.

Ore 15,30 – Comune di Meina: riqualificazione turistica e culturale del borgo
Il progetto è decollato lo scorso anno con la riapertura dello storico museo Faraggiana e che ora sta proseguendo con la realizzazione dell’intera passeggiata lungolago. Un motivo in più per approfondire la conoscenza di questa località affacciata sulla sponda piemontese del Lago Maggiore.

Ore 16 – Comune di Candelo: il Ricetto tra cultura, turismo e marketing
Il Ricetto, capolavoro medievale, non è un “contenitore” per eventi, ma molto di più: a partire dal monumento, o dentro a esso, si sviluppano itinerari e progetti “Sulla via del Medio Evo”. Candelo va al di là delle singole offerte: ogni proposta è solo il vertice di un’ampia progettualità studiata per rendere più appetibile e forte il territorio.

Venerdì 30 ottobre

Ore 10 – Comune di Castagneto Po: buone pratiche per il risparmio energetico
Il racconto di una buona pratica: un’attività di pre-audit energetico svolta nel corso dell’estate su tutti gli immobili comunali e sulla rete di illuminazione pubblica. Obiettivo: ottimizzare i consumi e individuare gli interventi ottimali per procedere alla riduzione dei costi energetici.

Ore 11 – Comune di Novara: “Non solo richiedenti asilo”
Spazzano la città, sistemano i giardini pubblici, si occupano di piccole manutenzioni: trenta profughi richiedenti asilo (circa il 10 per cento di quelli accolti a Novara), contraccambiano l’ospitalità dando una mano. A costo zero svolgono servizi volontari di pubblica utilità sui quali i cittadini pongono particolare attenzione. Grazie a due sponsorizzazioni private i profughi si spostano per la città in risciò.

Ore 12 – Comuni di Villanova Mondovì e Saluzzo: “Bee” e “C’è Fermento”
Due eventi, firmati con Slow Food. Villanova Mondovì parla di “Bee – pensieri, parole e formaggi”, rassegna ovicaprina, con addentellati enogastronomici e culturali, incentrata sulla promozione del territorio monregalese. Saluzzo presenta “C’è Fermento”, festival delle birre artigianali che saranno servite, per l’occasione, con le eccellenze gastronomiche dei Comuni di Frabosa Soprana, Frabosa Sottana, Mondovì, Pianfei, Roccaforte Mondovì, Villanova Mondovì.

Ore 14,30 – Comune di Verbania: nuovo teatro sulla riva del lago
Ormai nella fase finale della sua costruzione, il teatro si manifesta con forme che cambieranno la fisionomia della città: quattro blocchi che ospiteranno una sala con 500 posti a sedere, aree espositive, spazi per bar e ristorante e un terrazzo panoramico per spettacoli verso il lago.

Ore 15 – Comune di Piovà Massaia: Profumata – Menta
La fiera della menta si svolge la prima domenica di giugno. Nata per riscoprire la preziosa erba medicinale e per favorirne nuovamente la coltivazione sul territorio di Piovà, la manifestazione attrae migliaia di visitatori, conquistati dalle varie applicazioni della menta (in cucina, medicina, estetica) che si susseguono durante la festa.

mo.c.