Acqua Novara Vco tra le cinque migliori società italiane di servizi di pubblica utilità

Acqua Novara Vco tra le cinque migliori società italiane di servizi di pubblica utilità
15 Febbraio 2015 ore 21:32

NOVARA – Si è tenuta a Milano presso la sede della Camera di Commercio in Palazzo Turati, la III Edizione di Top Utility con titolo “Le Public Utilities, un patrimonio italiano da valorizzare”. Alla presenza del viceministro dell’Economia Luigi Casero, del presidente dell’Antitrust Giovanni Pitruzzella e di Guido Bortoni presidente dell’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas ed il Servizio Idrico, l’evento ha celebrato gli esiti di una analisi che ha coinvolto le 100 più grandi ‘Utility’ nazionali e che ha visto Acqua Novara Vco nominata tra le cinque “Top Utility tecnologia & innovazione”.

NOVARA – Si è tenuta a Milano presso la sede della Camera di Commercio in Palazzo Turati, la III Edizione di Top Utility con titolo “Le Public Utilities, un patrimonio italiano da valorizzare”. Alla presenza del viceministro dell’Economia Luigi Casero, del presidente dell’Antitrust Giovanni Pitruzzella e di Guido Bortoni presidente dell’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas ed il Servizio Idrico, l’evento ha celebrato gli esiti di una analisi che ha coinvolto le 100 più grandi ‘Utility’ nazionali e che ha visto Acqua Novara Vco nominata tra le cinque “Top Utility tecnologia & innovazione”.
Acqua Novara Vco si è distinta in particolare per la realizzazione e l’impiego ordinario di un sistema di applicazioni che consentono alle squadre operative – tramite tablet – di gestire la manutenzione programmata degli impianti e di ottimizzare l’organizzazione operativa delle squadre con rendicontazione in tempo reale delle attività svolte. Gli operatori, sempre tramite tablet, dispongono sul campo e senza soluzione di continuità di tutte le informazioni consultabili (geografiche e tecniche), relative alle caratteristiche delle reti e degli impianti gestiti.
L’originale sistema di “Work Force Management” utilizzato da Acqua Novara Vco consente di pianificare con notevole efficacia le attività delle squadre operative. La società ha inoltre avviato un programma di ricerca perdite a tappeto, un sistema del telecontrollo capillare per il monitoraggio in remoto di tutte le fonti di approvvigionamento idrico gestite e l’automazione ed ottimizzazione dei pompaggi, un unico programma Scada (Supervisory Control & data Acquisition) per razionalizzare le informazioni dei vari sistemi tra loro integrati e per rendere disponibili le informazioni stesse via web a tutti gli operatori collegati con tablet.
L’ingegner Giovanni Brustia, amministratore delegato di Acqua Novara Vco, commenta il brillante risultato: «Riteniamo che questo successo di grande soddisfazione per noi, sia da attribuirsi principalmente ai significativi investimenti che abbiamo destinato all’industrializzazione dei nostri processi operativi che ad oggi sono pari a circa 12 milioni di euro, ossia il 26% degli investimenti programmati per il periodo 2014-2026. I nostri obiettivi principali sono e restano l’ottimizzazione dei tempi di intervento e la riduzione delle perdite idriche e dei connessi consumi energetici».

l.c.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità