Economia
LA MIA CASA DOLCE CASA

Agevolazioni in condominio: tanti bonus molto convenienti

Dagli incentivi sulla casa a quello per eliminare le barriere architettoniche... e non solo

Agevolazioni in condominio: tanti bonus molto convenienti
Economia 12 Maggio 2022 ore 07:00

Quali le agevolazioni più diffuse in condominio? Sono diverse e tutte particolarmente convenienti, se portate a termine nel rispetto di quanto previsto dalle leggi. Centauro Aminato di Novara   è a disposizione della clientela per informazioni o consigli per l'esecuzione di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria,  mentre KT&S di Galliate si conferma punto di riferimento per chi è alla ricerca di una nuova soluzione al fine di sostituire il portone sezionale per il garage, il portoncino d'ingresso o recinzioni.

Agevolazioni in condominio: il Bonus Facciate

In primo luogo il Bonus facciate che permette di rinnovare il fronte dell'edificio fruendo di uno sconto fiscale pari al 60%. Non è previsto un tetto massimo di spesa e il beneficio viene ripartito in base ai millesimi. Dal 2023 sarà abolito.

Il Bonus Ristrutturazione

Il Bonus Ristrutturazione, che prevede uno sconto del 50% su interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di risanamento sulle parti comuni degli edifici. Per poter accedere al beneficio relativamente agli interventi realizzati sulle parti comuni condominiali il contribuente deve utilizzare e conservare la certificazione che l’amministratore del condominio è tenuto a rilasciare al termine dei lavori. Anche in questo caso le spese sono ripartite in base ai millesimi.

L'Ecobonus

L'Ecobonus che prevede una detrazione fino al 65% su interventi di riqualificazione energetica sulle parti comuni degli edifici ripartite secondo le modalità indicate per il Bonus Ristrutturazione.

Il bonus barriere architettoniche

Il Bonus Barriere Architettoniche che introduce una detrazione di imposta lorda con aliquota pari al 75% per le spese agevolabili sostenute dal 1° gennaio 2022 fino al 31 dicembre 2022. Il tetto di spesa è pari a 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari dislocati all’interno di edifici plurifamiliari che siano indipendenti e che dispongano di accessi autonomi dall’esterno; 40mila euro per ogni unità immobiliare che componga l’edificio (che sia composto da due a otto unità immobiliari); 30mila euro per ogni unità immobiliare che componga un edificio formato da più di otto unità immobiliari.

Il Superbonus 110%

Infine, nonostante l'acceso dibattito in essere sul suo futuro, molto gettonato continua a essere anche il Superbonus 110% sempre per interventi sulle parti comuni degli edifici, nel rispetto delle normative che prevedono il doppio salto di classe energetica per avere diritto allo sconto. La suddivisione del bonus anche in questo caso avviene in base ai millesimi.

Agevolazioni in condominio: sconto in fattura e cessione del credito

Su tutti i bonus indicati il condomino può scegliere se avvalersi di sconto in fattura o cessione del credito in libertà. Inoltre, chi esegue un intervento in regime di Bonus Ristrutturazione può accedere al Bonus Mobili per l'arredo delle parti comuni, come guardiole e appartamento del custode.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter