Economia

Al via la seconda edizione del Mirato Contest

Al via la seconda edizione del Mirato Contest
Economia 05 Aprile 2016 ore 17:38

NOVARA - Dopo il grande successo della prima edizione, Mirato S.p.A. inaugura il secondo Mirato Contest, il Business Game realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Studi per l’Economia e l’Impresa dell'Università del Piemonte Orientale. Oltre 500 studenti hanno riempito l’Aula Magna dell’ateneo per partecipare alla presentazione della sfida che quest’anno ha come obiettivo il rilancio di Malizia Profumo d’Intesa, brand noto al grande pubblico per il suo inconfondibile jingle, definendo proposte di piano di comunicazione e strategia commerciale per mantenere la leadership nel mercato dei deodoranti profumati.

L’obiettivo è coinvolgere coloro che rappresentano i professionisti del futuro all’interno dei meccanismi aziendali, relazionandosi concretamente con le criticità quotidiane e prendendo così consapevolezza delle proprie capacità. Il contesto lavorativo è quello di un’azienda italiana leader nel mercato del largo consumo. I partecipanti si confronteranno con le regole, le problematiche e le sfide giornaliere che affrontano i Manager dell’azienda. Il vantaggio maggiore sarà la possibilità di presentare i propri progetti al Management Mirato e ai docenti universitari, mettendosi alla prova secondo un approccio sistemico all’impresa.

Le iscrizioni rimarranno aperte fino a venerdì 8 aprile. Il Contest avrà la durata complessiva di 6 settimane, periodo in cui le squadre, composte da 3 o 4 studenti entreranno nel vivo della competizione. In palio la possibilità per il team vincitore di accedere a uno stage retribuito della durata di sei mesi all’interno di un’Area Funzionale di Mirato.

“Visto il partecipato entusiasmo riscosso con la prima edizione, siamo lieti di riproporre anche quest’anno il Mirato Contest - commenta il vicepresidente Mirato S.p.A. Fabio Ravanelli (nella foto) - al fine di dare continuità a un progetto che offre ai giovani talenti l’opportunità di sentire il “profumo” dell’azienda attraverso una case history concreta. E’ sicuramente un’occasione per acquisire nuove conoscenze e poter mettere in pratica le nozioni ed i concetti imparati finora solo a livello teorico ed avvicinarsi al mondo professionale”.

“Abbiamo confermato la nostra disponibilità a riproporre il Mirato Contest - sottolinea il direttore del Dipartimento di Economia dell'Upo Eliana Baici - in virtù della grande, per certi versi inaspettata, adesione che ha suscitato la prima edizione. Per i nostri studenti, è un’importante occasione per mettersi alla prova e per scoprire capacità che a volte loro stessi non sanno di avere. La collaborazione con Mirato è utile anche al Dipartimento, in quanto ci consente di verificare se ciò che viene impartito nelle aule universitarie è effettivamente al passo con i bisogni delle aziende". 

v.s.

NOVARA - Dopo il grande successo della prima edizione, Mirato S.p.A. inaugura il secondo Mirato Contest, il Business Game realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Studi per l’Economia e l’Impresa dell'Università del Piemonte Orientale. Oltre 500 studenti hanno riempito l’Aula Magna dell’ateneo per partecipare alla presentazione della sfida che quest’anno ha come obiettivo il rilancio di Malizia Profumo d’Intesa, brand noto al grande pubblico per il suo inconfondibile jingle, definendo proposte di piano di comunicazione e strategia commerciale per mantenere la leadership nel mercato dei deodoranti profumati.

L’obiettivo è coinvolgere coloro che rappresentano i professionisti del futuro all’interno dei meccanismi aziendali, relazionandosi concretamente con le criticità quotidiane e prendendo così consapevolezza delle proprie capacità. Il contesto lavorativo è quello di un’azienda italiana leader nel mercato del largo consumo. I partecipanti si confronteranno con le regole, le problematiche e le sfide giornaliere che affrontano i Manager dell’azienda. Il vantaggio maggiore sarà la possibilità di presentare i propri progetti al Management Mirato e ai docenti universitari, mettendosi alla prova secondo un approccio sistemico all’impresa.

Le iscrizioni rimarranno aperte fino a venerdì 8 aprile. Il Contest avrà la durata complessiva di 6 settimane, periodo in cui le squadre, composte da 3 o 4 studenti entreranno nel vivo della competizione. In palio la possibilità per il team vincitore di accedere a uno stage retribuito della durata di sei mesi all’interno di un’Area Funzionale di Mirato.

“Visto il partecipato entusiasmo riscosso con la prima edizione, siamo lieti di riproporre anche quest’anno il Mirato Contest - commenta il vicepresidente Mirato S.p.A. Fabio Ravanelli (nella foto) - al fine di dare continuità a un progetto che offre ai giovani talenti l’opportunità di sentire il “profumo” dell’azienda attraverso una case history concreta. E’ sicuramente un’occasione per acquisire nuove conoscenze e poter mettere in pratica le nozioni ed i concetti imparati finora solo a livello teorico ed avvicinarsi al mondo professionale”.

“Abbiamo confermato la nostra disponibilità a riproporre il Mirato Contest - sottolinea il direttore del Dipartimento di Economia dell'Upo Eliana Baici - in virtù della grande, per certi versi inaspettata, adesione che ha suscitato la prima edizione. Per i nostri studenti, è un’importante occasione per mettersi alla prova e per scoprire capacità che a volte loro stessi non sanno di avere. La collaborazione con Mirato è utile anche al Dipartimento, in quanto ci consente di verificare se ciò che viene impartito nelle aule universitarie è effettivamente al passo con i bisogni delle aziende". 

v.s.

Seguici sui nostri canali