Analisi termografica

L’analisi termografica e il suo ruolo antincendio

La prevenzione è fondamentale e con la termografia è possibile scongiurare grossi rischi per aziende e magazzini. Dati alla mano, non stiamo parlando di un fenomeno così improbabile

L’analisi termografica e il suo ruolo antincendio
Novara, 20 Marzo 2020 ore 07:31

L’analisi termografica svolge un ruolo rilevante: si tratta di un funzionale strumento antincendio nonché un utile strumento di controllo per le realtà soggette a Certificato Prevenzione Incendi (CPI). Non stiamo parlando di dispositivi che si attivano soltanto dopo lo scoppio delle fiamme, ma di una tecnica non invasiva in grado di prevenire questa spiacevole eventualità, potenzialmente catastrofica per aziende e magazzini. Servirà affidarsi a professionisti certificati UNI EN ISO 9712 e dotati di una termocamera (una telecamera termica), in grado di rilevare l’energia all’infrarosso emessa da un oggetto. Questa viene convertita in un segnale elettronico, poi elaborato per produrre un’immagine termica su un display. La logica è molto semplice: una volta scoperti i punti «caldi» si andrà a intervenire per risolvere la situazione, massimizzando la sicurezza e minimizzando i rischi.

Analisi termografica e i dati sugli incendi

Gli interventi dell’analisi termografica sostanzialmente possono riguardare gli impianti elettrici di un magazzino, di un’azienda, di una zona di stoccaggio. Ma anche abitazioni private, scuole, uffici, banche, attività commerciali, ecc. Purtroppo, i dati più recenti forniti dall’ annuario statistico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco raccontano che incendi ed esplosioni non sono fenomeni così remoti. Nel 2018, sono stati 213.116 gli interventi dei VdF in Italia per questi motivi. Inoltre il 5,6%  di incendi o esplosioni, ossia ben 12.029 casi, sono stati causati da problemi elettrici di innesco.

Analisi termografica: una buona pratica da eseguire regolarmente

Possiamo affermare che l’analisi termografica è una buona pratica da eseguire regolarmente per ciascuna azienda. Si tratta di un reale sistema antincendio, in grado di prevenire il problema prima che si manifesti. Così facendo inoltre si può ridurre la manutenzione straordinaria, risolvendo piccoli malfunzionamenti di volta in volta, senza bloccare l’operatività. Come detto all’inizio di questo articolo si tratta di una tecnica non invasiva e allo stesso tempo economica, di facile utilizzo e relativamente veloce.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei