Menu
Cerca

Apre a Cameri lo Sportello Lavoro: «Un aiuto per chi cerca impiego»

Apre a Cameri lo Sportello Lavoro: «Un aiuto per chi cerca impiego»
Economia 21 Luglio 2015 ore 09:42

CAMERI – Sportello lavoro al Comune di Cameri: già a partire da giovedì 23 luglio sarà attivo e i cittadini potranno cominciare a usufruire del servizio. L’iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa a cui sono intervenute, insieme al sindaco Valeria Galli, il consigliere comunale Patrizia Ruocco, la dipendente comunale dell’Ufficio Relazioni col Pubblico Laura Parmigiani e la consulente formatrice ed esperta nelle risorse umane Benedetta Bazzoni. «Molti cittadini – ha detto Galli – hanno difficoltà di accesso e di informazione nella ricerca di un lavoro. E’ giusto che trovino delle risposte, e anche il giusto sostegno. La mia Amministrazione ha cercato in questo primo anno la possibilità di dare queste risposte ai cittadini. Vogliamo fare in modo che anche le scelte amministrative siano indirizzate in tale direzione». Ruocco ha ricordato: «Tra novembre e dicembre 2014 abbiamo tenuto un mini corso di avviamento al lavoro, condotto da un’esperta formatrice del personale, che ha avuto un’affluenza di 35 persone. Quello è stato il primo spunto. Come Amministrazione non abbiamo mai promesso il lavoro a nessuno, ma abbiamo preso l’impegno di aiutare coloro che sono alla ricerca di un posto di lavoro. Per la maggior parte si tratta di persone che hanno perso il lavoro e hanno difficoltà a ricollocarsi. Il nostro sportello cercherà anche di fare un censimento dei disoccupati cameresi e di creare un’interfaccia con le aziende del territorio. Fondamentali saranno lo scambio di informazioni e la comunicazione con i cittadini». Benedetta Bazzoni ha illustrato i contenuti del progetto: «Abbiamo pensato a questo sportello come a un hub, un nodo di rete che dà movimento e direzione. Lo scopo è quello di aiutare chi si sta muovendo per cercare lavoro e chi cerca di ricollocarsi, riscoprendo anche le proprie competenze». «Ci muoveremo – ha proseguito – attraverso tre macroaree: mettere a disposizione tutte le informazioni possibili (che saranno di qualità e fresche), dare consulenze mirate (con i giusti obiettivi e le motivazioni, che variano a seconda dell’azienda a cui ci si propone), e fare formazione, per mantenere le competenze». A caratterizzare l’attività dello sportello lavoro saranno la pragmaticità, la personalizzazione del contatto e la creazione di una rete, una serie di legami, che costituiscono la base per avere successo nella ricerca del lavoro. Tutto questo avverrà attraverso un percorso che avrà luogo in Comune. Gli interessati potranno recarsi durante gli orari di apertura all’Urp (nel palazzo municipale in piazza Dante), dove saranno ricevuti da Laura Parmigiani. A questo primo approccio seguirà una consulenza personalizzata con Benedetta Bazzoni, che riceverà su appuntamento il giovedì pomeriggio dalle 14.30 e darà indicazioni su quali aziende contattare e sulle procedure da seguire. Nell’ingresso del Comune verranno affisse comunicazioni a disposizione di tutti. Verranno anche organizzati incontri pubblici per dare informazioni. Oltre al lavoro diretto con l’utenza, sarà realizzata anche una mappatura delle aziende e sarà svolta un’opera di indagine e di analisi. Questa prima fase del progetto avrà la durata di sei mesi. «Cerchiamo – ha detto il sindaco – di sopperire alle problematiche che ci sono nei centri per l’impiego. Vogliamo dare alle persone degli strumenti, che a volte fanno già parte del loro bagaglio personale, a volte vanno trovati attraverso indicazioni appropriate. Lo scopo è quello di riempire il vuoto e il silenzio con nuove opportunità e offrire la possibilità e i mezzi per trovare un lavoro a tutti i cittadini».

Margherita Carrer

CAMERI – Sportello lavoro al Comune di Cameri: già a partire da giovedì 23 luglio sarà attivo e i cittadini potranno cominciare a usufruire del servizio. L’iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa a cui sono intervenute, insieme al sindaco Valeria Galli, il consigliere comunale Patrizia Ruocco, la dipendente comunale dell’Ufficio Relazioni col Pubblico Laura Parmigiani e la consulente formatrice ed esperta nelle risorse umane Benedetta Bazzoni. «Molti cittadini – ha detto Galli – hanno difficoltà di accesso e di informazione nella ricerca di un lavoro. E’ giusto che trovino delle risposte, e anche il giusto sostegno. La mia Amministrazione ha cercato in questo primo anno la possibilità di dare queste risposte ai cittadini. Vogliamo fare in modo che anche le scelte amministrative siano indirizzate in tale direzione». Ruocco ha ricordato: «Tra novembre e dicembre 2014 abbiamo tenuto un mini corso di avviamento al lavoro, condotto da un’esperta formatrice del personale, che ha avuto un’affluenza di 35 persone. Quello è stato il primo spunto. Come Amministrazione non abbiamo mai promesso il lavoro a nessuno, ma abbiamo preso l’impegno di aiutare coloro che sono alla ricerca di un posto di lavoro. Per la maggior parte si tratta di persone che hanno perso il lavoro e hanno difficoltà a ricollocarsi. Il nostro sportello cercherà anche di fare un censimento dei disoccupati cameresi e di creare un’interfaccia con le aziende del territorio. Fondamentali saranno lo scambio di informazioni e la comunicazione con i cittadini». Benedetta Bazzoni ha illustrato i contenuti del progetto: «Abbiamo pensato a questo sportello come a un hub, un nodo di rete che dà movimento e direzione. Lo scopo è quello di aiutare chi si sta muovendo per cercare lavoro e chi cerca di ricollocarsi, riscoprendo anche le proprie competenze». «Ci muoveremo – ha proseguito – attraverso tre macroaree: mettere a disposizione tutte le informazioni possibili (che saranno di qualità e fresche), dare consulenze mirate (con i giusti obiettivi e le motivazioni, che variano a seconda dell’azienda a cui ci si propone), e fare formazione, per mantenere le competenze». A caratterizzare l’attività dello sportello lavoro saranno la pragmaticità, la personalizzazione del contatto e la creazione di una rete, una serie di legami, che costituiscono la base per avere successo nella ricerca del lavoro. Tutto questo avverrà attraverso un percorso che avrà luogo in Comune. Gli interessati potranno recarsi durante gli orari di apertura all’Urp (nel palazzo municipale in piazza Dante), dove saranno ricevuti da Laura Parmigiani. A questo primo approccio seguirà una consulenza personalizzata con Benedetta Bazzoni, che riceverà su appuntamento il giovedì pomeriggio dalle 14.30 e darà indicazioni su quali aziende contattare e sulle procedure da seguire. Nell’ingresso del Comune verranno affisse comunicazioni a disposizione di tutti. Verranno anche organizzati incontri pubblici per dare informazioni. Oltre al lavoro diretto con l’utenza, sarà realizzata anche una mappatura delle aziende e sarà svolta un’opera di indagine e di analisi. Questa prima fase del progetto avrà la durata di sei mesi. «Cerchiamo – ha detto il sindaco – di sopperire alle problematiche che ci sono nei centri per l’impiego. Vogliamo dare alle persone degli strumenti, che a volte fanno già parte del loro bagaglio personale, a volte vanno trovati attraverso indicazioni appropriate. Lo scopo è quello di riempire il vuoto e il silenzio con nuove opportunità e offrire la possibilità e i mezzi per trovare un lavoro a tutti i cittadini».

Margherita Carrer

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli