Banco Popolare: i conti del primo semestre 2015

Banco Popolare: i conti del primo semestre 2015
Economia 11 Agosto 2015 ore 09:17

E’ stata approvata nei giorni scorsi dal Consiglio di Amministrazione del Banco Popolare la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata relativa ai primi sei mesi del 2015. Un periodo chiuso con un utile netto di 293 milioni.

Come si legge in una nota stampa del gruppo bancario: “Dopo aver completato la riorganizzazione societaria portando a termine nel primo trimestre la fusione per incorporazione nel Banco Popolare della controllata Banca Italease, il Gruppo si è concentrato sul core business, realizzando in un contesto ancora difficile proventi operativi per 1.814 milioni in crescita dell’ 1,2% rispetto ai 1.793 milioni del primo semestre 2014. L’incremento della capacità di generazione di ricavi è ancora più evidente se calcolato con riferimento all’aggregato dei proventi “core”, rappresentati dalla somma del margine di interesse, delle commissioni nette e degli altri proventi netti di gestione, che ammontano complessivamente a 1.609 milioni ed evidenziano un incremento del 3,2% rispetto ai 1.559 milioni del primo semestre 2014.”. Alla favorevole dinamica dei ricavi si accompagna anche una contrazione degli oneri operativi che sono scesi a 1.069 milioni rispetto ai 1.084 milioni del corrispondente periodo del 2014. Mentre il costo del credito è in forte diminuzione a 375 milioni e pari a 85 punti base annualizzati rispetto ai 137 punti base del primo semestre 2014. 

l.pa.


E’ stata approvata nei giorni scorsi dal Consiglio di Amministrazione del Banco Popolare la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata relativa ai primi sei mesi del 2015. Un periodo chiuso con un utile netto di 293 milioni.

Come si legge in una nota stampa del gruppo bancario: “Dopo aver completato la riorganizzazione societaria portando a termine nel primo trimestre la fusione per incorporazione nel Banco Popolare della controllata Banca Italease, il Gruppo si è concentrato sul core business, realizzando in un contesto ancora difficile proventi operativi per 1.814 milioni in crescita dell’ 1,2% rispetto ai 1.793 milioni del primo semestre 2014. L’incremento della capacità di generazione di ricavi è ancora più evidente se calcolato con riferimento all’aggregato dei proventi “core”, rappresentati dalla somma del margine di interesse, delle commissioni nette e degli altri proventi netti di gestione, che ammontano complessivamente a 1.609 milioni ed evidenziano un incremento del 3,2% rispetto ai 1.559 milioni del primo semestre 2014.”. Alla favorevole dinamica dei ricavi si accompagna anche una contrazione degli oneri operativi che sono scesi a 1.069 milioni rispetto ai 1.084 milioni del corrispondente periodo del 2014. Mentre il costo del credito è in forte diminuzione a 375 milioni e pari a 85 punti base annualizzati rispetto ai 137 punti base del primo semestre 2014. 

l.pa.