Economia

Bilancio comunale, dichiarazione congiunta di sindaco e Cgil, Cisl e Uil

Bilancio comunale, dichiarazione congiunta di sindaco e Cgil, Cisl e Uil
Economia 23 Marzo 2016 ore 12:52

NOVARA - Il sindaco di Novara Andrea Ballarè ha sottoscritto questa mattina con i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil una dichiarazione congiunta di analisi e valutazione del documento di bilancio che sarà portato all'approvazione del Consiglio Comunale nelle sedute del 30 e 31 marzo. 
La dichiarazione è il frutto di un percorso di condivisione realizzato attraverso quattro incontri nel corso dei quali sono stati esaminati tutti gli aspetti più importanti del documento, in particolare quelli legati ai temi dei servizi alle persone, agli interventi a sostegno delle fasce deboli, alle prospettive per lo sviluppo e il lavoro.

“Sia l’Amministrazione che le organizzazioni sociali condividono la priorità di salvaguardare le fasce della popolazione più esposte agli effetti della crisi e più colpite  dalle riduzione dei  trasferimenti agli enti locali” è scritto nel documento, dove sono poi elencate le priorità sulle quali i sindacati hanno richiesto alla Giunta “un ulteriore impegno”.  

Per quanto riguarda i servizi sociali la Giunta si è impegnata a presentare un emendamento, durante la discussione del bilancio,  sul tema dei servizi per persone con handicap, che “presentano ancora una situazione di criticità derivante anche dall’incertezza dei trasferimenti regionali”. L’emendamento avrà lo scopo di aumentare le risorse e garantire così la continuità dei servizi, in attesa che si chiarisca l’ammontare dei trasferimenti regionali. Un altro emendamento sarà presentato per proporre un adeguato finanziamento per i cantieri-lavoro. Infine “le parti hanno concordato sull’opportunità di un monitoraggio sulla qualità dei servizi dati in appalto riguardanti gli asili nido di Novara, allo scopo di assicurare il mantenimento degli elevati standard qualitativi del servizi”.

In tema di istruzione “l’analisi del bilancio si è soffermata in particolare sui servizi appaltati di pre e post scuola, bidelleria, trasporto scolastico, mense e integrazione scolastica. Grazie ai risultati delle gare d’appalto, il bilancio registra una riduzione di spesa in questi capitoli. La Giunta, compatibilmente con il quadro complessivo, si è impegnata a utilizzare le economie generatesi  per rispondere ad eventuali ulteriori bisogni emergenti, in apertura del nuovo anno scolastico”. Inoltre “Giunta e OO.SS. si attiveranno per la stesura di uno specifico protocollo operativo  sui servizi di integrazione scolastica di diretta responsabilità, e che il Sindaco, quale rappresentate della comunità locale, si farà promotore presso tutte le Istituzioni che concorrono alla inclusione scolastica dei bambini e alunni con disabilità, per l’approvazione di un accordo di programma”.

Sull’emergenza abitativa “le parti ritengono che vada  considerata nella sua interezza anche rispetto al disagio sociale che ne deriva. Pertanto, sarà allargato alla rappresentanza delle organizzazioni confederali  il  tavolo permanente  interassessorile, operativo da alcuni anni la cui azione ha dato prova di significative sinergie”.

Sul fronte degli appalti “OO.SS. e Giunta hanno stabilito di promuovere un protocollo di intesa sugli appalti di servizi, che affermi con forza i principi fondamentali che contraddistinguono un’economia sana. A partire dalle seguenti priorità: occupazione, qualità del servizio pubblico erogato e del lavoro, legalità, efficienza e coesione sociale”.

I lavoratori socialmente utili sono un altro argomento affrontato nella dichiarazione congiunta: a tal proposito viene tra l’altro sottolineato che “gli interventi previsti devono rispondere ad una logica di effettivo sostegno alla comunità locale e configurare un impegno circoscritto e realizzato in idonee condizioni di tutela della persona coinvolta. Coerentemente a questi principi, Giunta ed OO.SS. concordano nell’effettuare una mappatura del loro utilizzo all’interno del Comune di Novara, sia per valorizzarne l’apporto reso alla qualità del servizio pubblico, sia per proporre gli interventi più idonei a valorizzare l’esperienza acquisita presso l’Amministrazione, anche in relazione ai titoli di accesso al pubblico impiego”.

“Alla luce dell’importante e recente accordo ANCI Piemonte e Organizzazioni Sindacali sulle fasce ISEE di esenzione – continua poi il documento - il Comune si impegna a fornire alle OO.SS. i dati relativi all’attuale applicazione, e a valutare l’impatto sul bilancio dell’applicazione dei parametri  ISEE in esso esposti e la possibile applicazione della stessa,  nei prossimi mesi”.

Ultimo e importante punto del documento è lo sviluppo del territorio novarese: “Le organizzazioni sindacali considerano importante assicurare che le proposte imprenditoriali trovino nel nostro territorio le necessarie condizioni per un loro insediamento. La città dovrà essere all’altezza di dare risposte a queste sfide, a partire dalla chimica, dalla moda e dalla logistica. (…) Inoltre il progetto della Città della Salute, giunto qualche settimana fa a traguardi tali da non poterne compromettere l’effettiva realizzazione, è un altro importante tassello del nuovo mosaico che si sta finalmente definendo per lo sviluppo del territorio novarese.

E’ necessario, quindi, che il Comune utilizzi efficacemente e in tempi certi tutti gli strumenti assegnati all’Ente Locale per il governo del territorio. Questa azione, tuttavia, rischia di essere parziale  se non sarà rafforzata da un costante processo di confronto sulle scelte strategiche e di merito. A questo scopo – conclude la dichiarazione - Giunta e OO.SS.  condividono l’esigenza di istituire una sede di confronto permanente sullo sviluppo, nelle quali siano presenti tutte le parti sociali”.

 v.s.

NOVARA - Il sindaco di Novara Andrea Ballarè ha sottoscritto questa mattina con i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil una dichiarazione congiunta di analisi e valutazione del documento di bilancio che sarà portato all'approvazione del Consiglio Comunale nelle sedute del 30 e 31 marzo. 
La dichiarazione è il frutto di un percorso di condivisione realizzato attraverso quattro incontri nel corso dei quali sono stati esaminati tutti gli aspetti più importanti del documento, in particolare quelli legati ai temi dei servizi alle persone, agli interventi a sostegno delle fasce deboli, alle prospettive per lo sviluppo e il lavoro.

“Sia l’Amministrazione che le organizzazioni sociali condividono la priorità di salvaguardare le fasce della popolazione più esposte agli effetti della crisi e più colpite  dalle riduzione dei  trasferimenti agli enti locali” è scritto nel documento, dove sono poi elencate le priorità sulle quali i sindacati hanno richiesto alla Giunta “un ulteriore impegno”.  

Per quanto riguarda i servizi sociali la Giunta si è impegnata a presentare un emendamento, durante la discussione del bilancio,  sul tema dei servizi per persone con handicap, che “presentano ancora una situazione di criticità derivante anche dall’incertezza dei trasferimenti regionali”. L’emendamento avrà lo scopo di aumentare le risorse e garantire così la continuità dei servizi, in attesa che si chiarisca l’ammontare dei trasferimenti regionali. Un altro emendamento sarà presentato per proporre un adeguato finanziamento per i cantieri-lavoro. Infine “le parti hanno concordato sull’opportunità di un monitoraggio sulla qualità dei servizi dati in appalto riguardanti gli asili nido di Novara, allo scopo di assicurare il mantenimento degli elevati standard qualitativi del servizi”.

In tema di istruzione “l’analisi del bilancio si è soffermata in particolare sui servizi appaltati di pre e post scuola, bidelleria, trasporto scolastico, mense e integrazione scolastica. Grazie ai risultati delle gare d’appalto, il bilancio registra una riduzione di spesa in questi capitoli. La Giunta, compatibilmente con il quadro complessivo, si è impegnata a utilizzare le economie generatesi  per rispondere ad eventuali ulteriori bisogni emergenti, in apertura del nuovo anno scolastico”. Inoltre “Giunta e OO.SS. si attiveranno per la stesura di uno specifico protocollo operativo  sui servizi di integrazione scolastica di diretta responsabilità, e che il Sindaco, quale rappresentate della comunità locale, si farà promotore presso tutte le Istituzioni che concorrono alla inclusione scolastica dei bambini e alunni con disabilità, per l’approvazione di un accordo di programma”.

Sull’emergenza abitativa “le parti ritengono che vada  considerata nella sua interezza anche rispetto al disagio sociale che ne deriva. Pertanto, sarà allargato alla rappresentanza delle organizzazioni confederali  il  tavolo permanente  interassessorile, operativo da alcuni anni la cui azione ha dato prova di significative sinergie”.

Sul fronte degli appalti “OO.SS. e Giunta hanno stabilito di promuovere un protocollo di intesa sugli appalti di servizi, che affermi con forza i principi fondamentali che contraddistinguono un’economia sana. A partire dalle seguenti priorità: occupazione, qualità del servizio pubblico erogato e del lavoro, legalità, efficienza e coesione sociale”.

I lavoratori socialmente utili sono un altro argomento affrontato nella dichiarazione congiunta: a tal proposito viene tra l’altro sottolineato che “gli interventi previsti devono rispondere ad una logica di effettivo sostegno alla comunità locale e configurare un impegno circoscritto e realizzato in idonee condizioni di tutela della persona coinvolta. Coerentemente a questi principi, Giunta ed OO.SS. concordano nell’effettuare una mappatura del loro utilizzo all’interno del Comune di Novara, sia per valorizzarne l’apporto reso alla qualità del servizio pubblico, sia per proporre gli interventi più idonei a valorizzare l’esperienza acquisita presso l’Amministrazione, anche in relazione ai titoli di accesso al pubblico impiego”.

“Alla luce dell’importante e recente accordo ANCI Piemonte e Organizzazioni Sindacali sulle fasce ISEE di esenzione – continua poi il documento - il Comune si impegna a fornire alle OO.SS. i dati relativi all’attuale applicazione, e a valutare l’impatto sul bilancio dell’applicazione dei parametri  ISEE in esso esposti e la possibile applicazione della stessa,  nei prossimi mesi”.

Ultimo e importante punto del documento è lo sviluppo del territorio novarese: “Le organizzazioni sindacali considerano importante assicurare che le proposte imprenditoriali trovino nel nostro territorio le necessarie condizioni per un loro insediamento. La città dovrà essere all’altezza di dare risposte a queste sfide, a partire dalla chimica, dalla moda e dalla logistica. (…) Inoltre il progetto della Città della Salute, giunto qualche settimana fa a traguardi tali da non poterne compromettere l’effettiva realizzazione, è un altro importante tassello del nuovo mosaico che si sta finalmente definendo per lo sviluppo del territorio novarese.

E’ necessario, quindi, che il Comune utilizzi efficacemente e in tempi certi tutti gli strumenti assegnati all’Ente Locale per il governo del territorio. Questa azione, tuttavia, rischia di essere parziale  se non sarà rafforzata da un costante processo di confronto sulle scelte strategiche e di merito. A questo scopo – conclude la dichiarazione - Giunta e OO.SS.  condividono l’esigenza di istituire una sede di confronto permanente sullo sviluppo, nelle quali siano presenti tutte le parti sociali”.

 v.s.

Seguici sui nostri canali