Economia
a novara

Centri estivi comunali ai nastri di partenza | VIDEO

Per la scuola d'infanzia saranno dal 1° al 26 luglio e per la scuola primaria dal 17 giugno al 26 luglio.

Economia Novara, 13 Giugno 2019 ore 10:30

Crescono i Centri estivi comunali: quest’anno il numero di iscritti ha raggiunto quota 330, contro i 280 dello scorso anno. In aumento anche i bambini con disabilità, da 23 a 33.

Centri estivi comunali per scuola d'infanzia e primaria

I Centri estivi comunali per la scuola dell’infanzia quest’anno si terranno dal 1° al 26 luglio e per la scuola primaria dal 17 giugno al 26 luglio. I dati li ha forniti l'assessore all'Istruzione Valentina Graziosi.
Gli iscritti sono 330: per la scuola dell’infanzia complessivamente 180 (80 alla “Bottacchi”, 50 alla “Galvani”, 50 alla “Buscaglia”) con un rapporto numerico operatore iscritto di uno a dieci, per le scuole primarie 150 (60 alla “Bottacchi”, 60 alla “Galvani” e 30 alla “Buscaglia”) con un operatore ogni quindici iscritti. I bambini con diverse abilità  sono in tutto 33, con un rapporto numerico operatore-iscritto di uno a uno.

Un'offerta ludico-didattica molto varia

L’offerta ludico didattica è gratuita e varia, con l’obiettivo di accontentare e soddisfare le preferenze di tutti i piccoli iscritti: sono previsti la tradizionale partecipazione a Street Games per tutta la giornata di venerdì 28 giugno, visite al Museo di Storia naturale “Faraggiana-Ferrandi”, le visite e uscite brevi nella zona sede del Centro estivo, giornate in piscina, alla comunale di via Solferino o a quella del Terdoppio.

A gestire i Centri estivi sarà ancora la cooperativa Socialnis. «Per quest’anno abbiamo scelto due fili conduttori articolati ma molto interessanti - ha spiegato Stella Piacenza, coordinatrice dei servizi scolastici per la cooperativa - Per le primarie si lavorerà sul tema “Un’estate geniale con Leonardo”, mentre per i bimbi dell’infanzia è stato scelto il cartone animato “Pets”».

Costi da 50 a 180 euro per due settimane

Alla conferenza stampa erano presenti anche le coordinatrici dei plessi teatro dei Centri estivi: Simona Paba per la primaria “Galvani”, Anna Veneziano per la primaria “Bottacchi” e Claudia Palmisano, coordinatrice dei centri estivi per la scuola dell’infanzia.
Il costo di frequenza varia da una tariffa minima di 50 euro per due settimane (dieci giorni lavorativi) a una massima di 180 per due settimane (dieci giorni lavorativi) determinate proporzionalmente sulla base del valore Isee. La quota di partecipazione  include il costo del pasto.
l.c.

Seguici sui nostri canali